giovedì 7 maggio 2009

L'ASSOMMOIR - Emile Zola

Emile Zola (1840-1902) è un romanziere francese (suo padre era italiano, ma ormai tutti leggono il suo nome alla francese, cioè Solà. Egli si impegnò attivamente nelle polemiche letterarie del tempo, ed assunse il ruolo di autorevole caposcuola della corrente 'naturalista', la quale si proponeva di ritrarre gli uomini e le cose come sono, cioè senza idealizzarli, senza nasconderne le brutture. Nella sua copiosa produzione egli cercò dunque di descrivere vari aspetti della realtà sociale del suo tempo, dedicando speciale attenzione agli strati più miseri della popolazione, ed alla loro impressionante povertà culturale e materiale. Le sue teorizzazioni sul modo di fare arte suonano oggi un poco schematiche, ma non c'è dubbio che il suo impegno fu sempre molto sincero: egli ebbe anche grossi guai con la giustizia, quando si schierò pubblicamente in difesa di un ufficiale ebreo ingiustamente perseguitato, di nome Dreyfus. Fu in quell'occasione che Zola pubblicò una celebre lettera aperta indirizzata al presidente della Repubblica, intitolata J'accuse (Io accuso). Egli fu insomma un letterato profondamente consapevole delle proprie responsabilità politiche; i suoi romanzi di denuncia sociale apparvero come testimonianze particolarmente efficaci.

Il testo che tratto adesso s'intitola L'Assommoir, che vuol dire L'Ammazzatoio (ma spesso i traduttori conservano nel testo la parola originale). Questo è il nome dato ad un'osteria parigina in cui si consuma il dramma dell'alcolismo, una piaga sociale che distruggeva l'esistenza di tanti esseri umani incapaci di sopportare le proprie durissime condizioni di vita. La protagonista del romanzo si chiama Gervasia. Ella ha avuto, in gioventù, un'infelice relazione con un certo Lantier, un fannullone da cui ha avuto due figli. Per liberarsi del proprio passato, ella sposa un giovane che sembra avere la testa a posto, di nome Coupeau.
Disgraziatamente, questi subisce un grave incidente sul lavoro, che lo costringe ad una lunga convalescenza: e durante questo periodo di forzata inattività egli comincia a frequentare dei perdigiorno ed a ubriacarsi. Nel frattempo è ricomparso Lantier, il quale stringe amicizia (almeno così sembra) con Coupeau, venendo addirittura ad abitare nella sua casa. Ma Lantier, che non ha perso le sue brutte abitudini, mette gli occhi su Gervasia, deciso a riallacciare l'antica relazione. Così, mentre Coupeau si fida ciecamente di lui, Lantier lo sospinge sempre più nell'abbrutimento del bere e del non far nulla; ed il comportamento del marito finisce per disgustare del tutto la povera Gervasia, la quale, colta dalla disperazione, si abbandona ella stessa all'alcool. Alla fine, ridottasi alla condizione di prostituta, non le resterà che la morte per evadere da una miserabile esistenza.

La parte finale del romanzo descrive una delle svolte più drammatiche, cioè il definitivo sprofondamento di Coupeau nel vizio del bere, e l'altrettanto definitivo distacco di Gervasia dal marito. L'uomo ha ancora delle buone intenzioni, e vorrebbe rimettersi al lavoro; ma gli amici (ammesso che si possa chiamarli così) lo sottopongono a pressioni troppo forti per il suo malfermo carattere, al punto che egli si lascia travolgere dalla generale atmosfera di pigrizia e di finta allegria. Tra questi 'amici' c'è naturalmente Lantier; il quale tiene tuttavia un comportamento almeno in parte distaccato. Egli non si lascia sopraffare dai fumi dell'alcool, e conserva quel tanto di lucidità che gli consente di abbandonare la compagnia nel momento in cui la chiassata sta ormai degenerando.
Il suo distacco è del resto accentuato dalle arie da gran signore che si dà, riuscendo sempre a fare profonda impressione sugli altri. Egli ci tiene a dimostrare di avere dei gusti più fini; ed in effetti, le battute più studiate (o comunque meno grossolane) sono proprio le sue.
Ma Lantier è un personaggio infido: i suoi atteggiamenti protettivi nei confronti di Coupeau nascondono in realtà intenti di tradimento, che si manifesteranno apertamente verso la fine del romanzo, quando approfitterà del disorientamento di Gervasia.
Del resto, nonostante le sue pretese di apparire raffinato, Lantier resta sostanzialmente un individuo rozzo e ambiguo, come dimostrano i suoi confusi discorsi di politica, in cui prima difende e subito dopo attacca i 'padroni' (va detto, però, che gli altri non sono molto meglio: a parte un generico odio per i padroni, tutti si mostrano più interessati alla cronaca nera che alle vicende politiche).

Zola descrive con grande abilità questo ambiente di fannulloni, coinvolgendo dapprima il lettore in un'atmosfera di spensierato e burlesco cameratismo, per metterlo poi bruscamente di fronte alle terribili conseguenze prodotte dagli eventi.
Con molta cura egli riproduce il comportamento dei protagonisti nelle osterie, con le loro finte ire e le loro finte indignazioni, che hanno soltanto lo scopo di indurre Coupeau a continuare a bere con loro (ad esempio:- Il lattoniere {cioè Coupeau} ... già stava per andarsene, quando Scarpone andò fuori dei gangheri. Fulmini del cielo! Quel Bourguignon avrebbe impedito loro di berne un bicchierino, adesso?).
Qui è evidente che ciascuno recita un ruolo lungamente sperimentato, che è poi quello dell' amico per la pelle, il quale non deve soltanto far compagnia nel bere, ma soprattutto far ridere gli amici. È obbligatorio comportarsi da burloni; anche perché solo così si riesce a soffocare meglio, nella complicità collettiva, il rimorso di condurre un'esistenza inutile.
Nel fiorire continuo delle battute Zola riesce magistralmente a rendere il senso autenticamente distruttivo di questo tipo di amicizia, cui i protagonisti si aggrappano nella loro disperazione.
Così, la baldoria che era nata nell'allegria si conclude nel dramma, come quando Nanà, la figlia di Gervasia, è costretta ad assistere all'adulterio della madre, di fronte al padre che dorme quasi affogato nel proprio vomito.
Questo è uno dei pochi momenti in cui Zola sembra emergere in primo piano, introducendo un implicito commento morale.
È come se dicesse... "Guardate a cosa si arriva quando i genitori si abbandonano a queste bassezze: i loro stessi figli ne porteranno per sempre le conseguenze, e non potranno che ripeterne gli errori".
E' noto, del resto, che Zola era un fautore della teoria dell'ereditarietà, in base alla quale si sostiene che le tare dei padri si trasmettono inevitabilmente ai figli. Ma in genere l'autore riesce a mantenersi sullo sfondo, descrivendo imparzialmente la scena, e lasciando al lettore il compito di trarre le proprie deduzioni morali e politiche circa le situazioni che vengono descritte.
Questo è un elemento molto importante per un narratore naturalista. La 'scuola' naturalista, infatti, non si proponeva soltanto di descrivere i fatti in modo realistico, ma anche e soprattutto di dare l'impressione che le cose si raccontassero da sé, in modo perfettamente obiettivo.
La tecnica narrativa sperimentata da Zola serve appunto ad ottenere questo risultato. Essa si affida in particolare all'espediente che consiste nell'inserire nelle parti descrittive delle frasi che sembrano tolte di peso dai discorsi dei protagonisti. In effetti, il tono scanzonato di certi commenti è strettamente imparentato con le arguzie dei buontemponi che perdono le loro giornate nell'osteria. Dunque, anche se questi commenti vengono inseriti nella parte propriamente descrittiva del testo, in essi sentiamo l'eco dell'ambiente che viene ritratto dall'autore.
È come se Zola volesse rinunciare al proprio ruolo, per lasciar parlare direttamente i personaggi. E in certi casi questo intento diventa esplicito, come nell'uso piuttosto frequente del discorso indiretto dove vengono riprese quasi alla lettera le parole di Scarpone, benché la forma non sia quella del discorso diretto. Anche il tono volutamente popolareggiante di certi attacchi va dunque interpretato secondo quest'ottica.


VEDI ANCHE . . .

L'ASSOMMOIR - Emil Zola

IL SOGNO (Fiaba d'amore all'ombra di una cattedrale) - Emil Zola

RITRATTO DI ZOLA - Edouard Manet





Nessun commento:

Afrodisiaco (1) Aglietta (1) Albani (2) Alberti (1) Alda Merini (1) Alfieri (4) Altdorfer (2) Alvaro (1) Amore (2) Anarchici (1) Andersen (1) Andrea del Castagno (3) Andrea del Sarto (4) Andrea della Robbia (1) Anonimo (2) Anselmi (1) Antonello da Messina (4) Antropologia (7) APPELLO UMANITARIO (5) Apuleio (1) Architettura (4) Arcimboldo (1) Ariosto (4) Arnolfo di Cambio (2) Arp (1) Arte (4) Assisi (1) Astrattismo (3) Astrologia (1) Astronomia (3) Attila (1) Aulenti (1) Autori (7) Avanguardia (11) Averroè (1) Baccio della Porta (2) Bacone (2) Baldovinetti (1) Balla (1) Balzac (2) Barbara (1) Barocco (1) Baschenis (1) Baudelaire (2) Bayle (1) Bazille (4) Beato Angelico (6) Beccafumi (3) Befana (1) Bellonci (1) Bergson (1) Berkeley (2) Bernini (1) Bernstein (1) Bevilacqua (1) Biografie (11) Blake (2) Boccaccio (2) Boccioni (2) Böcklin (2) Body Art (1) Boiardo (1) Boito (1) Boldini (3) Bonheur (3) Bonnard (2) Borromini (1) Bosch (4) Botanica (1) Botticelli (7) Boucher (9) Bouts (2) Boyle (1) BR (1) Bramante (2) Brancati (1) Braque (1) Breton (3) Brill (2) Brontë (1) Bronzino (4) Bruegel il Vecchio (3) Brunelleschi (1) Bruno (2) Buddhismo (1) Buonarroti (1) Byron (2) Caillebotte (2) Calcio (1) Calvino (2) Calzature (1) Camillo Prampolini (1) Campanella (4) Campin (1) Canaletto (4) Cancro (2) Canova (2) Cantù (1) Capitalismo (3) Caravaggio (19) Carlevarijs (2) Carlo Levi (3) Carmi (1) Carpaccio (3) Carrà (1) Carracci (4) Carriere (1) Carroll (1) Cartesio (3) Casati (1) Cattaneo (1) Cattolici (1) Cavalcanti (1) Cellini (2) Cervantes (3) Cézanne (19) Chagall (3) Chardin (4) Chassériau (2) Chaucer (1) CHE GUEVARA (1) Cialente (1) Cicerone (8) Cimabue (4) Cino da Pistoia (1) Città del Vaticano (3) Clarke (1) Classici (26) Classicismo (1) Cleland (1) Collins (1) COMMUNITY (2) Comunismo (28) Condillac (1) Constable (4) Copernico (2) Corano (1) Cormon (2) Corot (9) Correggio (4) Cosmesi (1) Costa (1) Courbet (9) Cousin il giovane (2) Couture (2) Cranach (3) Crepuscolari (1) Crespi (2) Crespi detto il Cerano (1) Creta (2) Crispi (1) Cristianesimo (3) Crivelli (2) Croce (1) Cronin (1) Cubismo (1) CUCINA (9) Cucina friulana (2) D'Annunzio (1) Dadaismo (1) Dalì (5) Dalle Masegne (1) Dante Alighieri (8) Darwin (2) Daumier (6) DC (1) De Amicis (1) De Champaigne (2) De Chavannes (1) De Chirico (4) De Hooch (2) De La Tour (4) De Nittis (2) De Pisis (1) De' Roberti (2) Defoe (1) Degas (16) Del Piombo (4) Delacroix (6) Delaroche (2) Delaunay (2) Deledda (1) Dell’Abate (2) Derain (2) Descartes (2) Desiderio da Settignano (1) Dickens (8) Diderot (2) Disegni (2) Disegni da colorare (10) Disegni Personali (2) Disney (1) Dix (3) Doganiere (5) Domenichino (2) Donatello (4) Donne nella Storia (42) Dossi (1) Dostoevskij (7) DOTTRINE POLITICHE (75) Dova (1) Du Maurier (1) Dufy (3) Dumas (1) Duprè (1) Dürer (9) Dylan (2) Ebrei (9) ECONOMIA (7) Edda Ciano (1) Edison (1) Einstein (2) El Greco (9) Eliot (1) Elsheimer (2) Emil Zola (3) Energia alternativa (6) Engels (10) Ensor (3) Epicuro (1) Erasmo da Rotterdam (1) Erboristeria (7) Ernst (3) Erotico (1) Erotismo (4) Esenin (1) Espressionismo (3) Etruschi (1) Evangelisti (3) Fallaci (1) Fantin-Latour (1) Fascismo (26) Fattori (4) Faulkner (1) Fautrier (1) Fauvismo (1) FAVOLE (2) Fedro (1) FELICITÀ (1) Fenoglio (2) Ferragamo (1) FIABE (6) Fibonacci (1) Filarete (1) Filosofi (1) Filosofi - A (1) Filosofi - F (1) Filosofi - M (1) Filosofi - P (1) Filosofi - R (1) Filosofi - S (1) FILOSOFIA (55) Fini (1) Finkelstein (1) Firenze (1) Fisica (5) Fitoterapia (10) Fitzgerald (1) Fiume (1) Flandrin (1) Flaubert (4) Fogazzaro (2) Fontanesi (1) Foppa (1) Foscolo (6) Fougeron (1) Fouquet (4) Fra' Galgario (2) Fra' Guglielmo da Pisa (1) Fragonard (9) Frammenti (1) Francia (2) François Clouet (2) Freud (1) Friedrich (5) FRIULI (8) Futurismo (3) Gadda (2) Gainsborough (14) Galdieri (1) Galilei (2) Galleria degli Uffizi (1) Gamberelli (1) Garcia Lorca (1) Garcìa Lorca (1) Garibaldi (2) Gassendi (1) Gauguin (17) Gennaio (1) Gentile da Fabriano (2) Gentileschi (2) Gerard (1) Gérard (1) Gérard David (2) Géricault (7) Gérôme (2) Ghiberti (1) Ghirlandaio (2) Gialli (1) Giallo (1) Giambellino (1) Giambologna (1) Gianfrancesco da Tolmezzo (1) Gilbert (1) Ginzburg (1) Gioberti (1) Giordano (3) Giorgione (15) Giotto (12) Giovanni Bellini (10) Giovanni della Robbia (1) Giovanni XXIII (8) Giustizia (1) Glossario dell'arte (19) Gnocchi-Viani (1) Gobetti (1) Goethe (9) Gogol' (2) Goldoni (1) Gončarova (2) Gorkij (3) Gotico (1) Goya (11) Gozzano (2) Gozzoli (1) Gramsci (4) Grecia (2) Greene (1) Greuze (4) Grimm (2) Gris (2) Gros (7) Grosz (3) Grünewald (5) Guadagni (1) Guardi (6) Guercino (1) Guest (1) Guglielminetti (1) Guglielmo di Occam (1) Guinizelli (1) Gutenberg (2) Guttuso (4) Hals (3) Hawthorne (1) Hayez (4) Heckel (1) Hegel (6) Heine (1) Heinrich Mann (1) Helvétius (1) Hemingway (3) Henri Rousseau (3) Higgins (1) Hikmet (1) Hobbema (2) Hobbes (1) Hodler (1) Hogarth (4) Holbein il Giovane (4) Hugo (1) Hume (2) Huxley (1) Il Ponte (2) Iliade (1) Impressionismo (85) Indiani (1) Informale (1) Ingres (7) Invenzioni (31) Islam (5) Israele (1) ITALIA (2) Italo Svevo (5) Jacopo Bellini (4) Jacques-Louis David (9) James (1) Jean Clouet (2) Jean-Jacques Rousseau (3) Johns (1) Jordaens (2) Jovine (3) Kafka (3) Kandinskij (4) Kant (9) Kautsky (1) Keplero (1) Kierkegaard (1) Kipling (1) Kirchner (4) Klee (3) Klimt (4) Kollwitz (1) Kuliscioff (1) Labriola (2) Lancret (3) Land Art (1) Larsson (1) Lavoro (2) Le Nain (3) Le Sueur (2) Léger (2) Leggende (1) Leggende epiche (1) Leibniz (1) Lenin (7) Leonardo (43) Leopardi (3) Letteratura (22) Levi Montalcini (1) Liala (1) Liberalismo (1) LIBERTA' (28) LIBRI (23) Liotard (5) Lippi (5) Locke (4) Lombroso (1) Longhi (3) Lorenzetti (3) Lorenzo il Magnifico (1) Lorrain (5) Lotto (6) Luca della Robbia (1) Lucia Alberti (1) Lucrezio (2) Luini (2) Lutero (3) Macchiaioli (1) Machiavelli (10) Maderno (1) Magnasco (1) Magritte (4) Maimeri (1) Makarenko (1) Mallarmé (2) Manet (14) Mantegna (8) Manzoni (4) Maometto (4) Marcks (1) MARGHERITA HACK (1) Marquet (2) Martini (7) Marx (17) Marxismo (9) Masaccio (7) Masolino da Panicale (1) Massarenti (1) Masson (2) Matisse (6) Matteotti (2) Maupassant (1) Mauriac (1) Mazzini (5) Mazzucchelli detto il Morazzone (1) Medicina (4) Medicina alternativa (23) Medicina naturale (17) Meissonier (2) Melozzo da Forlì (2) Melville (1) Memling (4) Merimée (1) Metafisica (4) Metalli (1) Meynier (1) Micene (2) Michelangelo (11) Mickiewicz (1) Millais (1) Millet (4) Minguzzi (1) Mino da Fiesole (1) Miró (2) Mistero (10) Modigliani (4) Molinella (1) Mondrian (4) Monet (14) Montaigne (1) Montessori (2) Monti (3) Monticelli (2) Moore (1) Morandi (4) Moreau (4) Morelli (1) Moretto da Brescia (2) Morisot (3) Moroni (2) Morse (1) Mucchi (16) Munch (2) Murillo (4) Musica (14) Mussolini (5) Mussulmani (5) Napoleone (11) Natale (8) Nazismo (17) Némirovsky (1) Neo-impressionismo (3) Neoclassicismo (1) Neorealismo (1) Neruda (2) Newton (2) Nietzseche (1) Nievo (1) Nobel (1) Nolde (2) NOTIZIE (1) Nudi nell'arte (52) Odissea (1) Olocausto (6) Omeopatia (18) Omero (2) Onorata Società (1) Ortese (1) Oudry (1) Overbeck (2) Ovidio (1) Paganesimo (1) Palazzeschi (1) Palizzi (1) Palladio (1) Palma il Vecchio (1) Panama (1) Paolo Uccello (5) Parapsicologia (1) Parini (3) Parmigianino (3) Pascal (1) Pascoli (3) Pasolini (3) Pavese (3) Pedagogia (2) Pellizza da Volpedo (2) PERSONAGGI DEL FRIULI (30) Perugino (3) Petacci (1) Petrarca (4) Piazzetta (2) Picasso (8) Piero della Francesca (8) Piero di Cosimo (2) Pietro della Cortona (1) Pila (2) Pinturicchio (2) Pirandello (2) Pisanello (2) Pisano (1) Pissarro (10) Pitagora (1) Plechanov (1) Poe (1) Poesie (4) Poesie Classiche (18) POESIE di DONNE (2) Poesie personali (16) POETI CONTRO IL RAZZISMO (1) POETI CONTRO LA GUERRA (18) Poliziano (1) Pollaiolo (4) Pomodoro (1) Pomponazzi (1) Pontano (1) Pontormo (1) Pop Art (1) Poussin (9) Pratolini (1) Premi Letterari (3) Prévost (1) Primaticcio (2) Primo Levi (1) Problemi sociali (2) Procaccini (1) PROGRAMMI PC (1) Prostituzione (1) Psicoanalisi (1) PSICOLOGIA (5) Pubblicità (1) Pulci (1) Puntitismo (3) Puvis de Chavannes (1) Quadri (2) Quadri personali (1) Quarton (2) Quasimodo (1) Rabelais (1) Racconti (1) Racconti personali (1) Raffaello (20) Rasputin (1) Rauschenberg (1) Ravera (1) Ray (1) Razzismo (1) Realismo (3) Rebreanu (1) Recensione libri (15) Redon (1) Regina Bracchi (1) Religione (7) Rembrandt (10) Reni (4) Renoir (19) Resistenza (8) Ribera (4) RICETTE (3) Rimbaud (2) Rinascimento (3) RIVOLUZIONARI (55) Rococò (1) Roma (6) Romantici (1) Romanticismo (1) Romanzi (3) Romanzi rosa (1) Rossellino (1) Rossetti (1) Rosso Fiorentino (3) Rouault (1) Rousseau (3) Rovani (1) Rubens (13) Russo (1) Sacchetti (1) SAGGI (11) Salute (16) Salvator Rosa (2) San Francesco (5) Sannazaro (2) Santi (1) Sassetta (2) Scapigliatura (1) Scheffer (1) Schiele (3) Schmidt-Rottluff (1) Sciamanesimo (1) Sciascia (2) Scienza (8) Scienziati (13) Scipione (1) Scoperte (33) Scoto (1) Scott (1) Scrittori e Poeti (24) Scultori (2) Segantini (2) Sellitti (1) Seneca (2) Sereni (1) Sérusier (2) Sessualità (5) Seurat (3) Severini (1) Shaftesbury (1) Shoah (7) Signac (3) Signorelli (2) Signorini (1) Simbolismo (2) Sindacato (1) Sinha (1) Sironi (2) Sisley (3) Smith (1) Socialismo (45) Società segrete (1) Sociologia (4) Socrate (1) SOLDI (1) Soldi Internet (1) SOLIDARIETA' (6) Solimena (2) Solženicyn (1) Somerset Maugham (3) Sondaggi (1) Sorel (2) Soulages (1) Soulanges (2) Soutine (1) Spagna (1) Spagnoletto (4) Spaventa (1) Spinoza (2) Stampa (2) Steinbeck (1) Stendhal (1) Stevenson (4) Stilista (1) STORIA (68) Storia del Pensiero (81) Storia del teatro (1) Storia dell'arte (123) Storia della tecnica (24) Storia delle Religioni (47) Stubbs (1) Subleyras (2) Superstizione (1) Surrealismo (1) Swift (3) Tacca (1) Tacito (1) Tasca (1) Tasso (2) Tassoni (1) Ter Brugghen (2) Terapia naturale (18) Terracini (1) Thomas Mann (6) Tiepolo (4) Tina Modotti (1) Tintoretto (8) Tipografia (2) Tiziano (18) Togliatti (2) Toland (1) Tolstoj (2) Tomasi di Lampedusa (3) Toulouse-Lautrec (5) Tradizioni (1) Troyon (2) Tura (2) Turati (2) Turgenev (2) Turner (6) UDI (1) Ugrešić (1) Umanesimo (1) Umorismo (1) Ungaretti (3) Usi e Costumi (1) Valgimigli (2) Van Der Goes (3) Van der Weyden (4) Van Dyck (6) Van Eyck (8) Van Gogh (15) Van Honthors (2) Van Loo (2) Vangelo (3) Velàzquez (8) Veneziano (2) Verdura (1) Verga (10) Verismo (10) Verlaine (5) Vermeer (8) Vernet (1) Veronese (4) Verrocchio (2) VIAGGI (2) Viani (1) Vico (1) Video (13) Vigée­-Lebrun (2) VINI (3) Virgilio (3) Vittorini (2) Vivanti (1) Viviani (1) Vlaminck (1) Volta (2) Voltaire (2) Vouet (4) Vuillard (3) Warhol (1) Watson (1) Watteau (9) Wells (1) Wilde (1) Winterhalter (1) Witz (2) Wright (1) X X X da fare (34) Zurbarán (3)