domenica 25 maggio 2008

Ernest Hemingway - Fernanda Pivano


Negli anni immediatamente successivi alla fine della prima guerra mondiale la letteratura americana stava di casa a Parigi. Romanzieri, poeti, saggisti erano calati nel vecchio continente alla ricerca di facili emozioni: "generazione perduta" li chiamarono, ma per molti di loro era una "perdita" accettata con molta disinvoltura e piuttosto piacevolmente, una soluzione turistica di una crisi spirituale i cui reali elementi non si volevano mettere in luce ( fa eccezione lo scrittore Scott Fitzgerald, soprattutto per il romanzo TENERA E' LA NOTTE, in cui interpretò con tono appassionato ambienti e personaggi dell'età del jazz. Autore di alcuni dei più bei racconti della letteratura americana del tempo, finì rovinato dall'alcool).
Tra questi intellettuali c'era anche chi era venuto in Europa qualche anno prima, non proprio da turista: ma in divisa di soldato Yankee, per la grande avventura della guerra. Finita questa, non aveva più voluto tornare. E si era fermato nella capitale francese, entrando in quegli ambienti cosmopoliti, spezzando i legami con la realtà del suo paese, e creandosi tutto un mondo letterario in cui confluivano le influenze più eclettiche.
Questo fu il caso di Ernest Hemingway.
Nato il 21 luglio 1898 a Oak Park, nell'Illinois, era venuto in Europa nel 1917 come corrispondente di un giornale di Kansas City; volontario, poi, nell'esercito italiano, era stato ferito e aveva trascorso una lunga convalescenza a Milano. Stabilitosi a Parigi nel 1921, era entrato nell'ambente dei letterati americani emigrati, le cui due più forti personalità, la scrittrice Gertrude Stein (1874-1946, nata in Pennsylvania, parigina di adozione, introdusse nella prosa americana un periodiare disarticolato, alogico, basato sulla ripetizione ossessiva delle parole e delle frasi, che fu poi imitato da altri scrittori americani, come Faulkner, Anderson, e lo stesso Hemingway) e il poeta Ezra Pound (nato nel 1885 nell'Idaho, visse in Europa fin dal 1908. Simpatizzante del fascismo, partecipò a trasmissioni radiofoniche per conto della Repubblica di Salò. Si salvò dal processo per tradimento perché riconosciuto infermo di mente) lo aiutarono, correggendogli addirittura i primi scritti. Frutto di questa specie di tirocinio fu il romanzo FIESTA del 1936.
FIESTA una storia ambientata in Spagna, tra fieste e corride, e i personaggi sono sempre molto ubriachi in una specie di "interessanti" avventure. Gente che l'autore vuole indicarci come tormentata da rapidi drammi psicologici, incapaci di vivere una vita normale; ma che tutto sommato sentiamo tendere continuamente a fare quella di vita un piacevole mito letterario.
Questa superficialità è dunque il principale difetto del primo romanzo di Hemingway.

Ma per fortuna sua Hemingway aveva dentro qualcos'altro, un vero talento che si palesò a poco a poco, e sempre nei suoi libri migliori. Hemingway non è mai stato lo scrittore adatto ad esprimere complicazioni psicologiche e incerti tormenti di "generazioni perdute". Non è solo il tono di una involuta drammaticità. Il suo tono più reale e più ricco è quello di una specie di epicità naturale, di gusto intenso per la vita, per le sensazioni vitali. Hemingway non è riuscito a creare tanti personaggi veramente convincenti (e questo forse proprio perché gli è mancato un ambiente suo proprio dove vivere e penetrare la vita di determinati uomini): ma ha saputo scrivere molte pagine piene di sensazioni, ricche di descrizioni di ambienti naturali assolutamente intense e vitali. Questa e quella di saper rendere forte efficacia visiva certi avvenimenti generali che egli descrive, sono le sue doti più ricche: e in fondo la prima spiega benissimo la seconda. Molti critici quando parlando di Hemingway insistevano sulla sua "passione" per la morte, sul senso della morte che c'è nei suoi libri: e citavano specialmente MORTE NEL POMERIGGIO (1932), l'interpretazione rituale e nonostante tutto un po' letteraria che Hemingway ha dato della corrida. Non c'è forse scrittore che sia portato a far uso dei suoi cinque sensi tanto intensamente quanto lui.

Il gusto di vivere, di assaporare, di sentire, di vedere, di ricordare: ecco quello che Hemingway sa rappresentare meglio di ogni altra cosa. E basta leggere proprio in MORTE NEL POMERIGGIO quelle ultime pagine, piene di disordinate sensazioni accumulate una sull'altra ("la gran cosa è resistere e fare il nostro lavoro e vedere e udire e imparare e capire; e scrivere quando si ha qualcosa"). E sempre in questo tono sono le belle pagine del soggiorno svizzero in ADDIO ALLE ARMI, il libro ispirato dall'esperienza della guerra in Italia (in cui venne ferito e poi decorato) e uscito nel 1929 (dove ci sono anche le pagine su Caporetto, che sono un bell'esempio di quell'altra dote di Hemingway - da grande "giornalista", potrei dire). E i racconti di pesca e di caccia nel libro dei 49 RACCONTI, quelli sulle giornate in campagna: più bello di tutti i racconti dove Hemingway cerca di creare personaggi e intrecci drammatici. E tutto il bellissimo lungo racconto di caccia che è VERDI COLLINE D'AFRICA (1935): dove quell'"epicità naturale" di cui parlavo prima fa le sue prove forse migliori.
Ho detto in sostanza che di Hemingway convivono relativamente ambienti e personaggi (anche per quel vizio di "gusto letterario" che è eredità delle sue prime esperienze di scrittore e di uomo); e che invece riescono più vere le rappresentazioni di sensazioni e le descrizioni di avvenimenti. Questo ci può dare elementi sufficienti per renderci ragione dei suoi limiti e del suo reale talento. Ma è evidente che, in questi termini, il punto da superare resta per Hemingway, alla lunga, quello di una sorta di naturalismo delle sensazioni, per quanto brillante esso sia. E bisogna dire che Hemingway è riuscito in alcune sue pagine a superare questo limite. Così si può ricordare in AVERE E NON AVERE (romanzo ambientato tra i contrabbandieri e turisti americani a Cuba, uscito nel 1937), al di là delle pesantezze dell'intreccio, la tragica e oscura dignità del protagonista in punto di morte. E certe pagine di PER CHI SUONA LA CAMPANA(1940): il discusso romanzo ispirato a Hemingway dalla guerra di Spagna, che egli visse come esperienza diretta schierandosi apertamente per la Repubblica contro i fascisti.
Ma, dopo le nebulosità del romanzo DI LA' DAL FIUME TRA GLI ALBERI, ispirato da un precedente viaggio in Italia e qui ambientato (la storia di un colonnello dell'esercito americano che vede avvicinarsi la morte), il superamento più conseguente e intimo di quel limite è forse realizzato da Hemingway nella sua opera uscita nel 1953: il lungo racconto IL VECCHIO E IL MARE.


E' la storia molto semplice di un vecchio e povero pescatore cubano che dopo mesi di sfortuna esce solo con la sua barca in alto mare e riesce a prendere all'amo un enorme pescespada; la storia della sua lotta di giorni e di notti contro la bestia dura a morire; e del suo ritorno con la gigantesca preda finalmente uccisa legata alla barca; e infine, della sua delusione: i pescicani si avventano contro la sua pesca straordinaria e la dilaniano brano a brano, e lui torna in porto con l'enorme scheletro che solo testimonia della sua lotta e della sua vittoria.
Inizialmente ho detto che qui Hemingway riesce ad andare oltre i limiti più pericolosi della sua stessa natura. E questo perché nel IL VECCHIO E IL MARE il gusto della vita diventa sovente austera coscienza di vita: come sforzo, e combattimento, e fatica dell'uomo.
Dice il pescatore, durante la lunghissima lotta col pesce...
"...gli farò vedere che cosa sa fare un uomo e che cosa sopporta un uomo".
Il racconto diventa una celebrazione di questa forza nella fatica, anche nella sofferenza, anche se alla fine viene sconfitta. E non sembra un caso che con questo suo racconto Hemingway si ricolleghi in un certo senso ad uno dei più grandi scrittori americani: a Melville, l'autore di MOBY DICK - dove nella storia della lunga lotta del capitano Achab contro la terribile balena bianca era cantata come in un poema la forza e la fatica e la titanica dignità dell'uomo.
Il definitivo riconoscimento della sua attività di scrittore e della sua importanza nel panorama letterario del dopoguerra si ebbe con l'assegnazione nel 1954 del premio Nobel per la letteratura
Morì a Ketchum il 2 luglio 1961.


VEDI ANCHE ...

ADDIO ALLE ARMI - Ernest Hemingway

PER CHI SUONA LA CAMPANA - Ernest Hemingway


Afrodisiaco (1) Aglietta (1) Albani (2) Alberti (1) Alda Merini (1) Alfieri (4) Altdorfer (2) Alvaro (1) Amore (2) Anarchici (1) Andersen (1) Andrea del Castagno (3) Andrea del Sarto (4) Andrea della Robbia (1) Anonimo (2) Anselmi (1) Antonello da Messina (4) Antropologia (7) APPELLO UMANITARIO (5) Apuleio (1) Architettura (4) Arcimboldo (1) Ariosto (4) Arnolfo di Cambio (2) Arp (1) Arte (4) Assisi (1) Astrattismo (3) Astrologia (1) Astronomia (3) Attila (1) Aulenti (1) Autori (7) Avanguardia (11) Averroè (1) Baccio della Porta (2) Bacone (2) Baldovinetti (1) Balla (1) Balzac (2) Barbara (1) Barocco (1) Baschenis (1) Baudelaire (2) Bayle (1) Bazille (4) Beato Angelico (6) Beccafumi (3) Befana (1) Bellonci (1) Bergson (1) Berkeley (2) Bernini (1) Bernstein (1) Bevilacqua (1) Biografie (11) Blake (2) Boccaccio (2) Boccioni (2) Böcklin (2) Body Art (1) Boiardo (1) Boito (1) Boldini (3) Bonheur (3) Bonnard (2) Borromini (1) Bosch (4) Botanica (1) Botticelli (7) Boucher (9) Bouts (2) Boyle (1) BR (1) Bramante (2) Brancati (1) Braque (1) Breton (3) Brill (2) Brontë (1) Bronzino (4) Bruegel il Vecchio (3) Brunelleschi (1) Bruno (2) Buddhismo (1) Buonarroti (1) Byron (2) Caillebotte (2) Calcio (1) Calvino (2) Calzature (1) Camillo Prampolini (1) Campanella (4) Campin (1) Canaletto (4) Cancro (2) Canova (2) Cantù (1) Capitalismo (3) Caravaggio (19) Carlevarijs (2) Carlo Levi (3) Carmi (1) Carpaccio (3) Carrà (1) Carracci (4) Carriere (1) Carroll (1) Cartesio (3) Casati (1) Cattaneo (1) Cattolici (1) Cavalcanti (1) Cellini (2) Cervantes (3) Cézanne (19) Chagall (3) Chardin (4) Chassériau (2) Chaucer (1) CHE GUEVARA (1) Cialente (1) Cicerone (8) Cimabue (4) Cino da Pistoia (1) Città del Vaticano (3) Clarke (1) Classici (26) Classicismo (1) Cleland (1) Collins (1) COMMUNITY (2) Comunismo (28) Condillac (1) Constable (4) Copernico (2) Corano (1) Cormon (2) Corot (9) Correggio (4) Cosmesi (1) Costa (1) Courbet (9) Cousin il giovane (2) Couture (2) Cranach (3) Crepuscolari (1) Crespi (2) Crespi detto il Cerano (1) Creta (2) Crispi (1) Cristianesimo (3) Crivelli (2) Croce (1) Cronin (1) Cubismo (1) CUCINA (9) Cucina friulana (2) D'Annunzio (1) Dadaismo (1) Dalì (5) Dalle Masegne (1) Dante Alighieri (8) Darwin (2) Daumier (6) DC (1) De Amicis (1) De Champaigne (2) De Chavannes (1) De Chirico (4) De Hooch (2) De La Tour (4) De Nittis (2) De Pisis (1) De' Roberti (2) Defoe (1) Degas (16) Del Piombo (4) Delacroix (6) Delaroche (2) Delaunay (2) Deledda (1) Dell’Abate (2) Derain (2) Descartes (2) Desiderio da Settignano (1) Dickens (8) Diderot (2) Disegni (2) Disegni da colorare (10) Disegni Personali (2) Disney (1) Dix (3) Doganiere (5) Domenichino (2) Donatello (4) Donne nella Storia (42) Dossi (1) Dostoevskij (7) DOTTRINE POLITICHE (75) Dova (1) Du Maurier (1) Dufy (3) Dumas (1) Duprè (1) Dürer (9) Dylan (2) Ebrei (9) ECONOMIA (7) Edda Ciano (1) Edison (1) Einstein (2) El Greco (9) Eliot (1) Elsheimer (2) Emil Zola (3) Energia alternativa (6) Engels (10) Ensor (3) Epicuro (1) Erasmo da Rotterdam (1) Erboristeria (7) Ernst (3) Erotico (1) Erotismo (4) Esenin (1) Espressionismo (3) Etruschi (1) Evangelisti (3) Fallaci (1) Fantin-Latour (1) Fascismo (26) Fattori (4) Faulkner (1) Fautrier (1) Fauvismo (1) FAVOLE (2) Fedro (1) FELICITÀ (1) Fenoglio (2) Ferragamo (1) FIABE (6) Fibonacci (1) Filarete (1) Filosofi (1) Filosofi - A (1) Filosofi - F (1) Filosofi - M (1) Filosofi - P (1) Filosofi - R (1) Filosofi - S (1) FILOSOFIA (55) Fini (1) Finkelstein (1) Firenze (1) Fisica (5) Fitoterapia (10) Fitzgerald (1) Fiume (1) Flandrin (1) Flaubert (4) Fogazzaro (2) Fontanesi (1) Foppa (1) Foscolo (6) Fougeron (1) Fouquet (4) Fra' Galgario (2) Fra' Guglielmo da Pisa (1) Fragonard (9) Frammenti (1) Francia (2) François Clouet (2) Freud (1) Friedrich (5) FRIULI (8) Futurismo (3) Gadda (2) Gainsborough (14) Galdieri (1) Galilei (2) Galleria degli Uffizi (1) Gamberelli (1) Garcia Lorca (1) Garcìa Lorca (1) Garibaldi (2) Gassendi (1) Gauguin (17) Gennaio (1) Gentile da Fabriano (2) Gentileschi (2) Gerard (1) Gérard (1) Gérard David (2) Géricault (7) Gérôme (2) Ghiberti (1) Ghirlandaio (2) Gialli (1) Giallo (1) Giambellino (1) Giambologna (1) Gianfrancesco da Tolmezzo (1) Gilbert (1) Ginzburg (1) Gioberti (1) Giordano (3) Giorgione (15) Giotto (12) Giovanni Bellini (10) Giovanni della Robbia (1) Giovanni XXIII (8) Giustizia (1) Glossario dell'arte (19) Gnocchi-Viani (1) Gobetti (1) Goethe (9) Gogol' (2) Goldoni (1) Gončarova (2) Gorkij (3) Gotico (1) Goya (11) Gozzano (2) Gozzoli (1) Gramsci (4) Grecia (2) Greene (1) Greuze (4) Grimm (2) Gris (2) Gros (7) Grosz (3) Grünewald (5) Guadagni (1) Guardi (6) Guercino (1) Guest (1) Guglielminetti (1) Guglielmo di Occam (1) Guinizelli (1) Gutenberg (2) Guttuso (4) Hals (3) Hawthorne (1) Hayez (4) Heckel (1) Hegel (6) Heine (1) Heinrich Mann (1) Helvétius (1) Hemingway (3) Henri Rousseau (3) Higgins (1) Hikmet (1) Hobbema (2) Hobbes (1) Hodler (1) Hogarth (4) Holbein il Giovane (4) Hugo (1) Hume (2) Huxley (1) Il Ponte (2) Iliade (1) Impressionismo (85) Indiani (1) Informale (1) Ingres (7) Invenzioni (31) Islam (5) Israele (1) ITALIA (2) Italo Svevo (5) Jacopo Bellini (4) Jacques-Louis David (9) James (1) Jean Clouet (2) Jean-Jacques Rousseau (3) Johns (1) Jordaens (2) Jovine (3) Kafka (3) Kandinskij (4) Kant (9) Kautsky (1) Keplero (1) Kierkegaard (1) Kipling (1) Kirchner (4) Klee (3) Klimt (4) Kollwitz (1) Kuliscioff (1) Labriola (2) Lancret (3) Land Art (1) Larsson (1) Lavoro (2) Le Nain (3) Le Sueur (2) Léger (2) Leggende (1) Leggende epiche (1) Leibniz (1) Lenin (7) Leonardo (43) Leopardi (3) Letteratura (22) Levi Montalcini (1) Liala (1) Liberalismo (1) LIBERTA' (28) LIBRI (23) Liotard (5) Lippi (5) Locke (4) Lombroso (1) Longhi (3) Lorenzetti (3) Lorenzo il Magnifico (1) Lorrain (5) Lotto (6) Luca della Robbia (1) Lucia Alberti (1) Lucrezio (2) Luini (2) Lutero (3) Macchiaioli (1) Machiavelli (10) Maderno (1) Magnasco (1) Magritte (4) Maimeri (1) Makarenko (1) Mallarmé (2) Manet (14) Mantegna (8) Manzoni (4) Maometto (4) Marcks (1) MARGHERITA HACK (1) Marquet (2) Martini (7) Marx (17) Marxismo (9) Masaccio (7) Masolino da Panicale (1) Massarenti (1) Masson (2) Matisse (6) Matteotti (2) Maupassant (1) Mauriac (1) Mazzini (5) Mazzucchelli detto il Morazzone (1) Medicina (4) Medicina alternativa (23) Medicina naturale (17) Meissonier (2) Melozzo da Forlì (2) Melville (1) Memling (4) Merimée (1) Metafisica (4) Metalli (1) Meynier (1) Micene (2) Michelangelo (11) Mickiewicz (1) Millais (1) Millet (4) Minguzzi (1) Mino da Fiesole (1) Miró (2) Mistero (10) Modigliani (4) Molinella (1) Mondrian (4) Monet (14) Montaigne (1) Montessori (2) Monti (3) Monticelli (2) Moore (1) Morandi (4) Moreau (4) Morelli (1) Moretto da Brescia (2) Morisot (3) Moroni (2) Morse (1) Mucchi (16) Munch (2) Murillo (4) Musica (14) Mussolini (5) Mussulmani (5) Napoleone (11) Natale (8) Nazismo (17) Némirovsky (1) Neo-impressionismo (3) Neoclassicismo (1) Neorealismo (1) Neruda (2) Newton (2) Nietzseche (1) Nievo (1) Nobel (1) Nolde (2) NOTIZIE (1) Nudi nell'arte (52) Odissea (1) Olocausto (6) Omeopatia (18) Omero (2) Onorata Società (1) Ortese (1) Oudry (1) Overbeck (2) Ovidio (1) Paganesimo (1) Palazzeschi (1) Palizzi (1) Palladio (1) Palma il Vecchio (1) Panama (1) Paolo Uccello (5) Parapsicologia (1) Parini (3) Parmigianino (3) Pascal (1) Pascoli (3) Pasolini (3) Pavese (3) Pedagogia (2) Pellizza da Volpedo (2) PERSONAGGI DEL FRIULI (30) Perugino (3) Petacci (1) Petrarca (4) Piazzetta (2) Picasso (8) Piero della Francesca (8) Piero di Cosimo (2) Pietro della Cortona (1) Pila (2) Pinturicchio (2) Pirandello (2) Pisanello (2) Pisano (1) Pissarro (10) Pitagora (1) Plechanov (1) Poe (1) Poesie (4) Poesie Classiche (18) POESIE di DONNE (2) Poesie personali (16) POETI CONTRO IL RAZZISMO (1) POETI CONTRO LA GUERRA (18) Poliziano (1) Pollaiolo (4) Pomodoro (1) Pomponazzi (1) Pontano (1) Pontormo (1) Pop Art (1) Poussin (9) Pratolini (1) Premi Letterari (3) Prévost (1) Primaticcio (2) Primo Levi (1) Problemi sociali (2) Procaccini (1) PROGRAMMI PC (1) Prostituzione (1) Psicoanalisi (1) PSICOLOGIA (5) Pubblicità (1) Pulci (1) Puntitismo (3) Puvis de Chavannes (1) Quadri (2) Quadri personali (1) Quarton (2) Quasimodo (1) Rabelais (1) Racconti (1) Racconti personali (1) Raffaello (20) Rasputin (1) Rauschenberg (1) Ravera (1) Ray (1) Razzismo (1) Realismo (3) Rebreanu (1) Recensione libri (15) Redon (1) Regina Bracchi (1) Religione (7) Rembrandt (10) Reni (4) Renoir (19) Resistenza (8) Ribera (4) RICETTE (3) Rimbaud (2) Rinascimento (3) RIVOLUZIONARI (55) Rococò (1) Roma (6) Romantici (1) Romanticismo (1) Romanzi (3) Romanzi rosa (1) Rossellino (1) Rossetti (1) Rosso Fiorentino (3) Rouault (1) Rousseau (3) Rovani (1) Rubens (13) Russo (1) Sacchetti (1) SAGGI (11) Salute (16) Salvator Rosa (2) San Francesco (5) Sannazaro (2) Santi (1) Sassetta (2) Scapigliatura (1) Scheffer (1) Schiele (3) Schmidt-Rottluff (1) Sciamanesimo (1) Sciascia (2) Scienza (8) Scienziati (13) Scipione (1) Scoperte (33) Scoto (1) Scott (1) Scrittori e Poeti (24) Scultori (2) Segantini (2) Sellitti (1) Seneca (2) Sereni (1) Sérusier (2) Sessualità (5) Seurat (3) Severini (1) Shaftesbury (1) Shoah (7) Signac (3) Signorelli (2) Signorini (1) Simbolismo (2) Sindacato (1) Sinha (1) Sironi (2) Sisley (3) Smith (1) Socialismo (45) Società segrete (1) Sociologia (4) Socrate (1) SOLDI (1) Soldi Internet (1) SOLIDARIETA' (6) Solimena (2) Solženicyn (1) Somerset Maugham (3) Sondaggi (1) Sorel (2) Soulages (1) Soulanges (2) Soutine (1) Spagna (1) Spagnoletto (4) Spaventa (1) Spinoza (2) Stampa (2) Steinbeck (1) Stendhal (1) Stevenson (4) Stilista (1) STORIA (68) Storia del Pensiero (81) Storia del teatro (1) Storia dell'arte (123) Storia della tecnica (24) Storia delle Religioni (47) Stubbs (1) Subleyras (2) Superstizione (1) Surrealismo (1) Swift (3) Tacca (1) Tacito (1) Tasca (1) Tasso (2) Tassoni (1) Ter Brugghen (2) Terapia naturale (18) Terracini (1) Thomas Mann (6) Tiepolo (4) Tina Modotti (1) Tintoretto (8) Tipografia (2) Tiziano (18) Togliatti (2) Toland (1) Tolstoj (2) Tomasi di Lampedusa (3) Toulouse-Lautrec (5) Tradizioni (1) Troyon (2) Tura (2) Turati (2) Turgenev (2) Turner (6) UDI (1) Ugrešić (1) Umanesimo (1) Umorismo (1) Ungaretti (3) Usi e Costumi (1) Valgimigli (2) Van Der Goes (3) Van der Weyden (4) Van Dyck (6) Van Eyck (8) Van Gogh (15) Van Honthors (2) Van Loo (2) Vangelo (3) Velàzquez (8) Veneziano (2) Verdura (1) Verga (10) Verismo (10) Verlaine (5) Vermeer (8) Vernet (1) Veronese (4) Verrocchio (2) VIAGGI (2) Viani (1) Vico (1) Video (13) Vigée­-Lebrun (2) VINI (3) Virgilio (3) Vittorini (2) Vivanti (1) Viviani (1) Vlaminck (1) Volta (2) Voltaire (2) Vouet (4) Vuillard (3) Warhol (1) Watson (1) Watteau (9) Wells (1) Wilde (1) Winterhalter (1) Witz (2) Wright (1) X X X da fare (34) Zurbarán (3)