sabato 5 luglio 2008

PAUL GAUGUIN - Vita e opere (Life and Works)

        
Paul Gauguin si sposò poco prima dei trent'anni, che è un'età giusta. Buona anche la scelta della sposa: Mette-Sophie Gad, una ragazza dell'alta borghesia di Copenaghen. A quel tempo Gauguin, abbandonata la carriera mercantile, lavorava come agente di cambio.
Era attivo, capace. Realizzava guadagni eccellenti. Dall'unione con Mette nacquero, uno dopo l'altro, cinque figli.
Ma ad un tratto, sui trentacinque anni, eccolo cambiare radicalmente, e abbandonare lavoro, casa, famiglia. E perché? Per dipingere.
In un romanzo molto noto, "La luna e sei soldi", lo scrittore Somerset Maugham racconta che la moglie di Gauguin quando seppe il motivo dell'improvvisa e inattesa decisione, si chiese sbalordita perché mai il marito non le avesse mai parlato della sua passione per la pittura.
Che l'infelice Mette sia stata oppure no all'oscuro del temperamento artistico del marito, l'interrogativo principale rimane però questo: per quale motivo l'arte è tanto spesso incompatibile con la vita ordinata della gente comune? Se lo avessi chiesto a Gauguin, probabilmente mi avrebbe risposto...
"Perché la vita della gente comune è ordinata, non è vita!".
Il mondo in cui aveva vissuto fino a quel momento, piccolo mondo borghese dominato dalle convenzioni, gli appariva scialbo, limitato. La sua vocazione artistica aveva bisogno, per realizzarsi, di assoluta libertà: non era conciliabile con il lavoro alla banca, con le minute preoccupazioni quotidiane.
Egli lasciò quindi senza rimpianti un'esistenza che non gli era naturale e neanche gradita. Questa tipica "inadattabilità" alla vita borghese, dovuta alla natura di artista, era accentuata dall'indole personale dell'uomo.
"Se dicessi che discendo, per parte di madre, da un Borgia d'Aragona, viceré del Perù, non mi credereste, e direste che mi vanto"... Così affermava con orgoglio Gauguin. Invece, diceva la pura verità.
La sua infanzia si era svolta in un clima avventuroso. Quando Paul aveva appena tre anni, suo padre era stato costretto, per ragioni politiche, a trasferirsi con la famigliola nel paese d'origine della moglie: il Perù. Ma durante la traversata il povero uomo, colpito da un attacco di cuore, era morto all'improvviso; cosicché a Lima arrivarono soltanto la giovane vedova e i due figli. Accolti nella casa di un vecchio zio ricco e aristocratico (tra i membri della famiglia vi era perfino un presidente della Repubblica peruviana), Madame Gauguin e i due bambini avevano conosciuto un'esistenza fastosa. Il piccolo Paul rimase profondamente colpito dall'atmosfera della capitale peruviana e quando tornò in Francia (aveva solo undici anni), già gli era entrato nel sangue l'amore per le terre esotiche. La sua fantasia rimase sempre sensibile a quel fascino favoloso. Con il temperamento inquieto e la nostalgia di mondi lontani che gli veniva dalle sue origini familiari, Gauguin era destinato a essere un uomo perpetuamente tormentato. Ma forse non sarebbe giunto a un atto di ribellione senza la scoperta della pittura, e più precisamente di quella impressionistica.

QUASI UN INFERNO

Gauguin non voleva fare dei quadri più o meno "ben dipinti": voleva tradurre sulla tea il proprio mondo fantastico e, come avevano già fatto gli Impressionisti, andava alla ricerca di nuovi mezzi espressivi.
Ma la stessa rivoluzione artistica degli Impressionisti era, per lui, soltanto un punto di partenza. Essi avevano rinnovato straordinariamente le risorse tecniche della pittura, ma Gauguin già sentiva il bisogno di andare oltre, per una strada sua, di trovare un'ispirazione "pura", al di là dei programmi comuni delle nuove scuole pittoriche. Anche gli Impressionisti, ormai, erano diventati una "scuola" che aveva le sue leggi, le sue regole. Gauguin sentiva in sé la spinta verso qualcosa di nuovo. Ma per scoprire che cosa fosse, gli occorrevano tempo e denaro. Dovette fare a meno dell'uno e dell'altro, tirando avanti alla meglio.
Nel ritiro di Pont-Aven in Bretagna, poi in un viaggio alla Martinica, poi a Parigi, poi ancora a Pont-Aven, compie la prima fase della sua esperienza, riuscendo a sopravivere grazie ad aiuti economici di amici.
Poi è la volta della sua convivenza con Vincent Van Gogh, ad Arles; i due artisti sono impegnati in un allucinante lavoro di scoperta. Il periodo si chiude col naufragio di Van Gogh nella pazzia.
Intanto Mette, che insieme coi figli viveva a Copenaghen nella casa dei genitori, non perdeva occasione per sfogare contro di lui tutta la sua amarezza di moglie abbandonata. Gauguin continuò a scriverle: decine di lettere in cui le diceva tutto: gli entusiasmi e le sconfitte, i dubbi e le ribellioni. E le diceva anche che non aveva cessato di amarla, che un giorno, raggiunto il successo(su questo non aveva dubbi), avrebbero ricostruito insieme il loro focolare. Ma le lettere di Mette, gelide e piene di rancore, contenevano solo lamenti e richieste di danaro.

QUASI UN PARADISO

Gauguin aveva trovato un suo linguaggio pittorico, lasciando piena libertà all'invenzione e creandosi uno stile personalissimo. Ma soprattutto si era definitivamente distaccato da una civiltà e una cultura ormai troppo legate a schemi e complicazioni. Perciò fu irresistibilmente attratto dalle isole lontane dei Mari del Sud.
Partì nel 1891. Prima a Tahiti, poi alle isole Marchesi, egli trovò quel tanto di paradiso che un uomo può trovare sulla terra. In Polinesia, il pittore non aveva predecessori, era libero dalle suggestioni di scuole e di modelli, poteva dipingere con lo stesso fervore e la stessa innocenza degli artisti primitivi.
La gente delle sole lo adorava: a differenza degli altri bianchi, egli trattava gli indigeni da pari a pari, viveva felice tra loro, e ne aveva adottato le abitudini. Lo chiamavano "il pittore che fa gli uomini" ed erano i modelli più docili che avesse mai avuto. I bianchi, invece, lo sfuggivano: quel francese stravagante, che girava seminudo e aizzava gli indigeni contro il governo coloniale, era un pericolo pubblico...
Le donne erano il soggetto preferito di Gauguin: non si stancava di esaltarne, nei suoi dipinti, la prepotente bellezza, la grazia flessuosa dei corpi, il fascino dei volti enigmatici. Qualcuna di loro, dopo aver posato, restava: come Pahura, la più bella ragazza di Papete, che gli diede due figli e che egli ritrasse in alcune celebri tele.
I suoi quadri, splendenti dei colori radiosi del paesaggio polinesiano, fecero sensazione a Parigi. Ma il momento del trionfo non era ancora giunto per la sua pittura: il pubblico appariva sconcertato, i critici esitavano, i compratori erano rari. Così, di soldi ne arrivavano pochi. Le difficoltà di denaro non smisero di avvelenargli l'esistenza (lo spinsero fino ad un tentativo di suicidio). Inoltre, era malato: una vecchia ferita alla gamba si era riaperta; col tempo, l'infezione si era estesa, causandogli terribili sofferenze.
Tuttavia, nell'agosto 1901, trovò la forza di partire di nuovo: si trasferì alle Marchesi, a ritrovò ancora più aperta l'ostilità dei bianchi: Ben presto, anche gli abitanti del villaggio, che dapprima gli si erano dimostrati amici, intimoriti dalle minacce dei gendarmi e dalle esortazioni del vescovo, non osarono più frequentarlo.
Le notizie di Parigi si facevano sempre più rare; da parte di Mette, silenzio. Intanto, la malattia progrediva: Venne il giorno in cui non poté più alzarsi. E venne quello, più tragico, in cui dovette rinunciare a dipingere. Per lui, per l'uomo che aveva sacrificato tutto, disperatamente, alla pittura, era la morte.
Quella vera, definitiva, sopraggiunse l'8 maggio 103.
Gauguin aveva cinquantacinque anni.


L'ARTE

Per comodità di classificazione, Gauguin viene definito spesso come simbolista, e il suo nome è avvicinato a quelli di Degas e di Lautrec. In realtà, Gauguin si distacca dai pittori del suo tempo, sia per i temi delle sue pitture che per la tecnica personalissima. Nelle sue opere più tipiche (quelle compiute in Bretagna e soprattutto in Polinesia) espresse l'aspirazione a un mondo libero e innocente, in cui l'uomo ignora le leggi delle società civili.
Gauguin è uno degli artisti più rappresentativi della pittura moderna: i suoi quadri sono disputati a colpi di milioni sui mercati d'arte di tutto il mondo.

ALCUNE SUE OPERE
   
BONJOUR MONSIEUR GAUGUIN (1889)
Paul Gauguin (1851-1903)
Narodni Galerie – Praga
Tela cm. 113 x 92


Una piccola scena quotidiana: una donna, in costume contadino bretone, scambia un saluto con il "Signor" Gauguin, il forestiero venuto a stare in paese per un lungo periodo. Gauguin riesce a trasformare questo episodio banale in opera d'arte.


   


TA MATETE - La marché - Il mercato (1892)
Paul Gauguin (1851-1903)
Musée d'Orsay a Parigi
Olio su tela cm 73 x 92



Questo quadro, dove alcune donne stanno sedute all'ombra mentre il riverbero del sole accende le tinte delle loro vesti, dà la sensazione di un mondo fuori della realtà. Tutta la scena ci appare come avvolta in un'incantata atmosfera di viva, completa felicità.
  
         
 LA VISIONE DOPO LA PREDICA - The Vision after the Sermon 
Paul Gauguin (1851-1903)
Edimburgo, Galleria Nazionale di Scozia 

Le contadine bretoni, col loro abito nero e la caratteristica cuffia bianca, servirono spesso da modelle a Gauguin. Qui, le cuffie bianche hanno attratto il pittore come certi fiori strani, con petali larghi alternati a petali tortuosi.


2 commenti:

Sophia ha detto...

ciao come va? te non sei iscritto a trivago vero? si tratta di una comunità di viaggi dove guadagni soldi scrivendo opi, mandando foto e votando gli altri e tante altre cose, se ti fa lasciami la mail che ti mando invito, cosi ti scrivi sotto di me. per il resto spero che vada tutto bene. ferie?

Ondamagis ha detto...

ciao Loris, un salutino velocissimo per augurarti buona domenica. Mandini

Afrodisiaco (1) Aglietta (1) Albani (2) Alberti (1) Alda Merini (1) Alfieri (4) Altdorfer (2) Alvaro (1) Amore (2) Anarchici (1) Andersen (1) Andrea del Castagno (3) Andrea del Sarto (4) Andrea della Robbia (1) Anonimo (2) Anselmi (1) Antonello da Messina (4) Antropologia (7) APPELLO UMANITARIO (5) Apuleio (1) Architettura (4) Arcimboldo (1) Ariosto (4) Arnolfo di Cambio (2) Arp (1) Arte (4) Assisi (1) Astrattismo (3) Astrologia (1) Astronomia (3) Attila (1) Aulenti (1) Autori (7) Avanguardia (11) Averroè (1) Baccio della Porta (2) Bacone (2) Baldovinetti (1) Balla (1) Balzac (2) Barbara (1) Barocco (1) Baschenis (1) Baudelaire (2) Bayle (1) Bazille (4) Beato Angelico (6) Beccafumi (3) Befana (1) Bellonci (1) Bergson (1) Berkeley (2) Bernini (1) Bernstein (1) Bevilacqua (1) Biografie (11) Blake (2) Boccaccio (2) Boccioni (2) Böcklin (2) Body Art (1) Boiardo (1) Boito (1) Boldini (3) Bonheur (3) Bonnard (2) Borromini (1) Bosch (4) Botanica (1) Botticelli (7) Boucher (9) Bouts (2) Boyle (1) BR (1) Bramante (2) Brancati (1) Braque (1) Breton (3) Brill (2) Brontë (1) Bronzino (4) Bruegel il Vecchio (3) Brunelleschi (1) Bruno (2) Buddhismo (1) Buonarroti (1) Byron (2) Caillebotte (2) Calcio (1) Calvino (2) Calzature (1) Camillo Prampolini (1) Campanella (4) Campin (1) Canaletto (4) Cancro (2) Canova (2) Cantù (1) Capitalismo (3) Caravaggio (19) Carlevarijs (2) Carlo Levi (3) Carmi (1) Carpaccio (3) Carrà (1) Carracci (4) Carriere (1) Carroll (1) Cartesio (3) Casati (1) Cattaneo (1) Cattolici (1) Cavalcanti (1) Cellini (2) Cervantes (3) Cézanne (19) Chagall (3) Chardin (4) Chassériau (2) Chaucer (1) CHE GUEVARA (1) Cialente (1) Cicerone (8) Cimabue (4) Cino da Pistoia (1) Città del Vaticano (3) Clarke (1) Classici (26) Classicismo (1) Cleland (1) Collins (1) COMMUNITY (2) Comunismo (28) Condillac (1) Constable (4) Copernico (2) Corano (1) Cormon (2) Corot (9) Correggio (4) Cosmesi (1) Costa (1) Courbet (9) Cousin il giovane (2) Couture (2) Cranach (3) Crepuscolari (1) Crespi (2) Crespi detto il Cerano (1) Creta (2) Crispi (1) Cristianesimo (3) Crivelli (2) Croce (1) Cronin (1) Cubismo (1) CUCINA (9) Cucina friulana (2) D'Annunzio (1) Dadaismo (1) Dalì (5) Dalle Masegne (1) Dante Alighieri (8) Darwin (2) Daumier (6) DC (1) De Amicis (1) De Champaigne (2) De Chavannes (1) De Chirico (4) De Hooch (2) De La Tour (4) De Nittis (2) De Pisis (1) De' Roberti (2) Defoe (1) Degas (16) Del Piombo (4) Delacroix (6) Delaroche (2) Delaunay (2) Deledda (1) Dell’Abate (2) Derain (2) Descartes (2) Desiderio da Settignano (1) Dickens (8) Diderot (2) Disegni (2) Disegni da colorare (10) Disegni Personali (2) Disney (1) Dix (3) Doganiere (5) Domenichino (2) Donatello (4) Donne nella Storia (42) Dossi (1) Dostoevskij (7) DOTTRINE POLITICHE (75) Dova (1) Du Maurier (1) Dufy (3) Dumas (1) Duprè (1) Dürer (9) Dylan (2) Ebrei (9) ECONOMIA (7) Edda Ciano (1) Edison (1) Einstein (2) El Greco (9) Eliot (1) Elsheimer (2) Emil Zola (3) Energia alternativa (6) Engels (10) Ensor (3) Epicuro (1) Erasmo da Rotterdam (1) Erboristeria (7) Ernst (3) Erotico (1) Erotismo (4) Esenin (1) Espressionismo (3) Etruschi (1) Evangelisti (3) Fallaci (1) Fantin-Latour (1) Fascismo (26) Fattori (4) Faulkner (1) Fautrier (1) Fauvismo (1) FAVOLE (2) Fedro (1) FELICITÀ (1) Fenoglio (2) Ferragamo (1) FIABE (6) Fibonacci (1) Filarete (1) Filosofi (1) Filosofi - A (1) Filosofi - F (1) Filosofi - M (1) Filosofi - P (1) Filosofi - R (1) Filosofi - S (1) FILOSOFIA (55) Fini (1) Finkelstein (1) Firenze (1) Fisica (5) Fitoterapia (10) Fitzgerald (1) Fiume (1) Flandrin (1) Flaubert (4) Fogazzaro (2) Fontanesi (1) Foppa (1) Foscolo (6) Fougeron (1) Fouquet (4) Fra' Galgario (2) Fra' Guglielmo da Pisa (1) Fragonard (9) Frammenti (1) Francia (2) François Clouet (2) Freud (1) Friedrich (5) FRIULI (8) Futurismo (3) Gadda (2) Gainsborough (14) Galdieri (1) Galilei (2) Galleria degli Uffizi (1) Gamberelli (1) Garcia Lorca (1) Garcìa Lorca (1) Garibaldi (2) Gassendi (1) Gauguin (17) Gennaio (1) Gentile da Fabriano (2) Gentileschi (2) Gerard (1) Gérard (1) Gérard David (2) Géricault (7) Gérôme (2) Ghiberti (1) Ghirlandaio (2) Gialli (1) Giallo (1) Giambellino (1) Giambologna (1) Gianfrancesco da Tolmezzo (1) Gilbert (1) Ginzburg (1) Gioberti (1) Giordano (3) Giorgione (15) Giotto (12) Giovanni Bellini (10) Giovanni della Robbia (1) Giovanni XXIII (8) Giustizia (1) Glossario dell'arte (19) Gnocchi-Viani (1) Gobetti (1) Goethe (9) Gogol' (2) Goldoni (1) Gončarova (2) Gorkij (3) Gotico (1) Goya (11) Gozzano (2) Gozzoli (1) Gramsci (4) Grecia (2) Greene (1) Greuze (4) Grimm (2) Gris (2) Gros (7) Grosz (3) Grünewald (5) Guadagni (1) Guardi (6) Guercino (1) Guest (1) Guglielminetti (1) Guglielmo di Occam (1) Guinizelli (1) Gutenberg (2) Guttuso (4) Hals (3) Hawthorne (1) Hayez (4) Heckel (1) Hegel (6) Heine (1) Heinrich Mann (1) Helvétius (1) Hemingway (3) Henri Rousseau (3) Higgins (1) Hikmet (1) Hobbema (2) Hobbes (1) Hodler (1) Hogarth (4) Holbein il Giovane (4) Hugo (1) Hume (2) Huxley (1) Il Ponte (2) Iliade (1) Impressionismo (85) Indiani (1) Informale (1) Ingres (7) Invenzioni (31) Islam (5) Israele (1) ITALIA (2) Italo Svevo (5) Jacopo Bellini (4) Jacques-Louis David (9) James (1) Jean Clouet (2) Jean-Jacques Rousseau (3) Johns (1) Jordaens (2) Jovine (3) Kafka (3) Kandinskij (4) Kant (9) Kautsky (1) Keplero (1) Kierkegaard (1) Kipling (1) Kirchner (4) Klee (3) Klimt (4) Kollwitz (1) Kuliscioff (1) Labriola (2) Lancret (3) Land Art (1) Larsson (1) Lavoro (2) Le Nain (3) Le Sueur (2) Léger (2) Leggende (1) Leggende epiche (1) Leibniz (1) Lenin (7) Leonardo (43) Leopardi (3) Letteratura (22) Levi Montalcini (1) Liala (1) Liberalismo (1) LIBERTA' (28) LIBRI (23) Liotard (5) Lippi (5) Locke (4) Lombroso (1) Longhi (3) Lorenzetti (3) Lorenzo il Magnifico (1) Lorrain (5) Lotto (6) Luca della Robbia (1) Lucia Alberti (1) Lucrezio (2) Luini (2) Lutero (3) Macchiaioli (1) Machiavelli (10) Maderno (1) Magnasco (1) Magritte (4) Maimeri (1) Makarenko (1) Mallarmé (2) Manet (14) Mantegna (8) Manzoni (4) Maometto (4) Marcks (1) MARGHERITA HACK (1) Marquet (2) Martini (7) Marx (17) Marxismo (9) Masaccio (7) Masolino da Panicale (1) Massarenti (1) Masson (2) Matisse (6) Matteotti (2) Maupassant (1) Mauriac (1) Mazzini (5) Mazzucchelli detto il Morazzone (1) Medicina (4) Medicina alternativa (23) Medicina naturale (17) Meissonier (2) Melozzo da Forlì (2) Melville (1) Memling (4) Merimée (1) Metafisica (4) Metalli (1) Meynier (1) Micene (2) Michelangelo (11) Mickiewicz (1) Millais (1) Millet (4) Minguzzi (1) Mino da Fiesole (1) Miró (2) Mistero (10) Modigliani (4) Molinella (1) Mondrian (4) Monet (14) Montaigne (1) Montessori (2) Monti (3) Monticelli (2) Moore (1) Morandi (4) Moreau (4) Morelli (1) Moretto da Brescia (2) Morisot (3) Moroni (2) Morse (1) Mucchi (16) Munch (2) Murillo (4) Musica (14) Mussolini (5) Mussulmani (5) Napoleone (11) Natale (8) Nazismo (17) Némirovsky (1) Neo-impressionismo (3) Neoclassicismo (1) Neorealismo (1) Neruda (2) Newton (2) Nietzseche (1) Nievo (1) Nolde (2) NOTIZIE (1) Nudi nell'arte (52) Odissea (1) Olocausto (6) Omeopatia (18) Omero (2) Onorata Società (1) Ortese (1) Oudry (1) Overbeck (2) Ovidio (1) Paganesimo (1) Palazzeschi (1) Palizzi (1) Palladio (1) Palma il Vecchio (1) Panama (1) Paolo Uccello (5) Parapsicologia (1) Parini (3) Parmigianino (3) Pascal (1) Pascoli (3) Pasolini (3) Pavese (3) Pedagogia (2) Pellizza da Volpedo (2) PERSONAGGI DEL FRIULI (30) Perugino (3) Petacci (1) Petrarca (4) Piazzetta (2) Picasso (8) Piero della Francesca (8) Piero di Cosimo (2) Pietro della Cortona (1) Pila (2) Pinturicchio (2) Pirandello (2) Pisanello (2) Pisano (1) Pissarro (10) Pitagora (1) Plechanov (1) Poe (1) Poesie (4) Poesie Classiche (18) POESIE di DONNE (2) Poesie personali (16) POETI CONTRO IL RAZZISMO (1) POETI CONTRO LA GUERRA (18) Poliziano (1) Pollaiolo (4) Pomodoro (1) Pomponazzi (1) Pontano (1) Pontormo (1) Pop Art (1) Poussin (9) Pratolini (1) Premi Letterari (3) Prévost (1) Primaticcio (2) Primo Levi (1) Problemi sociali (2) Procaccini (1) PROGRAMMI PC (1) Prostituzione (1) Psicoanalisi (1) PSICOLOGIA (5) Pubblicità (1) Pulci (1) Puntitismo (3) Puvis de Chavannes (1) Quadri (2) Quadri personali (1) Quarton (2) Quasimodo (1) Rabelais (1) Racconti (1) Racconti personali (1) Raffaello (20) Rasputin (1) Rauschenberg (1) Ravera (1) Ray (1) Razzismo (1) Realismo (3) Rebreanu (1) Recensione libri (15) Redon (1) Regina Bracchi (1) Religione (7) Rembrandt (10) Reni (4) Renoir (19) Resistenza (8) Ribera (4) RICETTE (3) Rimbaud (2) Rinascimento (3) RIVOLUZIONARI (55) Rococò (1) Roma (6) Romantici (1) Romanticismo (1) Romanzi (3) Romanzi rosa (1) Rossellino (1) Rossetti (1) Rosso Fiorentino (3) Rouault (1) Rousseau (3) Rovani (1) Rubens (13) Russo (1) Sacchetti (1) SAGGI (11) Salute (16) Salvator Rosa (2) San Francesco (5) Sannazaro (2) Santi (1) Sassetta (2) Scapigliatura (1) Scheffer (1) Schiele (3) Schmidt-Rottluff (1) Sciascia (2) Scienza (8) Scienziati (13) Scipione (1) Scoperte (33) Scoto (1) Scott (1) Scrittori e Poeti (24) Scultori (2) Segantini (2) Sellitti (1) Seneca (2) Sereni (1) Sérusier (2) Sessualità (5) Seurat (3) Severini (1) Shaftesbury (1) Shoah (7) Signac (3) Signorelli (2) Signorini (1) Simbolismo (2) Sindacato (1) Sinha (1) Sironi (2) Sisley (3) Smith (1) Socialismo (45) Società segrete (1) Sociologia (4) Socrate (1) SOLDI (1) Soldi Internet (1) SOLIDARIETA' (6) Solimena (2) Solženicyn (1) Somerset Maugham (3) Sondaggi (1) Sorel (2) Soulages (1) Soulanges (2) Soutine (1) Spagna (1) Spagnoletto (4) Spaventa (1) Spinoza (2) Stampa (2) Steinbeck (1) Stendhal (1) Stevenson (4) Stilista (1) STORIA (68) Storia del Pensiero (81) Storia del teatro (1) Storia dell'arte (123) Storia della tecnica (24) Storia delle Religioni (47) Stubbs (1) Subleyras (2) Superstizione (1) Surrealismo (1) Swift (3) Tacca (1) Tacito (1) Tasca (1) Tasso (2) Tassoni (1) Ter Brugghen (2) Terapia naturale (18) Terracini (1) Thomas Mann (6) Tiepolo (4) Tina Modotti (1) Tintoretto (8) Tipografia (2) Tiziano (18) Togliatti (2) Toland (1) Tolstoj (2) Tomasi di Lampedusa (3) Toulouse-Lautrec (5) Tradizioni (1) Troyon (2) Tura (2) Turati (2) Turgenev (2) Turner (6) UDI (1) Ugrešić (1) Umanesimo (1) Umorismo (1) Ungaretti (3) Usi e Costumi (1) Valgimigli (2) Van Der Goes (3) Van der Weyden (4) Van Dyck (6) Van Eyck (8) Van Gogh (15) Van Honthors (2) Van Loo (2) Vangelo (3) Velàzquez (8) Veneziano (2) Verdura (1) Verga (10) Verismo (10) Verlaine (5) Vermeer (8) Vernet (1) Veronese (4) Verrocchio (2) VIAGGI (2) Viani (1) Vico (1) Video (13) Vigée­-Lebrun (2) VINI (3) Virgilio (3) Vittorini (2) Vivanti (1) Viviani (1) Vlaminck (1) Volta (2) Voltaire (2) Vouet (4) Vuillard (3) Warhol (1) Watson (1) Watteau (9) Wells (1) Wilde (1) Winterhalter (1) Witz (2) Wright (1) X X X da fare (34) Zurbarán (3)