martedì 5 agosto 2008

IL PONTE DI NARNI (The Augustan Bridge at Narni) - Jean-Baptiste-Camille Corot


IL PONTE DI NARNI (1826-1827)
Jean-Baptiste-Camille Corot (1796-1875)
Museo del Louvre - Parigi
Carta su tela cm. 34 x 48

Clicca immagine per un'alta risoluzione
Pixel 1750 x 2500 - Mb 2,07


Un ampio paesaggio collinare è attraversato da un fiume che scorre tranquillamente sotto le antiche vestigia di un ponte, identificato con quello nei pressi di Narni, cittadina nei pressi di Terni, Italia, costruito al tempo di Augusto, ormai inutilizzabile.
I caldi toni cromatici oscillano fra le varie sfumature dei marroni, dei verdi, degli azzurri.
La veduta colta dall'alto verso il basso indica che l'intenzione di Corot era quella di dominare l'ampia vallata; a tale scopo si era sistemato in cima alla collina, opposta l ponte.
Dalle mie ricerche ho scoperto che dal 1826 Corot ebbe più volte l'occasione di recarsi a Narni; il primo paesaggio prodotto nel corso di questo soggiorno fu sicuramente la versione esposta al Salon nel 1827 e oggi conservata alla National Gallery di Ottawa.
In realtà appare ormai scontato che il dipinto del Louvre sia da considerarsi come uno studio preparatorio per la versione d'oltreoceano, anche se il luogo è ritratto da un punto di vista diverso, e che una lettura più approfondita lascia intuire profonde divergenze stilistiche.

L'opera, eseguita intorno al 1826, indica che Corot ormai dipingeva in piena autonomia formale, mantenendo solida l'esperienza acquisita durante il suo soggiorno in Italia.
Alcune opere eseguite negli anni italiani sono esemplari per dimostrare quante affinità stilistiche vi sono tra il dipinto del Louvre e quelle composizioni; in tale direzione appare utile il confronto tra questo paesaggio e ROMA: IL TEVERE VISTO DA CASTEL SANT'ANGELO, anch'esso conservato nel celebre museo parigino.
In ambedue le opere non è possibile cogliere la profonda emozione che avvolge tutta la composizione che va oltre la resa naturale delle cose.

IL PONTE DI NARNI, databile intorno al 1826, è entrato nelle collezioni del Louvre nel 1906 grazie alla donazione Moreau-Nélaton, costituita da un consistente gruppo di opere di Corot.



VEDI ANCHE ...




IL FILO DEL RASOIO (The Razor's Edge) - William Somerset Maugham



Chicago 1919.
Isabel Bradley è una bella ragazza di diciotto anni, fidanzata con Larry Darrel. Isabel appartiene a una famiglia abbastanza in vista: suo zio, Elliot Templeton vive la maggior parte dell'anno a Parigi dove ama circondarsi di gente importante; snob oltre ogni dire, per lui contano solo i quattrini, una posizione sociale solida e un ottimo cuoco con cui sbalordire i propri invitati. Per questo motivo considera Larry, come futuro marito di sua nipote, un vero fallimento.
Il ragazzo, reduce dalla guerra in Europa, sembra non avere nessuna ambizione di farsi una posizione che gli assicuri il benessere materiale.
Vive con una piccola rendita e insegue sogni che a Elliot sembrano addirittura ridicoli. Ma Isabel è "pazza" del suo Larry, pazza come lo può essere una bella ragazza ricca, abituata ad avere tutto. C'è infatti in Larry qualcosa che le sfugge: il giovane, pur amandola, non è disposto ad assecondare i suoi capricci. La sua apparente sottomissione nasconde una volontà ben decisa.
Un giorno Larry dichiara di voler andarsene da Chicago: ha deciso di vivere a Parigi per un po' di tempo per cercarvi "la sua strada". Se non la troverà se ne tornerà in America e accetterà il primo impiego che gli offriranno.
Ma fino ad allora nessuno potrà impedirgli di fare come ha deciso. Deve trovare una risposta agli interrogativi che lo assillano: in guerra un suo amico è morto per salvargli la vita e Larry continua a domandarsi perché ciò sia accaduto. Se lui è vivo al posto di quell'altro, forse ci sarà un motivo e lui deve trovarlo a ogni costo.
Passano così due anni. Larry è a Parigi, ma, anziché essersi dato alla bella vita (Elliot lo avrebbe giustificato), è sparito dalla circolazione.
Isabel intanto continua la propria esistenza brillante, ma non ha dimenticato Larry. Non appena le si presenta l'occasione di fare un viaggio di piacere in Europa, corre a Parigi per rivedere Larry.
Se prima Larry le sfuggiva, ora non è più possibile alcuna intesa tra loro: il giovane vive in un mondo tutto suo, fatto di meditazione e di studio, un mondo al quale Isabel si sente estranea. Dentro di lui si agitano nuove domande...

"Esiste Dio? Perché c'è il male? L'anima è immortale o tutto finirà con la morte?".

Isabel non comprende il suo accanimento di questa ricerca.

"Quando tornerai a Chicago?
"A Chicago? Non lo so. Non ci ho ancora pensato."
"Ti sbagli, Larry, sei un americano. Il tuo posto è in America, non qui."
"Tornerò quando avrò finito. Forse, avrò da fare qualche cosa che la gente sarà felice di prendere".

Se Isabel vuole, si possono sposare subito e vivere a Parigi con la sua piccola rendita. Non è gran che, certo, ma Parigi è una città che offre molto in cambio di poco. Isabel è sbalordita: l'idea di condurre una vita simile le sembra addirittura pazzesca. Lei è nata per avere bei vestiti, per dare ricevimenti, per avere l'automobile e Larry vorrebbe convincerla a sprecare la sua giovinezza e la sua bellezza in camere d'affitto, con vestiti smessi e magari con una nidiata di bambini a cui badare!...
I due giovani si lasciano: non hanno più nulla in comune, eccetto la passione che ancora li attrae fisicamente, ma che non è sufficiente a far desistere Larry dal suo proposito.
Isabel torna in America, sconfitta più nel suo orgoglio che nel suo amore, e Larry comincia la propria odissea di vagabondo alla ricerca di una risposta ai suoi interrogativi. Abbandonati momentaneamente i suoi studi, va a lavorare come minatore in una sperduta miniera della Francia del Nord; passa poi in Germania dove fa il contadino, ma la fatica che la terra esige da chi la lavora lo appaga fino ad un certo punto. L'India, con la sua millenaria religione, gli sembra il posto adatto per dare un significato alla sua ricerca e così passa due anni in un monastero sotto la guida di un santone.
Un bel giorno, però, anche il fascino dell'India finisce e Larry torna a Parigi, dove incontra i suoi amici di un tempo e fra loro Isabel.
La ragazza ha sposato Gray Maturin, un milionario che è stato rovinato dalla crisi economica del '29. Senza l'aiuto dello zio Elliot, che sistema la coppia e i loro due figli a Parigi, le cose rischierebbero di andare male.
Larry è stupito e sconcertato di trovare Isabel sposata. Sempre ansioso di chiarire i suoi "perché" spirituali, senza rendersene conto, risveglia in Isabel la passione di un tempo. Sebbene Isabel voglia bene a suo marito e si dedichi alle sue bambine, sente che Larry è dentro di lei come una malattia. Quell'uomo, così inaccessibile al suo potere, ha amato altre donne peggiori di lei, e questo le sembra assurdo. Soprattutto non può ammettere che il vero amore di Larry sia stato Sophie, sua amica d'infanzia.

"La sola donna - egli dice - che avrei potuto sposare. La povera Sophie aveva una bell'anima generosa, fervida, piena di nobili aspirazioni. I suoi ideali erano molto elevati. Trovò persino una tragica nobiltà nel modo con cui ha cercato la propria fine".

Nella sua bontà Larry giustificava Sophie che, sposa e madre felice, aveva avuto la famiglia distrutta da un incidente automobilistico. Da quel giorno la giovane non si era più ripresa. Era scesa sempre più in basso; minata nello spirito, abbruttita dall'alcool, aveva cominciato a frequentare i locali più malfamati, le case d'appuntamento, le ignobili pensioni degli angiporti francesi.
Larry ritrova Sophie durante la sosta parigina e cerca di riscattarla dalla vita perduta. Quasi ci riesce, e decide di sposarla. Nel suo candore la porta anche in casa di Isabel la quale, però, travolta dalla gelosia, fa di tutto per troncare il legame. Ci riesce facendo ricadere la poveretta nel vizio del bere. Sophie fugge allora disperata. Riprende la sua vita miseranda a Tolone, dove è uccisa da un amante occasionale: la ripescherà la polizia nelle acque del porto con la gola tagliata.
Ma neppure la scomparsa di Sophie serve a trattenere Larry accanto a Isabel. Il ragazzo di un tempo è diventato ormai un uomo maturo, ma non per questo ha smesso di inseguire il proprio ideale do perfezione e di cercare la verità.
Larry appartiene più che mai a quel Dio che egli cerca in ogni angolo della terra e in ogni volto di sofferente senza riuscire a trovarlo, ma che un giorno stenderà la sua mano per attirarlo a sé.
Seppellita la povera Sophie, Larry torna in America. Non ha nessun progetto ambizioso, non si è mai considerato né un salvatore né un mistico. E' solo un uomo: tornerà fra la sua gente, sceglierà un lavoro umile, forse si metterà a fare l'autista di Tassì. A contatto del suo prossimo riuscirà più facilmente a restare se stesso e, chissà, forse qualcuno sulla scia del suo buon esempio potrà trovare la strada verso la vita dello spirito.
Sa di aver imboccato il sentiero arduo della perfezione: che vi arrivi stando al volante di un tassì o meditando in un monastero non ha importanza. L'importante è che, alla fine, arrivi almeno a intravedere quella perfezione per la quale egli ha saputo sacrificare tutto se stesso senza chiedere nulla in cambio.
UNA PAGINA

"... Giunto alla fine di questo libro, imbarazzato perché mi vedevo costretto a piantare in asso il mio lettore, ho riepilogato mentalmente il mio lungo racconto per vedere se non mi fosse possibile di escogitare in qualche modo una fine più soddisfacente e ho scoperto, con mia intensa sorpresa, che, senza pensarci, nemmeno lontanamente, avevo scritto in fondo una storia a lieto fine. Tutte le persone di cui mi sono occupato hanno avuto, infatti, quel che volevano: Elliot i trionfi mondani..., Isabel una posizione sicura, sostenuta da larghi mezzi finanziari in una comunità attiva ed elegante...,
Gray un impiego solido e lucrativo, con un ufficio da poterci star chiuso dentro ogni giorno dalle nove alle sei..., e Larry la felicità.
E se anche gli intellettuali inarcheranno le sopraciglia, noialtri, il grande pubblico, amiamo tutti, nel fondo del nostro cuore, le storie a lieto fine e forse la mia confusione, così com'è, piacerà di più".
COMMENTO

Somerset Maugham è, soprattutto, un descrittore di stati d'animo. I suoi personaggi più famosi hanno tutti un "problema" umano da risolvere personalmente. E' il caso del protagonista di SCHIAVO D'AMORE, reso infelice per tutta la vita da un complesso d'inferiorità per un piede equino che lo differenzia dagli altri uomini; ed è, su un altro piano, il caso di questo Larry che, in un'epoca tesa alle conquiste del mondo, si ripiega invece su se stesso e cerca di dare una spiegazione di quel mistero che è la vita.
Per dare risalto ai suoi personaggi, Somerset Maugham ricorre a uno stile discorsivo, ed è sempre Maugham che parla direttamente con il lettore attraverso i suoi personaggi. La scelta degli aggettivi più comuni, la frase semplice e piana, quel suo modo amichevole di prendere per mano chi legge e di condurlo sempre più in fondo nell'anima dei suoi personaggi fanno di Maugham un autore che esplicitamente (si veda la conclusione della pagina che ho riportato) intende la professione dello scrittore come una missione per "fare del bene agli uomini".
Alla fine di tutte le sue vicende, anche le più amare e tragiche, Maugham trova sempre una nota positiva: egli vuol dire, insomma, che vale sempre comunque la pena di vivere e di accettare serenamente ciò che la vita ci offre.
Contrariamente alla maggior parte dei personaggi dei romanzi, Somerset Maugham è un uomo del tutto normale che ha saputo cogliere, quasi fotografare, le più strane e complesse reazioni dell'animo umano; ciò è proprio perché ne era estraneo e poteva quindi essere obiettivo e spassionato nel raccontare, nell'interpretare e nel giudicare. Naturalmente, nel corso della vita, ha avuto anch'egli dei drammi, incertezze e passioni, ma ha saputo vincerle costruendo la propria esistenza su due solide basi: l'ordine e la tenacia, qualità che sono sempre al fondo dei suoi libri. Il valore della sua opera consiste infatti nel descrivere l'inquietudine del mondo moderno contrapponendovi quei due valori fondamentali, gli unici che, secondo lui, possono salvare gli uomini dal caos dei sentimenti incontrollati e dai gesti ingiustificati. Forse il suo nome non entrerà nella ristretta schiera dei "grandissimi" della letteratura mondiale, ma gli spetta indiscutibilmente un posto di primissimo piano fra gli autori che hanno avuto qualcosa da "insegnare" agli uomini.


^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ *^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ *^ * ^ * ^

QUALCHE NOTA SU MAUGHAM

William Somerset Maugham, uno dei maggiori narratori e drammaturghi inglesi del secolo scorso, è nato a Parigi il 25 gennaio del 1874. E' considerato uno dei più ricchi scrittori che siano mai vissuti. Si calcola che siano state vendute settanta milioni di copie dei suoi libri in tutto il mondo, cui vanno aggiunte le innumerevoli riduzioni teatrali, cinematografiche e televisive.
Grazie alla sua attività, ha goduto di un benessere economico non indifferente. Fra le sue proprietà vi era una meravigliosa villa moresca, sulla Costa Azzurra. Ha trascorso gran parte della sua vita viaggiando. Durante la prima guerra mondiale fu inviato in Francia con la Croce Rossa ed entrò anche a far parte dell'Intelligence Service: di questa sua esperienza fece tesoro e più tardi pubblicò alcuni libri sull'argomento. Nell'aprile del 1962, allo scopo di creare un fondo per aiutare i più bisognosi scrittori inglesi, ha fatto vendere all'asta la sua collezione personale di quadri: incassò circa un miliardo di lire del tempo; il più alto prezzo, ottantamila sterline, fu pagato per un Picasso dipinto sui due lati. Quando compì 88 anni disse che da quel giorno si sarebbe alzato alle 9.30, invece che alle sette, "per abituarsi all'immobilità della tomba".
William Somerset Maugham morì il 16 dicembre del 1965 a Saint-Jean -Cap-Ferrat.

^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ *^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ *^ * ^ * ^

ALTRE OPERE DI MAUGHAM

Fra gli altri romanzi di Maugham sono da ricordare...

LISA DI LAMBETH - 1897
LA TERRA DELLA VERGINE BENEDETTA - 1905
IL MANTELLO DEL VESCOVO - 1906
IL MAGO - 1908
SCHIAVO D'AMORE - 1915 (prossima futura recensione...forse)
LA LUNA E SEI SOLDI - 1919
IL VELO DIPINTO - 1925
VERTIGINE - 1928
UOMO E DONNA - 1930
PIOGGIA E ALTRI RACCONTI - 1934
RITRATTO DI UN'ATTRICE - 1937
IL RENDICONTO - 1938
VACANZE DI NATALE - 1939
CATALINA - 1948
IL TACCUINO DELLO SCRITTORE - 1949

Le principali opere teatrali sono...
UN UOMO D'ONORE - 1903
IL CIRCOLO - 1921
AD EST DI SUEZ - 1922
I NOSTRI MIGLIORI - 1923
CARTE IN TAVOLA - 1923
VITTORIA - 1923
GRAN MONDO - 1923
LA MOGLIE FEDELE - 1927
COLUI CHE GUADAGNA IL PANE - 1930
^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ *^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ *^ * ^ * ^



IL FILO DEL RASOIO
William Somerset Maugham
2005 - Adelphi Editore
Traduzione - F. Salvatorelli
Pag. 396 - Euro 19,00


^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ *^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ *^ * ^ * ^
Da questo romanzo è stato girato…
The Razor's Edge
Un film di John Byrum
Con Catherine Hicks, Theresa Russell, Bill Murray
Genere Drammatico
Colore 128 minuti
Produzione USA 1984

^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ *^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ *^ * ^ * ^


* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *
Afrodisiaco (1) Aglietta (1) Albani (2) Alberti (1) Alda Merini (1) Alfieri (4) Altdorfer (2) Alvaro (1) Amore (2) Anarchici (1) Andersen (1) Andrea del Castagno (3) Andrea del Sarto (4) Andrea della Robbia (1) Anonimo (2) Anselmi (1) Antonello da Messina (4) Antropologia (7) APPELLO UMANITARIO (5) Apuleio (1) Architettura (4) Arcimboldo (1) Ariosto (4) Arnolfo di Cambio (2) Arp (1) Arte (4) Assisi (1) Astrattismo (3) Astrologia (1) Astronomia (3) Attila (1) Aulenti (1) Autori (7) Avanguardia (11) Averroè (1) Baccio della Porta (2) Bacone (2) Baldovinetti (1) Balla (1) Balzac (2) Barbara (1) Barocco (1) Baschenis (1) Baudelaire (2) Bayle (1) Bazille (4) Beato Angelico (6) Beccafumi (3) Befana (1) Bellonci (1) Bergson (1) Berkeley (2) Bernini (1) Bernstein (1) Bevilacqua (1) Biografie (11) Blake (2) Boccaccio (2) Boccioni (2) Böcklin (2) Body Art (1) Boiardo (1) Boito (1) Boldini (3) Bonheur (3) Bonnard (2) Borromini (1) Bosch (4) Botanica (1) Botticelli (7) Boucher (9) Bouts (2) Boyle (1) BR (1) Bramante (2) Brancati (1) Braque (1) Breton (3) Brill (2) Brontë (1) Bronzino (4) Bruegel il Vecchio (3) Brunelleschi (1) Bruno (2) Buddhismo (1) Buonarroti (1) Byron (2) Caillebotte (2) Calcio (1) Calvino (2) Calzature (1) Camillo Prampolini (1) Campanella (4) Campin (1) Canaletto (4) Cancro (2) Canova (2) Cantù (1) Capitalismo (3) Caravaggio (19) Carlevarijs (2) Carlo Levi (3) Carmi (1) Carpaccio (3) Carrà (1) Carracci (4) Carriere (1) Carroll (1) Cartesio (3) Casati (1) Cattaneo (1) Cattolici (1) Cavalcanti (1) Cellini (2) Cervantes (3) Cézanne (19) Chagall (3) Chardin (4) Chassériau (2) Chaucer (1) CHE GUEVARA (1) Cialente (1) Cicerone (8) Cimabue (4) Cino da Pistoia (1) Città del Vaticano (3) Clarke (1) Classici (26) Classicismo (1) Cleland (1) Collins (1) COMMUNITY (2) Comunismo (28) Condillac (1) Constable (4) Copernico (2) Corano (1) Cormon (2) Corot (9) Correggio (4) Cosmesi (1) Costa (1) Courbet (9) Cousin il giovane (2) Couture (2) Cranach (3) Crepuscolari (1) Crespi (2) Crespi detto il Cerano (1) Creta (2) Crispi (1) Cristianesimo (3) Crivelli (2) Croce (1) Cronin (1) Cubismo (1) CUCINA (9) Cucina friulana (2) D'Annunzio (1) Dadaismo (1) Dalì (5) Dalle Masegne (1) Dante Alighieri (8) Darwin (2) Daumier (6) DC (1) De Amicis (1) De Champaigne (2) De Chavannes (1) De Chirico (4) De Hooch (2) De La Tour (4) De Nittis (2) De Pisis (1) De' Roberti (2) Defoe (1) Degas (16) Del Piombo (4) Delacroix (6) Delaroche (2) Delaunay (2) Deledda (1) Dell’Abate (2) Derain (2) Descartes (2) Desiderio da Settignano (1) Dickens (8) Diderot (2) Disegni (2) Disegni da colorare (10) Disegni Personali (2) Disney (1) Dix (3) Doganiere (5) Domenichino (2) Donatello (4) Donne nella Storia (42) Dossi (1) Dostoevskij (7) DOTTRINE POLITICHE (75) Dova (1) Du Maurier (1) Dufy (3) Dumas (1) Duprè (1) Dürer (9) Dylan (2) Ebrei (9) ECONOMIA (7) Edda Ciano (1) Edison (1) Einstein (2) El Greco (9) Eliot (1) Elsheimer (2) Emil Zola (3) Energia alternativa (6) Engels (10) Ensor (3) Epicuro (1) Erasmo da Rotterdam (1) Erboristeria (7) Ernst (3) Erotico (1) Erotismo (4) Esenin (1) Espressionismo (3) Etruschi (1) Evangelisti (3) Fallaci (1) Fantin-Latour (1) Fascismo (26) Fattori (4) Faulkner (1) Fautrier (1) Fauvismo (1) FAVOLE (2) Fedro (1) FELICITÀ (1) Fenoglio (2) Ferragamo (1) FIABE (6) Fibonacci (1) Filarete (1) Filosofi (1) Filosofi - A (1) Filosofi - F (1) Filosofi - M (1) Filosofi - P (1) Filosofi - R (1) Filosofi - S (1) FILOSOFIA (55) Fini (1) Finkelstein (1) Firenze (1) Fisica (5) Fitoterapia (10) Fitzgerald (1) Fiume (1) Flandrin (1) Flaubert (4) Fogazzaro (2) Fontanesi (1) Foppa (1) Foscolo (6) Fougeron (1) Fouquet (4) Fra' Galgario (2) Fra' Guglielmo da Pisa (1) Fragonard (9) Frammenti (1) Francia (2) François Clouet (2) Freud (1) Friedrich (5) FRIULI (8) Futurismo (3) Gadda (2) Gainsborough (14) Galdieri (1) Galilei (2) Galleria degli Uffizi (1) Gamberelli (1) Garcia Lorca (1) Garcìa Lorca (1) Garibaldi (2) Gassendi (1) Gauguin (17) Gennaio (1) Gentile da Fabriano (2) Gentileschi (2) Gerard (1) Gérard (1) Gérard David (2) Géricault (7) Gérôme (2) Ghiberti (1) Ghirlandaio (2) Gialli (1) Giallo (1) Giambellino (1) Giambologna (1) Gianfrancesco da Tolmezzo (1) Gilbert (1) Ginzburg (1) Gioberti (1) Giordano (3) Giorgione (15) Giotto (12) Giovanni Bellini (10) Giovanni della Robbia (1) Giovanni XXIII (8) Giustizia (1) Glossario dell'arte (19) Gnocchi-Viani (1) Gobetti (1) Goethe (9) Gogol' (2) Goldoni (1) Gončarova (2) Gorkij (3) Gotico (1) Goya (11) Gozzano (2) Gozzoli (1) Gramsci (4) Grecia (2) Greene (1) Greuze (4) Grimm (2) Gris (2) Gros (7) Grosz (3) Grünewald (5) Guadagni (1) Guardi (6) Guercino (1) Guest (1) Guglielminetti (1) Guglielmo di Occam (1) Guinizelli (1) Gutenberg (2) Guttuso (4) Hals (3) Hawthorne (1) Hayez (4) Heckel (1) Hegel (6) Heine (1) Heinrich Mann (1) Helvétius (1) Hemingway (3) Henri Rousseau (3) Higgins (1) Hikmet (1) Hobbema (2) Hobbes (1) Hodler (1) Hogarth (4) Holbein il Giovane (4) Hugo (1) Hume (2) Huxley (1) Il Ponte (2) Iliade (1) Impressionismo (85) Indiani (1) Informale (1) Ingres (7) Invenzioni (31) Islam (5) Israele (1) ITALIA (2) Italo Svevo (5) Jacopo Bellini (4) Jacques-Louis David (9) James (1) Jean Clouet (2) Jean-Jacques Rousseau (3) Johns (1) Jordaens (2) Jovine (3) Kafka (3) Kandinskij (4) Kant (9) Kautsky (1) Keplero (1) Kierkegaard (1) Kipling (1) Kirchner (4) Klee (3) Klimt (4) Kollwitz (1) Kuliscioff (1) Labriola (2) Lancret (3) Land Art (1) Larsson (1) Lavoro (2) Le Nain (3) Le Sueur (2) Léger (2) Leggende (1) Leggende epiche (1) Leibniz (1) Lenin (7) Leonardo (43) Leopardi (3) Letteratura (22) Levi Montalcini (1) Liala (1) Liberalismo (1) LIBERTA' (28) LIBRI (23) Liotard (5) Lippi (5) Locke (4) Lombroso (1) Longhi (3) Lorenzetti (3) Lorenzo il Magnifico (1) Lorrain (5) Lotto (6) Luca della Robbia (1) Lucia Alberti (1) Lucrezio (2) Luini (2) Lutero (3) Macchiaioli (1) Machiavelli (10) Maderno (1) Magnasco (1) Magritte (4) Maimeri (1) Makarenko (1) Mallarmé (2) Manet (14) Mantegna (8) Manzoni (4) Maometto (4) Marcks (1) MARGHERITA HACK (1) Marquet (2) Martini (7) Marx (17) Marxismo (9) Masaccio (7) Masolino da Panicale (1) Massarenti (1) Masson (2) Matisse (6) Matteotti (2) Maupassant (1) Mauriac (1) Mazzini (5) Mazzucchelli detto il Morazzone (1) Medicina (4) Medicina alternativa (23) Medicina naturale (17) Meissonier (2) Melozzo da Forlì (2) Melville (1) Memling (4) Merimée (1) Metafisica (4) Metalli (1) Meynier (1) Micene (2) Michelangelo (11) Mickiewicz (1) Millais (1) Millet (4) Minguzzi (1) Mino da Fiesole (1) Miró (2) Mistero (10) Modigliani (4) Molinella (1) Mondrian (4) Monet (14) Montaigne (1) Montessori (2) Monti (3) Monticelli (2) Moore (1) Morandi (4) Moreau (4) Morelli (1) Moretto da Brescia (2) Morisot (3) Moroni (2) Morse (1) Mucchi (16) Munch (2) Murillo (4) Musica (14) Mussolini (5) Mussulmani (5) Napoleone (11) Natale (8) Nazismo (17) Némirovsky (1) Neo-impressionismo (3) Neoclassicismo (1) Neorealismo (1) Neruda (2) Newton (2) Nietzseche (1) Nievo (1) Nolde (2) NOTIZIE (1) Nudi nell'arte (52) Odissea (1) Olocausto (6) Omeopatia (18) Omero (2) Onorata Società (1) Ortese (1) Oudry (1) Overbeck (2) Ovidio (1) Paganesimo (1) Palazzeschi (1) Palizzi (1) Palladio (1) Palma il Vecchio (1) Panama (1) Paolo Uccello (5) Parapsicologia (1) Parini (3) Parmigianino (3) Pascal (1) Pascoli (3) Pasolini (3) Pavese (3) Pedagogia (2) Pellizza da Volpedo (2) PERSONAGGI DEL FRIULI (30) Perugino (3) Petacci (1) Petrarca (4) Piazzetta (2) Picasso (8) Piero della Francesca (8) Piero di Cosimo (2) Pietro della Cortona (1) Pila (2) Pinturicchio (2) Pirandello (2) Pisanello (2) Pisano (1) Pissarro (10) Pitagora (1) Plechanov (1) Poe (1) Poesie (4) Poesie Classiche (18) POESIE di DONNE (2) Poesie personali (16) POETI CONTRO IL RAZZISMO (1) POETI CONTRO LA GUERRA (18) Poliziano (1) Pollaiolo (4) Pomodoro (1) Pomponazzi (1) Pontano (1) Pontormo (1) Pop Art (1) Poussin (9) Pratolini (1) Premi Letterari (3) Prévost (1) Primaticcio (2) Primo Levi (1) Problemi sociali (2) Procaccini (1) PROGRAMMI PC (1) Prostituzione (1) Psicoanalisi (1) PSICOLOGIA (5) Pubblicità (1) Pulci (1) Puntitismo (3) Puvis de Chavannes (1) Quadri (2) Quadri personali (1) Quarton (2) Quasimodo (1) Rabelais (1) Racconti (1) Racconti personali (1) Raffaello (20) Rasputin (1) Rauschenberg (1) Ravera (1) Ray (1) Razzismo (1) Realismo (3) Rebreanu (1) Recensione libri (15) Redon (1) Regina Bracchi (1) Religione (7) Rembrandt (10) Reni (4) Renoir (19) Resistenza (8) Ribera (4) RICETTE (3) Rimbaud (2) Rinascimento (3) RIVOLUZIONARI (55) Rococò (1) Roma (6) Romantici (1) Romanticismo (1) Romanzi (3) Romanzi rosa (1) Rossellino (1) Rossetti (1) Rosso Fiorentino (3) Rouault (1) Rousseau (3) Rovani (1) Rubens (13) Russo (1) Sacchetti (1) SAGGI (11) Salute (16) Salvator Rosa (2) San Francesco (5) Sannazaro (2) Santi (1) Sassetta (2) Scapigliatura (1) Scheffer (1) Schiele (3) Schmidt-Rottluff (1) Sciascia (2) Scienza (8) Scienziati (13) Scipione (1) Scoperte (33) Scoto (1) Scott (1) Scrittori e Poeti (24) Scultori (2) Segantini (2) Sellitti (1) Seneca (2) Sereni (1) Sérusier (2) Sessualità (5) Seurat (3) Severini (1) Shaftesbury (1) Shoah (7) Signac (3) Signorelli (2) Signorini (1) Simbolismo (2) Sindacato (1) Sinha (1) Sironi (2) Sisley (3) Smith (1) Socialismo (45) Società segrete (1) Sociologia (4) Socrate (1) SOLDI (1) Soldi Internet (1) SOLIDARIETA' (6) Solimena (2) Solženicyn (1) Somerset Maugham (3) Sondaggi (1) Sorel (2) Soulages (1) Soulanges (2) Soutine (1) Spagna (1) Spagnoletto (4) Spaventa (1) Spinoza (2) Stampa (2) Steinbeck (1) Stendhal (1) Stevenson (4) Stilista (1) STORIA (68) Storia del Pensiero (81) Storia del teatro (1) Storia dell'arte (123) Storia della tecnica (24) Storia delle Religioni (47) Stubbs (1) Subleyras (2) Superstizione (1) Surrealismo (1) Swift (3) Tacca (1) Tacito (1) Tasca (1) Tasso (2) Tassoni (1) Ter Brugghen (2) Terapia naturale (18) Terracini (1) Thomas Mann (6) Tiepolo (4) Tina Modotti (1) Tintoretto (8) Tipografia (2) Tiziano (18) Togliatti (2) Toland (1) Tolstoj (2) Tomasi di Lampedusa (3) Toulouse-Lautrec (5) Tradizioni (1) Troyon (2) Tura (2) Turati (2) Turgenev (2) Turner (6) UDI (1) Ugrešić (1) Umanesimo (1) Umorismo (1) Ungaretti (3) Usi e Costumi (1) Valgimigli (2) Van Der Goes (3) Van der Weyden (4) Van Dyck (6) Van Eyck (8) Van Gogh (15) Van Honthors (2) Van Loo (2) Vangelo (3) Velàzquez (8) Veneziano (2) Verdura (1) Verga (10) Verismo (10) Verlaine (5) Vermeer (8) Vernet (1) Veronese (4) Verrocchio (2) VIAGGI (2) Viani (1) Vico (1) Video (13) Vigée­-Lebrun (2) VINI (3) Virgilio (3) Vittorini (2) Vivanti (1) Viviani (1) Vlaminck (1) Volta (2) Voltaire (2) Vouet (4) Vuillard (3) Warhol (1) Watson (1) Watteau (9) Wells (1) Wilde (1) Winterhalter (1) Witz (2) Wright (1) X X X da fare (34) Zurbarán (3)