domenica 15 giugno 2008

TIGRE REALE - Giovanni Verga

 
TIGRE REALE (1875)
Giovanni Verga (1840-1922)





Giorgio La Ferita, uomo brillante e mondano, abbandonate le giovanili aspirazioni poetiche, abbraccia la carriera diplomatica.
A Firenze conosce Nata, una contessa russa ammalata di tisi.
I due si frequentano nascondendosi per un po' la vera natura del loro rapporto.
Quando, vinto dalla passione, Giorgio sta per rinunciare al viaggio di lavoro che lo porterebbe lontano dalla sua amata, la contessa è costretta a seguire il marito in Russia.
Giorgio cerca di dimenticarla e sposa la ricca e virtuosa Erminia Ruscaglia.
La sua vita scorre serena fino alla notizia del ritorno di Nata, o meglio del suo fantasma: essa è ormai prossima alla morte.
I due si rivedono, si amano.
Giorgio è diviso tra la passione per Nata e l'aggetto per la moglie e il figlio.
Alla fine l'amore coniugale trionfa sull'amore-passione: Giorgio si riavvicina alla moglie.
I due sposi partono per la campagna: sulla strada incrociano il treno funebre che riporta in patria il corpo di Nata.

Il racconto oscilla tra la tendenza ad idealizzare la conquista della donna affascinante e misteriosa ed il rifiuto a spezzare l'incanto della passione con i vincoli della legalità quotidiana...
"Io amo nella donna i velluti, i veli, i diamanti, il profumo, la mezza luce, il lusso... tutto ciò che seduce e addormenta..."
Accanto al piacere della voluttà si contrappone però il timore antiuxorio per cui quando si toccano certi argomenti, svanisce il mistero della seduzione per paura di scoprire nel realismo e nella routine dell'abitudine "un verme", un essere "debole e creta" e non un idolo...., e ciò avviene in questo romanzo.


ALCUNE NOTE SU GIOVANNI VERGA

La vocazione di Giovanni Verga alla scrittura sembra muovere dalla continua aspirazione a un "oltre", un centro spostato rispetto a quello in cui uno scrittore si trova a vivere e a operare.
Nato a Catania nel 1840 da una famiglia di piccola nobiltà agraria, di orientamenti liberali e antiborbonici, nel 1860 Verga, dopo l'arrivo dei garibaldini, si arruolò nella Guardia Nazionale, che aveva il compito di sostenere il nuovo regime unitario. E nei suoi primi lavori giovanili, così immerso nell'originaria realtà siciliana, scrisse romanzi improntati del suo spirito patriottico. Erano continui i suoi viaggi a Firenze, alla capitale d'Italia, e a Milano, vivacissimo centro editoriale e giornalistico, pieno di stimoli per un artista così attratto dal nuovo corso storico come lui. Quando poi nel 1872 Verga decise di trasferirsi definitivamente nella città lombarda (e ci rimase per circa un ventennio), recuperò l'interesse per il mondo popolare siciliano, così "altro" rispetto alla metropoli milanese. Questo recupero significò per lui la conversione alla poetiche del verismo, da cui nacquero i suoi capolavori: da VITA DEI CAMPI a NOVELLE RUSTICANE ai romanzi I MALAVOGLIA e MASTRO DO GESUALDO.
Sfiduciato infine della civiltà moderna troppo mobile per lo spirito di conservatore insofferente delle novità cui approdò in vecchiaia, nel 1893 tornò a Catania e visse gli ultimi anni della sua vita in ombrosa solitudine e quasi senza più contatti col mondo letterario.
Morì nel 1922, due anni dopo essere stato nominato senatore.


VEDI ANCHE ...










PIETA' (Piety) - Rosso Fiorentino


PIETA' (1537-1540)
Giovan Battista di Jacopo detto Rosso Fiorentino (1495-1540)
Museo del Louvre - Parigi
Tela cm. 159 x 245




La composizione è come compressa e soffocata, le figure allungate, le espressioni esasperate. La Madonna, al centro, con le braccia divaricate e tese lungo tutto il dipinto, è sorretta da una donna che le si affianca col volto contratto dal dolore. Il busto della Vergine si protende verso sinistra in senso opposto a Cristo. Questi, in uno splendido e sensuale nudo luminoso siede, sostenuto a sinistra da una donna dall'elegante acconciatura, su un prezioso cuscino, e a destra da un giovane vestito all'antica. 
Nel corpo slanciato di Gesù Cristo, nell'ambiguità che esprime il suo volto, nell'attenzione quasi ossessiva per le forme sofisticate e raffinate, il Rosso Fiorentino rivela uno stile ben definito, che si addiceva bene alla corte di Francesco I presso la quale era andato nel 1530. Ma già nella Roma di Clemente VII ), l'artista aveva abbandonate le forme allucinate e perverse degli anni fiorentini e insieme all'emiliano Parmigianino aveva espresso un nuovo e complesso concetto dell'arte.

Le opere successive del Rosso, come ad esempio CRISTO MORTO (Boston, Museum of Arts) rivelano un interesse spiccato per la resa complessa ed elegante delle forme,a scapito della rappresentazione dei sentimenti umani più veri: il dipinto diventa un pezzo di bravura, un oggetto comprensibile da pochi, la cui destinazione ideale è la corte.
E' infatti a Parigi, con la decorazione di Fontainebleu, che il Rosso trova la migliore possibilità di esprimere tale sensibilità. 
Ed è a Parigi che il Rosso rende più magniloquenti le sue opere e amplifica i gesti dei suoi personaggi: è quanto rivela la stessa PIETA' del Louvre e il BACCO..., VENERE E L'AMORE di recente riscoperto a Lussemburgo, entrambi degli inizi degli anni Trenta del Cinquecento.

Il quadro fu dipinto da Rosso Fiorentino verso il 1537-1540 per Anne de Montmorency e posto sopra la porta della cappella del castello di Ecouen ed era ancora al suo posto quando la proprietà passò a Luigi Filippo de' Borboni.
Sequestrato nel corso della Rivoluzione Francese esso venne trasferito a Parigi e portato al Louvre, dove si trova ancora oggi.





MADONNA CONNESTABILE (Madonna with the book) - Raffaello Sanzio

MADONNA CONNESTABILE (1505 CIRCA)
Raffaello Sanzio (1483-1520)
Museo dell'Ermitage - San Pietroburgo
Olio su tavola trasferito su tela
Diametro cm. 18


Questo piccolo dipinto, un tondo di appena diciotto centimetri, raffigura in primo piano la Vergine in atto di mostrare al fedele il Bambino che gioca con un piccolo libro che ella tiene in mano. Questo soggetto fu molto sfruttato dal giovane Raffaello, soprattutto durante il suo soggiorno a Firenze. Già il Longhi suggerì che si tratta di un lavoro databile intorno al 1505, anche se più tardi qualche critico ha suggerito una datazione più precoce, cioè durante la permanenza del giovane artista a Città di Castello. A una più prematura datazione si accorda sia il delicato profilo della Madonna, simile a quello della VERGINE CON IL BAMBINO di Casa Santi, ad Urbino, la prima opera nota di Raffaello, che il paesaggio umbro che si apre alle spalle del gruppo sacro.
Comunque, la particolare attenzione con la quale l'artista dipinse le colline ricoperte di neve mostra una certa emancipazione dagli sfruttati soggetti sacri dei suoi primi maestri, Timoteo Viti e il Perugino. Pare, comunque, che per il gruppo della Madonna con il Bambino Raffaello si sia avvalso di un disegno ideato all'interno della bottega del Perugino.
Il restauro della MADONNA CONNESTABILE, eseguito nell'Ottocento a causa delle pessime condizioni in cui versava la tavoletta, ha rivelato che nella composizione primitiva la Madonna non teneva in mano un libro, bensì un frutto.

E' possibile che si tratti del dipinto commissionato a Raffaello durante il suo soggiorno fiorentino dal conte Alfano Diamante. A seguito dell'estinzione della famiglia, nel 1713 l'opera passò dapprima al duca di Staffa di Perugina e quindi al Connestabile - da cui prende il soprannome - che nel 1871 la cedette allo zar Alessandro II per 310.000 franchi. Sistemata dapprima nel Palazzo d'Inverno, la zarina Maria Alexandrovna la fece poi trasferire all'Ermitage. Si hanno notizie di numerose incisioni e alcune copie, una delle quali è di mano del Sassoferrato. Di notevole interesse è la cornice originale, che pare sia stata disegnata dallo stesso Raffaello.


PERCORSO DI RAFFAELLO GIOVANE

Al noto critico d'arte Roberto Longhi spetta il merito di aver tracciato il percorso artistico del giovane Raffaello.
In un saggio edito nel 1955 il critico sposta la datazione intorno al 1505 di un gruppo di dipinti giovanili - fra cui la MADONNA CONNESTABILE - a quel tempo considerati i primi lavori in assoluto dell'artista.
Sempre il Longhi sottolinea il ruolo avuto dal Perugino nella formazione del giovane, e più famoso, allievo. Quindi, nulla togliendo allo stimolante ambiente culturale di Urbino, emergono le opportunità che il maestro offrì al giovane Raffaello, in primo luogo quella di lavorare a Firenze, città dove egli si era formato - nella celebre bottega del Verrocchio - e continuare a mantenere stretti rapporti con potenti committenti e più celebri artisti locali.


Afrodisiaco (1) Aglietta (1) Albani (2) Alberti (1) Alda Merini (1) Alfieri (4) Altdorfer (2) Alvaro (1) Amore (2) Anarchici (1) Andersen (1) Andrea del Castagno (3) Andrea del Sarto (4) Andrea della Robbia (1) Anonimo (2) Anselmi (1) Antonello da Messina (4) Antropologia (7) APPELLO UMANITARIO (5) Apuleio (1) Architettura (4) Arcimboldo (1) Ariosto (4) Arnolfo di Cambio (2) Arp (1) Arte (4) Assisi (1) Astrattismo (3) Astrologia (1) Astronomia (3) Attila (1) Aulenti (1) Autori (7) Avanguardia (11) Averroè (1) Baccio della Porta (2) Bacone (2) Baldovinetti (1) Balla (1) Balzac (2) Barbara (1) Barocco (1) Baschenis (1) Baudelaire (2) Bayle (1) Bazille (4) Beato Angelico (6) Beccafumi (3) Befana (1) Bellonci (1) Bergson (1) Berkeley (2) Bernini (1) Bernstein (1) Bevilacqua (1) Biografie (11) Blake (2) Boccaccio (2) Boccioni (2) Böcklin (2) Body Art (1) Boiardo (1) Boito (1) Boldini (3) Bonheur (3) Bonnard (2) Borromini (1) Bosch (4) Botanica (1) Botticelli (7) Boucher (9) Bouts (2) Boyle (1) BR (1) Bramante (2) Brancati (1) Braque (1) Breton (3) Brill (2) Brontë (1) Bronzino (4) Bruegel il Vecchio (3) Brunelleschi (1) Bruno (2) Buddhismo (1) Buonarroti (1) Byron (2) Caillebotte (2) Calcio (1) Calvino (2) Calzature (1) Camillo Prampolini (1) Campanella (4) Campin (1) Canaletto (4) Cancro (2) Canova (2) Cantù (1) Capitalismo (3) Caravaggio (19) Carlevarijs (2) Carlo Levi (3) Carmi (1) Carpaccio (3) Carrà (1) Carracci (4) Carriere (1) Carroll (1) Cartesio (3) Casati (1) Cattaneo (1) Cattolici (1) Cavalcanti (1) Cellini (2) Cervantes (3) Cézanne (19) Chagall (3) Chardin (4) Chassériau (2) Chaucer (1) CHE GUEVARA (1) Cialente (1) Cicerone (8) Cimabue (4) Cino da Pistoia (1) Città del Vaticano (3) Clarke (1) Classici (26) Classicismo (1) Cleland (1) Collins (1) COMMUNITY (2) Comunismo (28) Condillac (1) Constable (4) Copernico (2) Corano (1) Cormon (2) Corot (9) Correggio (4) Cosmesi (1) Costa (1) Courbet (9) Cousin il giovane (2) Couture (2) Cranach (3) Crepuscolari (1) Crespi (2) Crespi detto il Cerano (1) Creta (2) Crispi (1) Cristianesimo (3) Crivelli (2) Croce (1) Cronin (1) Cubismo (1) CUCINA (9) Cucina friulana (2) D'Annunzio (1) Dadaismo (1) Dalì (5) Dalle Masegne (1) Dante Alighieri (8) Darwin (2) Daumier (6) DC (1) De Amicis (1) De Champaigne (2) De Chavannes (1) De Chirico (4) De Hooch (2) De La Tour (4) De Nittis (2) De Pisis (1) De' Roberti (2) Defoe (1) Degas (16) Del Piombo (4) Delacroix (6) Delaroche (2) Delaunay (2) Deledda (1) Dell’Abate (2) Derain (2) Descartes (2) Desiderio da Settignano (1) Dickens (8) Diderot (2) Disegni (2) Disegni da colorare (10) Disegni Personali (2) Disney (1) Dix (3) Doganiere (5) Domenichino (2) Donatello (4) Donne nella Storia (42) Dossi (1) Dostoevskij (7) DOTTRINE POLITICHE (75) Dova (1) Du Maurier (1) Dufy (3) Dumas (1) Duprè (1) Dürer (9) Dylan (2) Ebrei (9) ECONOMIA (7) Edda Ciano (1) Edison (1) Einstein (2) El Greco (9) Eliot (1) Elsheimer (2) Emil Zola (3) Energia alternativa (6) Engels (10) Ensor (3) Epicuro (1) Erasmo da Rotterdam (1) Erboristeria (7) Ernst (3) Erotico (1) Erotismo (4) Esenin (1) Espressionismo (3) Etruschi (1) Evangelisti (3) Fallaci (1) Fantin-Latour (1) Fascismo (26) Fattori (4) Faulkner (1) Fautrier (1) Fauvismo (1) FAVOLE (2) Fedro (1) FELICITÀ (1) Fenoglio (2) Ferragamo (1) FIABE (6) Fibonacci (1) Filarete (1) Filosofi (1) Filosofi - A (1) Filosofi - F (1) Filosofi - M (1) Filosofi - P (1) Filosofi - R (1) Filosofi - S (1) FILOSOFIA (55) Fini (1) Finkelstein (1) Firenze (1) Fisica (5) Fitoterapia (10) Fitzgerald (1) Fiume (1) Flandrin (1) Flaubert (4) Fogazzaro (2) Fontanesi (1) Foppa (1) Foscolo (6) Fougeron (1) Fouquet (4) Fra' Galgario (2) Fra' Guglielmo da Pisa (1) Fragonard (9) Frammenti (1) Francia (2) François Clouet (2) Freud (1) Friedrich (5) FRIULI (8) Futurismo (3) Gadda (2) Gainsborough (14) Galdieri (1) Galilei (2) Galleria degli Uffizi (1) Gamberelli (1) Garcia Lorca (1) Garcìa Lorca (1) Garibaldi (2) Gassendi (1) Gauguin (17) Gennaio (1) Gentile da Fabriano (2) Gentileschi (2) Gerard (1) Gérard (1) Gérard David (2) Géricault (7) Gérôme (2) Ghiberti (1) Ghirlandaio (2) Gialli (1) Giallo (1) Giambellino (1) Giambologna (1) Gianfrancesco da Tolmezzo (1) Gilbert (1) Ginzburg (1) Gioberti (1) Giordano (3) Giorgione (15) Giotto (12) Giovanni Bellini (10) Giovanni della Robbia (1) Giovanni XXIII (8) Giustizia (1) Glossario dell'arte (19) Gnocchi-Viani (1) Gobetti (1) Goethe (9) Gogol' (2) Goldoni (1) Gončarova (2) Gorkij (3) Gotico (1) Goya (11) Gozzano (2) Gozzoli (1) Gramsci (4) Grecia (2) Greene (1) Greuze (4) Grimm (2) Gris (2) Gros (7) Grosz (3) Grünewald (5) Guadagni (1) Guardi (6) Guercino (1) Guest (1) Guglielminetti (1) Guglielmo di Occam (1) Guinizelli (1) Gutenberg (2) Guttuso (4) Hals (3) Hawthorne (1) Hayez (4) Heckel (1) Hegel (6) Heine (1) Heinrich Mann (1) Helvétius (1) Hemingway (3) Henri Rousseau (3) Higgins (1) Hikmet (1) Hobbema (2) Hobbes (1) Hodler (1) Hogarth (4) Holbein il Giovane (4) Hugo (1) Hume (2) Huxley (1) Il Ponte (2) Iliade (1) Impressionismo (85) Indiani (1) Informale (1) Ingres (7) Invenzioni (31) Islam (5) Israele (1) ITALIA (2) Italo Svevo (5) Jacopo Bellini (4) Jacques-Louis David (9) James (1) Jean Clouet (2) Jean-Jacques Rousseau (3) Johns (1) Jordaens (2) Jovine (3) Kafka (3) Kandinskij (4) Kant (9) Kautsky (1) Keplero (1) Kierkegaard (1) Kipling (1) Kirchner (4) Klee (3) Klimt (4) Kollwitz (1) Kuliscioff (1) Labriola (2) Lancret (3) Land Art (1) Larsson (1) Lavoro (2) Le Nain (3) Le Sueur (2) Léger (2) Leggende (1) Leggende epiche (1) Leibniz (1) Lenin (7) Leonardo (43) Leopardi (3) Letteratura (22) Levi Montalcini (1) Liala (1) Liberalismo (1) LIBERTA' (28) LIBRI (23) Liotard (5) Lippi (5) Locke (4) Lombroso (1) Longhi (3) Lorenzetti (3) Lorenzo il Magnifico (1) Lorrain (5) Lotto (6) Luca della Robbia (1) Lucia Alberti (1) Lucrezio (2) Luini (2) Lutero (3) Macchiaioli (1) Machiavelli (10) Maderno (1) Magnasco (1) Magritte (4) Maimeri (1) Makarenko (1) Mallarmé (2) Manet (14) Mantegna (8) Manzoni (4) Maometto (4) Marcks (1) MARGHERITA HACK (1) Marquet (2) Martini (7) Marx (17) Marxismo (9) Masaccio (7) Masolino da Panicale (1) Massarenti (1) Masson (2) Matisse (6) Matteotti (2) Maupassant (1) Mauriac (1) Mazzini (5) Mazzucchelli detto il Morazzone (1) Medicina (4) Medicina alternativa (23) Medicina naturale (17) Meissonier (2) Melozzo da Forlì (2) Melville (1) Memling (4) Merimée (1) Metafisica (4) Metalli (1) Meynier (1) Micene (2) Michelangelo (11) Mickiewicz (1) Millais (1) Millet (4) Minguzzi (1) Mino da Fiesole (1) Miró (2) Mistero (10) Modigliani (4) Molinella (1) Mondrian (4) Monet (14) Montaigne (1) Montessori (2) Monti (3) Monticelli (2) Moore (1) Morandi (4) Moreau (4) Morelli (1) Moretto da Brescia (2) Morisot (3) Moroni (2) Morse (1) Mucchi (16) Munch (2) Murillo (4) Musica (14) Mussolini (5) Mussulmani (5) Napoleone (11) Natale (8) Nazismo (17) Némirovsky (1) Neo-impressionismo (3) Neoclassicismo (1) Neorealismo (1) Neruda (2) Newton (2) Nietzseche (1) Nievo (1) Nolde (2) NOTIZIE (1) Nudi nell'arte (52) Odissea (1) Olocausto (6) Omeopatia (18) Omero (2) Onorata Società (1) Ortese (1) Oudry (1) Overbeck (2) Ovidio (1) Paganesimo (1) Palazzeschi (1) Palizzi (1) Palladio (1) Palma il Vecchio (1) Panama (1) Paolo Uccello (5) Parapsicologia (1) Parini (3) Parmigianino (3) Pascal (1) Pascoli (3) Pasolini (3) Pavese (3) Pedagogia (2) Pellizza da Volpedo (2) PERSONAGGI DEL FRIULI (30) Perugino (3) Petacci (1) Petrarca (4) Piazzetta (2) Picasso (8) Piero della Francesca (8) Piero di Cosimo (2) Pietro della Cortona (1) Pila (2) Pinturicchio (2) Pirandello (2) Pisanello (2) Pisano (1) Pissarro (10) Pitagora (1) Plechanov (1) Poe (1) Poesie (4) Poesie Classiche (18) POESIE di DONNE (2) Poesie personali (16) POETI CONTRO IL RAZZISMO (1) POETI CONTRO LA GUERRA (18) Poliziano (1) Pollaiolo (4) Pomodoro (1) Pomponazzi (1) Pontano (1) Pontormo (1) Pop Art (1) Poussin (9) Pratolini (1) Premi Letterari (3) Prévost (1) Primaticcio (2) Primo Levi (1) Problemi sociali (2) Procaccini (1) PROGRAMMI PC (1) Prostituzione (1) Psicoanalisi (1) PSICOLOGIA (5) Pubblicità (1) Pulci (1) Puntitismo (3) Puvis de Chavannes (1) Quadri (2) Quadri personali (1) Quarton (2) Quasimodo (1) Rabelais (1) Racconti (1) Racconti personali (1) Raffaello (20) Rasputin (1) Rauschenberg (1) Ravera (1) Ray (1) Razzismo (1) Realismo (3) Rebreanu (1) Recensione libri (15) Redon (1) Regina Bracchi (1) Religione (7) Rembrandt (10) Reni (4) Renoir (19) Resistenza (8) Ribera (4) RICETTE (3) Rimbaud (2) Rinascimento (3) RIVOLUZIONARI (55) Rococò (1) Roma (6) Romantici (1) Romanticismo (1) Romanzi (3) Romanzi rosa (1) Rossellino (1) Rossetti (1) Rosso Fiorentino (3) Rouault (1) Rousseau (3) Rovani (1) Rubens (13) Russo (1) Sacchetti (1) SAGGI (11) Salute (16) Salvator Rosa (2) San Francesco (5) Sannazaro (2) Santi (1) Sassetta (2) Scapigliatura (1) Scheffer (1) Schiele (3) Schmidt-Rottluff (1) Sciascia (2) Scienza (8) Scienziati (13) Scipione (1) Scoperte (33) Scoto (1) Scott (1) Scrittori e Poeti (24) Scultori (2) Segantini (2) Sellitti (1) Seneca (2) Sereni (1) Sérusier (2) Sessualità (5) Seurat (3) Severini (1) Shaftesbury (1) Shoah (7) Signac (3) Signorelli (2) Signorini (1) Simbolismo (2) Sindacato (1) Sinha (1) Sironi (2) Sisley (3) Smith (1) Socialismo (45) Società segrete (1) Sociologia (4) Socrate (1) SOLDI (1) Soldi Internet (1) SOLIDARIETA' (6) Solimena (2) Solženicyn (1) Somerset Maugham (3) Sondaggi (1) Sorel (2) Soulages (1) Soulanges (2) Soutine (1) Spagna (1) Spagnoletto (4) Spaventa (1) Spinoza (2) Stampa (2) Steinbeck (1) Stendhal (1) Stevenson (4) Stilista (1) STORIA (68) Storia del Pensiero (81) Storia del teatro (1) Storia dell'arte (123) Storia della tecnica (24) Storia delle Religioni (47) Stubbs (1) Subleyras (2) Superstizione (1) Surrealismo (1) Swift (3) Tacca (1) Tacito (1) Tasca (1) Tasso (2) Tassoni (1) Ter Brugghen (2) Terapia naturale (18) Terracini (1) Thomas Mann (6) Tiepolo (4) Tina Modotti (1) Tintoretto (8) Tipografia (2) Tiziano (18) Togliatti (2) Toland (1) Tolstoj (2) Tomasi di Lampedusa (3) Toulouse-Lautrec (5) Tradizioni (1) Troyon (2) Tura (2) Turati (2) Turgenev (2) Turner (6) UDI (1) Ugrešić (1) Umanesimo (1) Umorismo (1) Ungaretti (3) Usi e Costumi (1) Valgimigli (2) Van Der Goes (3) Van der Weyden (4) Van Dyck (6) Van Eyck (8) Van Gogh (15) Van Honthors (2) Van Loo (2) Vangelo (3) Velàzquez (8) Veneziano (2) Verdura (1) Verga (10) Verismo (10) Verlaine (5) Vermeer (8) Vernet (1) Veronese (4) Verrocchio (2) VIAGGI (2) Viani (1) Vico (1) Video (13) Vigée­-Lebrun (2) VINI (3) Virgilio (3) Vittorini (2) Vivanti (1) Viviani (1) Vlaminck (1) Volta (2) Voltaire (2) Vouet (4) Vuillard (3) Warhol (1) Watson (1) Watteau (9) Wells (1) Wilde (1) Winterhalter (1) Witz (2) Wright (1) X X X da fare (34) Zurbarán (3)