giovedì 21 aprile 2016

ANNUNCIAZIONE 598 (Annunciation) - Leonardo da Vinci

ANNUNCIAZIONE 598 (1478 circa) Leonardo (Lorenzo di Credi)
Museo del Louvre - Parigi
Tempera su tavola cm 16 x 60


La piccola tavoletta con I' Annunciazione apparteneva alla predella che ornava la parte inferiore della Madonna in trono e i santi Giovanni Battista e Donato, commissionata al Verrocchio per il Duomo di Pistoia. La grande pala d'altare, detta anche Madonna di Piazza, fu eseguita nell'ambito della bottega tra il 1478 e il 1486 circa e in particolare fu portata a compimento da Lorenzo di Credi. Questo giovane pittore aveva assunto un ruolo di primo piano fra gli allievi del Verrocchio, soprattutto dopo la partenza del maestro chiamato a Venezia per realizzare, su commissione del Senato della Serenissima, il monumento equestre a Bartolomeo Colleoni.
Lo scomparto con la scena dell'Annunciazione doveva costituire I'elemento centrale della predella. Leonardo vi lavorò prima di partire per Milano nel 1482.La sua autografia è senz'altro riconoscibile nell'attenzione minuziosa con cui sono resi i panneggi delle due figure. Ma soprattutto, la mano di Leonardo si distingue nella concezione d'insieme della scena e nella gestualità trattenuta dei due personaggi.
Le teste reclinate in avanti l'una verso l'altra stabiliscono il dialogo silenzioso tra l'Arcangelo e la Vergine.


Annunciazione degli Uffizi (Vedi scheda)

All'atteggiamento della figura femminile, come assorta in meditazione, fa riferimento un delicato disegno conservato agli Uffizi in cui Leonardo descrive, con un sottile chiaroscuro, gli effetti della luce sul volume del volto. L'impostazione spaziale della tavoletta del Louvre è affine a quella della grande tavola dell' Annunciazione degli Uffizi, con la scena che si svolge all'aperto tra il prato fiorito e il vano creato all'esterno dall'architettura.
In entrambi i dipinti Io spazio in primo piano è racchiuso entro il perimetro di un giardino (hortus conclusus) oltre il quale si apre la veduta del paesaggio in lontananza.
Nonostante il piccolo formato e il fatto che fosse destinata a una predella, sembra di riconoscere anche in questa rappresentazione la precisa volontà, da parte di Leonardo, di concepire le figure in base alla corrispondenza tra i gesti e le intenzioni dell'animo, di accordare gli atteggiamenti esteriori a quelli interiori.


VEDI ANCHE . . .


lunedì 11 aprile 2016

IL CROLLO DEL NAZISFASCISMO (The collapse of fascism)

Mussolini e Hitler

IL CROLLO DEL NAZISFASCISMO

IL SECONDO FRONTE


Il 6 giugno truppe anglo-americane sbarcarono in Normandia, nella Francia settentrionale, aprendo così finalmente il secondo fronte, quello che avrebbe deciso delle sorti della guerra. I mezzi adoperati per lo sbarco erano imponenti e avevano richiesto mesi e mesi di preparazione e di intensi bombardamenti contro le difese costiere tedesche. Le truppe alleate penetrarono in Francia e la stessa integrità del suolo tedesco fu messa in serio pericolo, mentre i bombardamenti a tappeto distruggevano letteralmente i centri industriali, i nodi ferroviari, le città tedesche.

Dinanzi allo sfacelo imminente, il 20 luglio alcuni alti ufficiali tedeschi attentarono alla vita del führer, collocando una bomba ad orologeria in una baracca del quartier generale in una località della Prussia orientale. La bomba esplose, ma Hitler riportò solo leggere ferite; la sua reazione fu terribile e tutti i responsabili furono condannati a morte.

Nell'agosto un nuovo sbarco alleato in Provenza permise la rapida liberazione della Francia; il 25 agosto Parigi era liberata.

Nella primavera e nell'estate del '44 anche il fronte russo si mosse. Le truppe sovietiche inflissero gravissime perdite a quelle tedesche, liberarono i Paesi baltici, penetrarono in Polonia. Nell'autunno Finlandia, Romania, Bulgaria, Ungheria si arrendevano; in Jugoslavia i Russi si congiungevano con i partigiani di Tito, mentre gli Inglesi liberavano la Grecia.

Nell'ottobre la città di Varsavia insorse contro i nazisti. Per oltre due mesi si combatté accanitamente; alla fine i Tedeschi prevalsero e si abbandonarono ad orrende stragi.

Sul fronte italiano nell'estate venivano liberate la Toscana e l'Umbria, mentre i Tedeschi si attestavano su di una nuova linea difensiva, la linea gotica. Nel giugno si era costituito un nuovo governo presieduto da Ivanoe Bonomi designato dai sei partiti e non più dal re.

Durante tutto l'anno il movimento partigiano prese sempre maggiore consistenza. Nel dicembre del '44 intercorsero trattative tra i partigiani, gli Alleati e il governo italiano: si giunse ad un accordo per cui il CLN dell'Alta Italia riconosceva la supremazia del governo italiano e quindi degli Alleati. Il comando delle formazioni partigiane fu affidato ad un generale dell'esercito regio, Raffaele Cadorna (figlio di Luigi); vice comandanti furono nominati Ferruccio Parri del Partito d'Azione e Luigi Longo, del Partito comunista italiano (dicembre 1944).


 Il crollo del nazifascismo

Stalin, Roosevelt e Churchill

Mentre su tutti i fronti, dall'Europa al Pacifico gli alleati erano all'offensiva, nel febbraio del '45 Stalin, Roosevelt e Churchill si incontrarono a Yalta, in Crimea, per discutere la futura sistemazione dell'Europa. La conferenza fu molto importante, perché i tre grandi decisero di dividere l'Europa in due parti, quella occidentale sotto l'influenza anglo-americana, quella orientale sotto l'influenza sovietica.

Nella primavera sui tre fronti europei si scatenò l'ultima offensiva. I Sovietici occuparono la Prussia-orientale e raggiunsero il fiume Oder e l'Austria. Gli Anglo-americani da Ovest superarono il Reno e penetrarono in territorio tedesco.
Il 26 aprile sul fiume EIba Americani e Sovietici si incontrarono e le forze tedesche in Europa venivano spezzate in due.
In Italia gli Alleati sfondarono la linea gotica, mentre il 25 aprile i comandi partigiani diedero l'ordine dell'insurrezione. Nel giro di pochi giorni l'intera Italia settentrionale era liberata dai partigiani.
Mussolini, in fuga verso la Svizzera con i gerarchi del fascismo, venne catturato il 27 presso Dongo sul Lago di Como. Il giorno dopo, in esecuzione di un ordine emesso dal CLN, venne condannato a morte e fucilato insieme ai suoi 15 stretti collaboratori.

Qualche giorno dopo Hitler si suicidava nei sotterranei della Cancelleria a Berlino, mentre le truppe sovietiche entravano nella città. I suoi successori avviavano rapide trattative di pace.
L'8 maggio la Germania firmava la resa incondizionata.
La guerra in Europa era finita.


Il crollo del Giappone

 Aprile 1945: soldati americani e sovietici si incontrano sul fiume Elba
nel cuore della Germania

Sul fronte del Pacifico all'inizio del '45 gli Americani, sferrarono l'attacco decisivo contro i Giapponesi, infliggendo loro gravi perdite. Ma i Giapponesi disponevano ancora di enormi risorse per una resistenza ad oltranza.
Allora il nuovo presidente degli Stati Uniti Harry Truman, successo a Roosevelt (che era morto il 12 aprile), prese una decisione di enorme responsabilità, quella cioè di bombardare il Giappone con le nuovissime bombe atomiche, di una potenza distruttiva decine di volte superiore a quella delle bombe normali.
Il 6 agosto una bomba atomica venne sganciata sulla città nipponica di Hiroshima. L'esplosione provocò la distruzione della città, la morte di 250.000 persone (uomini, donne, bambini, cani, gatti e le loro pulci) ed il ferimento di 100.000. Il 9 agosto la stessa sorte toccò alla città di Nagasaki. Lo stesso giorno l'URSS entrava in guerra con il Giappone.

Venne così a cadere, da parte giapponese, ogni velleità, perché era impossibile resistere ad una guerra combattuta con mezzi così potenti di cui allora solo l'America disponeva. Il Giappone accettava allora la resa incondizionata e l'armistizio venne firmato il 2 settembre a bordo della corazzata americana Missouri.
La terribile Seconda guerra mondiale aveva così termine. Era durata esattamente 6 anni!


Nuovo assetto dell'Europa


In seguito agli avvenimenti bellici le più importanti modifiche territoriali si ebbero nell'Europa orientale, soprattutto a vantaggio dell'URSS, a cui vennero annesse Estonia, Lettonia, Lituania, alcune terre finlandesi, le regioni orientali della Polonia, la Bessarabia, l'estremo lembo della Cecoslovacchia.

La Germania venne divisa in quattro zone d'occupazione: americana, inglese, francese e sovietica. Berlino, nel settore sovietico, venne anch'essa divisa in quattro zone.
Più tardi gli occidentali unificarono le tre zone della Germania e diedero vita alla Repubblica Federale Tedesca, con capitale Bonn, sotto la loro influenza. Altrettanto fece l'URSS, trasformando la propria zona nella Repubblica Democratica Tedesca.
Il territorio tedesco subì inoltre ingenti perdite. La Prussia orientale venne divisa tra URSS e
Polonia; la Pomerania fino ai fiumi Oder e Neisse passò alla Polonia.

L'Austria venne in gran parte occupata dalle truppe sovietiche. Il trattato di pace con gli alleati fu firmato ben 10 anni dopo la fine della guerra, nel 1955. Con esso le truppe straniere lasciarono il territorio austriaco con l'impegno di quel governo di condurre una politica di rigorosa neutralità.

L'Italia firmò il trattato di pace nel febbraio del 1947. Cessava così il regime di occupazione, ma il territorio nazionale perdeva Briga e Tenda in favore della Francia, parte della Venezia Giulia in favore della Jugoslavia. La zona di Trieste veniva dichiarata "Territorio Libero" e divisa in due zone, la A e la B, l'una sotto l'amministrazione alleata, l'altra sotto amministrazione jugoslava. Solo nel 1954 Trieste e la zona A tornarono all'Italia; la zona B passò alla Jugoslavia.

L'Italia perdette inoltre il Dodecanneso, che passava alla Grecia, e l'Albania, che tornava indipendente. La Libia divenne uno Stato indipendente nel '50; l'Eritrea venne annessa all'Etiopia nel '52; anche la Somalia, affidata in un primo momento dalI'ONU all'Italia in amministrazione fiduciaria, nel 1960 venne proclamata indipendente.

giovedì 7 aprile 2016

GIAMBATTISTA TIEPOLO - Pittore e incisore del Settecento (Painter and Engraver of the Eighteenth Century)

Martirio di San Bartolomeo (1722)Venezia, San Stae
Olio su tela cm 167 x 139


Giambattista Tiepolo (o Giovanni Battista o Zuan Batista; Venezia, 5 marzo 1696 – Madrid, 27 marzo 1770) è stato un pittore e incisore italiano, cittadino della Repubblica di Venezia. È uno dei maggiori pittori del Settecento veneziano.  

Il Tiepolo, l'ultimo grande decoratore italiano, non deve nulla al fiacco Gregorio Lazzarini, ma approva il vivace bellunese Sebastiano Ricci, e studia Gian Battista Piazzetta nei contrasti delle luci e delle ombre e nei toni argentei. La prova certa di tale fruttuoso avvicinamento è il naturalistico Martirio di San Bartolomeo (Venezia, San Stae); il giovane, tuttavia, non si accontenta dei primi risultati e, liberatosi dagli effetti tenebrosi, dimentica il colore rovente del Piazzetta per ritornare agli insegnamenti del Veronese, temperati dai consigli del Ricci e favoriti da una sana individualità, intollerante d'indugi. 
Le tinte si rafforzano e vibrano o insordiscono nell'energia dei contrapposti, e l'espressione tonale si addice ai caratteri della favola e della leggenda.


Assunta - Oratorio della Purità, Udine

Gli affreschi del Duomo e dell'Arcivescovado di Udine (1726) sono interessanti lavori giovanili, eseguiti con aiuti, a differenza dell'Assunta nell'oratorio della Purità, dipinto molto posteriore; in esso, Maria vola veloce al cielo aperto, e le nubi vaporose si sbiancano e si sfaldano nella luce tremula.

Fra il 1730 ed il 1740, non si può scordare la decorazione della Cappella Colleoni in Bergamo e della Villa Valmarana presso Vicenza; nella prima, la maestria del colorista rasenta il virtuosismo, specie con le scene di martirio, e nella seconda, la poesia d'Omero e di Virgilio, dell'Ariosto e del Tasso rifiorisce gaia ed eternamente giovane dentro le chimeriche architetture di Girolamo Mengozzi Colonna.


Carro del Sole (Particolare)
Palazzo Clerici - Milano
 
La galleria del Palazzo Clerici in Milano non lesina lo spazio al Carro del Sole, e nei suoi centoventi metri quadrati l'insuperabile settecentista scorcia numi e, geni, riempiendone il cielo vasto e piumato di nubi.

La Vergine in Gloria (Venezia, Scuola dei Carmini, 1740-44) - contemporanea all'affresco degli Scalzi (1543), lacerato da una bomba austriaca durante la guerra -, dipinta ad olio su tela, è rapita a volo dagli angeli, ed appare al beato Simone Stoch, che scorcia in vetta ad un cornicione.


La Vergine con le sante Caterina da Siena, Rosa da Lima e Ines
(1739- 1748)  
Chiesa di Santa Maria del Rosario o dei Gesuati, Venezia


Queste nuove atmosfere, velate e luminose, non moderano le trasparenze e l'audacia, ma quando il maestro si avvicina alla terra, ad esempio, con la La Vergine con le sante Caterina de Siena, Rosa da Lima e Ines (1739- 1748) Chiesa di Santa Maria del Rosario o dei Gesuati, a Venezia, una calma particolare invade le immagini (nella Madonna si riconosce il tipo formoso della modella Cristina, ma nelle due sante in piedi il pathos ascetico si raffina, mentre sembra un po' lezioso lo svenimento di Santa Caterina.


Il banchetto di Antonio e Cleopatra (1746-47)
Palazzo Labia, Venezia - Affresco cm 640 x 300 

Dal 1751 al 53, dura la decorazione del Palazzo Vescovile di Würzburg (Storie del Barbarossa e l'Olimpo con le parti del mondo) e, ritornato a Venezia, il Tiepolo dipinge nel Palazzo Labia, valendosi ancora del riquadraturista Mengozzi Colonna.
Delle Storie d'Antonio e Cleopatra ricordo il Banchetto e l'Imbarco; mai il pennello ha interpretato con uguale finezza aristocratica e con uguale magnificenza scenica i suoi stupendi anacronismi!

Nel 1762, Giambattista parte con i figli Giandomenico e Lorenzo per Madrid; e vi lavora indefessamente fino alla morte. 

Enea nel tempio dell'immortalità (1762) ed il Trionfo della monarchia spagnola (1764) sono gli ultimi sprazzi del genio, che fu dileggiato un tempo con l'epiteto di "bastardo di Paolo".


VEDI ANCHE . . .

.


STEFANO MADERNO - Scultore


Santa Cecilia

Stefano Maderno (o Maderna), nato nel 1570 a Capolago, un quartiere di Mendrisio nel Canton Ticino in Svizzera, e morto a  Roma il 17 settembre 1636, è stato uno scultore svizzero-italiano. Per per alcuni è nato nell'odierno Canton Ticino, mentre per altri sarebbe nato a Palestrina come indicato nell'atto di morte.
Maderno si formò a Roma sotto la guida dello scultore Niccolò d'Arras (1588-92 circa), che probabilmente lo avviò al restauro delle statue antiche.

Di Stefano Maderno è celebre la statua giacente di Santa Cecilia, in marmo bianco, che si trova nel tempio omonimo di Roma. Considerata il suo capolavoro, la statua anticipa nell'impostazione futuri sviluppi della scultura barocca.
II cadavere della martire fu scoperto intatto nel 1599, e lo scultore l'ha riprodotto con poetica e commossa semplicità. La testa ravvolta nel velo - che si scambiò con una fluente capigliatura - s'inchina con la faccia sul marmo, ed il bel corpo, di fianco, soprappone le gambe ancora indolenzite dalla mortale percossa. 


San Carlo Borromeo (Chiesa di San Lorenzo in Damaso, Roma)

Questo lavoro si esime dal manierismo dell'età e custodisce con gelosia il nome dell'autore, poco noto per il risoluto San Pietro del Quirinale, per il sospiroso San Carlo Borromeo di San Lorenzo in Damaso e per il bassorilievo di Papa Liberio che segna la pianta della basilica in Santa Maria Maggiore (Cappella Paolina, Monumento a Paolo V).


Neottolemo e Astianatte
Collezione Franchetti, Ca' d'Oro, Venezia

Altre opere riconosciute sono un angelo adorante nella Basilica di San Giovanni in Laterano...,  due angeli nella Chiesa di Santa Maria sopra Minerva sopra il sacello di papa Clemente VIII..., e altre numerose statuette in terracotta (bozzetti) di soggetto mitologico, tra cui Neottolemo e Astianatte nella Collezione Franchetti alla Ca' d'Oro.


martedì 5 aprile 2016

LA SCULTURA DAL SECOLO XVI AL XIX (The sculpture from the Sixteenth to the Nineteenth Century)

Apollo di Belvedere

LA SCULTURA DAL SECOLO XVI AL XIX

In questo lungo periodo i principi stilistici hanno un'evoluzione considerevole. Si riguarda ai classici con maggior scienza e premura, e la mitologia consiglia temi eroici, atteggiando di sovranità olimpica le statue monumentali. 

I tipi si idealizzano, e la scultura si vuole emancipare dalla soggezione dell'architettura e della decorazione. La spontaneità e l'arditezza realistica del Quattrocento sono rettificate dall'osservazione e dal metodo, che generalizza i caratteri e che rende i tratti essenziali. 

L'arte romana conquista le menti: l'Apollo di Belvedere, il Laocoonte ed il torso d'Ercole richiamano al gusto di Roma imperiale. 
La forza e la passione di Michelangelo sconcertano gli ingegni minori e le scuole; dopo il 1564, la plastica, affaticata dal continuo e violento esercizio, è vinta dalla stanchezza, ma il nuovo secolo sancisce altre norme. 

La perfetta conoscenza dell'anatomia conduce al movimento, all'eccitazione delle forze e degli affetti, alle muscolature risentite o ai contorni gonfi e morbidi; i panni svolazzano intorno ai corpi o li velano con squisitezza. 

La tecnica soggiace alla vacuità dei concetti, e la grazia giunge alla svenevolezza arcadica, perché si smarrisce il senso plastico nella ricerca leziosa della tenerezza pittorica. 

Gli effetti decorativi interessano sono le esagerazioni dinamiche e con la pompa scenica; lo spettatore rimane stordito per la sovrabbondanza delle forme e per lo spreco di materia e d'ingegnosità, ma gli espedienti celano il povero ed il fittizio.

ANDREA CONTUCCI detto il SANSOVINO

JACOPO TATTI detto il SANSOVINO

MICHELANGELO e SEGUACI

BENVENUTO CELLINI

GIAMBOLOGNA (Jean de Boulogne)

PIETRO TACCA

STEFANO MADERNO

ALESSANDRO ALGARDI

GIAN LORENZO BERNINI


VEDI ANCHE...

PICCOLO GLOSSARIO DELL'ARTE

A - B - C - D - E - F - G - I - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - V 


I GRANDI ARTISTI

A - B - C D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z

(In costruzione)

Afrodisiaco (1) Aglietta (1) Albani (2) Alberti (1) Alda Merini (1) Alfieri (4) Altdorfer (2) Alvaro (1) Amore (2) Anarchici (1) Andersen (1) Andrea del Castagno (3) Andrea del Sarto (4) Andrea della Robbia (1) Anonimo (2) Anselmi (1) Antonello da Messina (4) Antropologia (7) APPELLO UMANITARIO (5) Apuleio (1) Architettura (4) Arcimboldo (1) Ariosto (4) Arnolfo di Cambio (2) Arp (1) Arte (4) Assisi (1) Astrattismo (3) Astrologia (1) Astronomia (3) Attila (1) Aulenti (1) Autori (7) Avanguardia (11) Averroè (1) Baccio della Porta (2) Bacone (2) Baldovinetti (1) Balla (1) Balzac (2) Barbara (1) Barocco (1) Baschenis (1) Baudelaire (2) Bayle (1) Bazille (4) Beato Angelico (6) Beccafumi (3) Befana (1) Bellonci (1) Bergson (1) Berkeley (2) Bernini (1) Bernstein (1) Bevilacqua (1) Biografie (11) Blake (2) Boccaccio (2) Boccioni (2) Böcklin (2) Body Art (1) Boiardo (1) Boito (1) Boldini (3) Bonheur (3) Bonnard (2) Borromini (1) Bosch (4) Botanica (1) Botticelli (7) Boucher (9) Bouts (2) Boyle (1) BR (1) Bramante (2) Brancati (1) Braque (1) Breton (3) Brill (2) Brontë (1) Bronzino (4) Bruegel il Vecchio (3) Brunelleschi (1) Bruno (2) Buddhismo (1) Buonarroti (1) Byron (2) Caillebotte (2) Calcio (1) Calvino (2) Calzature (1) Camillo Prampolini (1) Campanella (4) Campin (1) Canaletto (4) Cancro (2) Canova (2) Cantù (1) Capitalismo (3) Caravaggio (19) Carlevarijs (2) Carlo Levi (3) Carmi (1) Carpaccio (3) Carrà (1) Carracci (4) Carriere (1) Carroll (1) Cartesio (3) Casati (1) Cattaneo (1) Cattolici (1) Cavalcanti (1) Cellini (2) Cervantes (3) Cézanne (19) Chagall (3) Chardin (4) Chassériau (2) Chaucer (1) CHE GUEVARA (1) Cialente (1) Cicerone (8) Cimabue (4) Cino da Pistoia (1) Città del Vaticano (3) Clarke (1) Classici (26) Classicismo (1) Cleland (1) Collins (1) COMMUNITY (2) Comunismo (28) Condillac (1) Constable (4) Copernico (2) Corano (1) Cormon (2) Corot (9) Correggio (4) Cosmesi (1) Costa (1) Courbet (9) Cousin il giovane (2) Couture (2) Cranach (3) Crepuscolari (1) Crespi (2) Crespi detto il Cerano (1) Creta (2) Crispi (1) Cristianesimo (3) Crivelli (2) Croce (1) Cronin (1) Cubismo (1) CUCINA (9) Cucina friulana (2) D'Annunzio (1) Dadaismo (1) Dalì (5) Dalle Masegne (1) Dante Alighieri (8) Darwin (2) Daumier (6) DC (1) De Amicis (1) De Champaigne (2) De Chavannes (1) De Chirico (4) De Hooch (2) De La Tour (4) De Nittis (2) De Pisis (1) De' Roberti (2) Defoe (1) Degas (16) Del Piombo (4) Delacroix (6) Delaroche (2) Delaunay (2) Deledda (1) Dell’Abate (2) Derain (2) Descartes (2) Desiderio da Settignano (1) Dickens (8) Diderot (2) Disegni (2) Disegni da colorare (10) Disegni Personali (2) Disney (1) Dix (3) Doganiere (5) Domenichino (2) Donatello (4) Donne nella Storia (42) Dossi (1) Dostoevskij (7) DOTTRINE POLITICHE (75) Du Maurier (1) Dufy (3) Dumas (1) Duprè (1) Dürer (9) Dylan (2) Ebrei (9) ECONOMIA (7) Edda Ciano (1) Edison (1) Einstein (2) El Greco (9) Eliot (1) Elsheimer (2) Emil Zola (3) Energia alternativa (6) Engels (10) Ensor (3) Epicuro (1) Erasmo da Rotterdam (1) Erboristeria (7) Ernst (3) Erotico (1) Erotismo (4) Esenin (1) Espressionismo (3) Etruschi (1) Evangelisti (3) Fallaci (1) Fantin-Latour (1) Fascismo (26) Fattori (4) Faulkner (1) Fautrier (1) Fauvismo (1) FAVOLE (2) Fedro (1) FELICITÀ (1) Fenoglio (2) Ferragamo (1) FIABE (6) Fibonacci (1) Filarete (1) Filosofi (1) Filosofi - A (1) Filosofi - F (1) Filosofi - M (1) Filosofi - P (1) Filosofi - R (1) Filosofi - S (1) FILOSOFIA (55) Fini (1) Finkelstein (1) Firenze (1) Fisica (5) Fitoterapia (10) Fitzgerald (1) Fiume (1) Flandrin (1) Flaubert (4) Fogazzaro (2) Fontanesi (1) Foppa (1) Foscolo (6) Fougeron (1) Fouquet (4) Fra' Galgario (2) Fra' Guglielmo da Pisa (1) Fragonard (9) Frammenti (1) Francia (2) François Clouet (2) Freud (1) Friedrich (5) FRIULI (8) Futurismo (3) Gadda (2) Gainsborough (11) Galdieri (1) Galilei (2) Galleria degli Uffizi (1) Gamberelli (1) Garcia Lorca (1) Garcìa Lorca (1) Garibaldi (2) Gassendi (1) Gauguin (15) Gennaio (1) Gentile da Fabriano (2) Gentileschi (2) Gerard (1) Gérard (1) Gérard David (2) Géricault (7) Gérôme (2) Ghiberti (1) Ghirlandaio (2) Gialli (1) Giallo (1) Giambellino (1) Giambologna (1) Gianfrancesco da Tolmezzo (1) Gilbert (1) Ginzburg (1) Gioberti (1) Giordano (3) Giorgione (15) Giotto (12) Giovanni Bellini (10) Giovanni della Robbia (1) Giovanni XXIII (8) Giustizia (1) Glossario dell'arte (19) Gnocchi-Viani (1) Gobetti (1) Goethe (9) Gogol' (2) Goldoni (1) Gončarova (2) Gorkij (3) Gotico (1) Goya (11) Gozzano (2) Gozzoli (1) Gramsci (4) Grecia (2) Greene (1) Greuze (4) Grimm (2) Gris (2) Gros (7) Grosz (3) Grünewald (5) Guadagni (1) Guardi (5) Guercino (1) Guest (1) Guglielminetti (1) Guglielmo di Occam (1) Guinizelli (1) Gutenberg (2) Guttuso (4) Hals (3) Hawthorne (1) Hayez (4) Heckel (1) Hegel (6) Heine (1) Heinrich Mann (1) Helvétius (1) Hemingway (3) Henri Rousseau (3) Higgins (1) Hikmet (1) Hobbema (2) Hobbes (1) Hodler (1) Hogarth (4) Holbein il Giovane (4) Hugo (1) Hume (2) Huxley (1) Il Ponte (2) Iliade (1) Impressionismo (85) Indiani (1) Informale (1) Ingres (7) Invenzioni (31) Islam (5) Israele (1) ITALIA (2) Italo Svevo (5) Jacopo Bellini (4) Jacques-Louis David (9) James (1) Jean Clouet (2) Jean-Jacques Rousseau (3) Johns (1) Jordaens (2) Jovine (3) Kafka (3) Kandinskij (4) Kant (9) Kautsky (1) Keplero (1) Kierkegaard (1) Kipling (1) Kirchner (4) Klee (3) Klimt (4) Kollwitz (1) Kuliscioff (1) Labriola (2) Lancret (3) Land Art (1) Larsson (1) Lavoro (2) Le Nain (3) Le Sueur (2) Léger (2) Leggende (1) Leggende epiche (1) Leibniz (1) Lenin (7) Leonardo (39) Leopardi (3) Letteratura (22) Levi Montalcini (1) Liala (1) Liberalismo (1) LIBERTA' (28) LIBRI (24) Liotard (5) Lippi (5) Locke (4) Lombroso (1) Longhi (3) Lorenzetti (3) Lorenzo il Magnifico (1) Lorrain (5) Lotto (6) Luca della Robbia (1) Lucia Alberti (1) Lucrezio (2) Luini (2) Lutero (3) Macchiaioli (1) Machiavelli (10) Maderno (1) Magnasco (1) Magritte (4) Maimeri (1) Makarenko (1) Mallarmé (2) Manet (14) Mantegna (8) Manzoni (4) Maometto (4) Marcks (1) MARGHERITA HACK (1) Marquet (2) Martini (7) Marx (17) Marxismo (9) Masaccio (7) Masolino da Panicale (1) Massarenti (1) Masson (2) Matisse (6) Matteotti (2) Maupassant (1) Mauriac (1) Mazzini (5) Mazzucchelli detto il Morazzone (1) Medicina (4) Medicina alternativa (23) Medicina naturale (17) Meissonier (2) Melozzo da Forlì (2) Melville (1) Memling (4) Merimée (1) Metafisica (4) Metalli (1) Meynier (1) Micene (2) Michelangelo (11) Mickiewicz (1) Millais (1) Millet (4) Minguzzi (1) Mino da Fiesole (1) Miró (2) Mistero (10) Modigliani (4) Molinella (1) Mondrian (4) Monet (14) Montaigne (1) Montessori (2) Monti (3) Monticelli (2) Moore (1) Morandi (4) Moreau (4) Morelli (1) Moretto da Brescia (2) Morisot (3) Moroni (2) Morse (1) Mucchi (16) Munch (2) Murillo (4) Musica (14) Mussolini (5) Mussulmani (5) Napoleone (11) Natale (8) Nazismo (17) Némirovsky (1) Neo-impressionismo (3) Neoclassicismo (1) Neorealismo (1) Neruda (2) Newton (2) Nietzseche (1) Nievo (1) Nolde (2) NOTIZIE (1) Nudi nell'arte (51) Odissea (1) Olocausto (6) Omeopatia (18) Omero (2) Onorata Società (1) Ortese (1) Oudry (1) Overbeck (2) Ovidio (1) Paganesimo (1) Palazzeschi (1) Palizzi (1) Palladio (1) Palma il Vecchio (1) Panama (1) Paolo Uccello (5) Parapsicologia (1) Parini (3) Parmigianino (3) Pascal (1) Pascoli (3) Pasolini (3) Pavese (3) Pedagogia (2) Pellizza da Volpedo (2) PERSONAGGI DEL FRIULI (30) Perugino (3) Petacci (1) Petrarca (4) Piazzetta (2) Picasso (8) Piero della Francesca (8) Piero di Cosimo (2) Pietro della Cortona (1) Pila (2) Pinturicchio (2) Pirandello (2) Pisanello (2) Pisano (1) Pissarro (10) Pitagora (1) Plechanov (1) Poe (1) Poesie (4) Poesie Classiche (18) POESIE di DONNE (2) Poesie personali (16) POETI CONTRO IL RAZZISMO (1) POETI CONTRO LA GUERRA (18) Poliziano (1) Pollaiolo (4) Pomodoro (1) Pomponazzi (1) Pontano (1) Pontormo (1) Pop Art (1) Poussin (9) Pratolini (1) Premi Letterari (3) Prévost (1) Primaticcio (2) Primo Levi (1) Problemi sociali (2) Procaccini (1) PROGRAMMI PC (1) Prostituzione (1) Psicoanalisi (1) PSICOLOGIA (5) Pubblicità (1) Pulci (1) Puntitismo (3) Puvis de Chavannes (1) Quadri (3) Quadri personali (1) Quarton (2) Quasimodo (1) Rabelais (1) Racconti (1) Racconti personali (1) Raffaello (20) Rasputin (1) Rauschenberg (1) Ravera (1) Ray (1) Razzismo (1) Realismo (3) Rebreanu (1) Recensione libri (15) Redon (1) Regina Bracchi (1) Religione (7) Rembrandt (10) Reni (4) Renoir (18) Resistenza (8) Ribera (4) RICETTE (3) Rimbaud (2) Rinascimento (3) RIVOLUZIONARI (55) Rococò (1) Roma (6) Romantici (1) Romanticismo (1) Romanzi (3) Romanzi rosa (1) Rossellino (1) Rossetti (1) Rosso Fiorentino (3) Rouault (1) Rousseau (3) Rovani (1) Rubens (13) Russo (1) Sacchetti (1) SAGGI (11) Salute (16) Salvator Rosa (2) San Francesco (5) Sannazaro (2) Santi (1) Sassetta (2) Scapigliatura (1) Scheffer (1) Schiele (3) Schmidt-Rottluff (1) Sciascia (2) Scienza (8) Scienziati (13) Scipione (1) Scoperte (33) Scoto (1) Scrittori e Poeti (24) Scultori (2) Segantini (2) Sellitti (1) Seneca (2) Sereni (1) Sérusier (2) Sessualità (5) Seurat (3) Severini (1) Shaftesbury (1) Shoah (7) Signac (3) Signorelli (2) Signorini (1) Simbolismo (2) Sindacato (1) Sinha (1) Sironi (2) Sisley (3) Smith (1) Socialismo (45) Società segrete (1) Sociologia (4) Socrate (1) SOLDI (1) Soldi Internet (1) SOLIDARIETA' (6) Solimena (2) Solženicyn (1) Somerset Maugham (3) Sondaggi (1) Sorel (2) Soulanges (2) Soutine (1) Spagna (1) Spagnoletto (4) Spaventa (1) Spinoza (2) Stampa (2) Steinbeck (1) Stendhal (1) Stevenson (4) Stilista (1) STORIA (68) Storia del Pensiero (81) Storia del teatro (1) Storia dell'arte (122) Storia della tecnica (24) Storia delle Religioni (47) Stubbs (1) Subleyras (2) Superstizione (1) Surrealismo (1) Swift (3) Tacca (1) Tacito (1) Tasca (1) Tasso (2) Tassoni (1) Ter Brugghen (2) Terapia naturale (18) Terracini (1) Thomas Mann (6) Tiepolo (4) Tina Modotti (1) Tintoretto (8) Tipografia (2) Tiziano (18) Togliatti (2) Toland (1) Tolstoj (2) Tomasi di Lampedusa (3) Toulouse-Lautrec (5) Tradizioni (1) Troyon (2) Tura (2) Turati (2) Turgenev (2) Turner (6) UDI (1) Ugrešić (1) Umanesimo (1) Umorismo (1) Ungaretti (3) Usi e Costumi (1) Valgimigli (2) Van Der Goes (3) Van der Weyden (4) Van Dyck (6) Van Eyck (8) Van Gogh (15) Van Honthors (2) Van Loo (2) Vangelo (3) Velàzquez (8) Veneziano (2) Verdura (1) Verga (10) Verismo (10) Verlaine (5) Vermeer (8) Vernet (1) Veronese (3) Verrocchio (2) VIAGGI (2) Viani (1) Vico (1) Video (13) Vigée­-Lebrun (2) VINI (3) Virgilio (3) Vittorini (2) Vivanti (1) Viviani (1) Vlaminck (1) Volta (2) Voltaire (2) Vouet (4) Vuillard (3) Warhol (1) Watson (1) Watteau (9) Wells (1) Wilde (1) Winterhalter (1) Witz (2) Wright (1) X X X da fare (34) Zurbarán (3)