giovedì 7 ottobre 2010

CARAVAGGIO - La riforma del Caravaggio ed i caravaggeschi (The reform of Caravaggio and his followers)

    


La riforma del Caravaggio ed i caravaggeschi


Michelangelo Merisi da Caravaggio (1569-1609), il rinnegatore delle consuetudini, sopprime gli ornamenti ed il paesaggio..., del secondo c'è un'unica traccia nel giovanile "Riposo in Egitto" (Roma, Galleria Doria).
La luce signoreggia l'ambiente ed avvolge le forme, non staccandole dalla composizione..., essa ha le funzioni della vita, e sa rendere la massa e la materia, senza ingannare con l'artificio.
Intorno al 1590, anche questo elemento si modifica: i colori si temperano, e l'atmosfera notturna sviluppa con straordinaria immediatezza i corpi..., è sempre la luce che costruisce lo spazio, che segna i piani, che modella i volumi e che ci costringe a pensare.
Le prime conquiste non bastano..., la luce si rompe, lampeggia ed investe le superfici...., le immagini continuano ad apparire nella loro solida plasticità, e dove i raggi convergono c'è un'idea che vuol essere rilevata.
Sulla prepotente natura dell'artista ebbero efficacia, insieme con il Lotto, alcuni bergamaschi e bresciani..., prima, si pensava a Giorgione e al Savoldo, ma anche oggi si deve concludere che tali influssi non sono sufficienti a creare la complessa personalità del dominatore che scopre in se medesimo le profonde ragioni dell'arte avvenire, e che insegna i principi luministici al Velazquez e al Rembrandt.

Il "San Matteo" (Berlino, Museo Federigo), il quale scrive il vangelo sotto l'ispirazione dell'angelo, sembrò ai contemporanei senza "decoro né aspetto di santo, stando a sedere con le gambe accavallate e coi piedi rozzamente esposti al popolo", e l'autore dovette rifarlo per venir ammesso in chiesa (Roma, S. Luigi dei Francesi).

La "Vocazione" ed il "Martirio di San Matteo" nel medesimo tempio noti sono quadri sacri ma 'rivelazioni' pittoriche, e tengono piú della vita del popolo che delle stampe popolari.

I toni delicati non si desiderano nel citato "Riposo in Egitto" e nella "Maddalena" (Roma, Galleria Doria), così pure primitiva e simile nell'attitudine alla famosa "Vergine di Loreto".

Con la "Crocifissione di San Pietro" (Roma, S. Maria del Popolo) lo sfondo annerisce, i colori si spengono ed i toni freddi danno risalto ai corpi con improvvisa pienezza di contrasti.
L'apostolo si leva con una penosa contrazione del torace e del con il legno al quale gli hanno inchiodato le mani ed i piedi, ed intorno a lui tre manigoldi trascinano la croce con l'incontrastabile verità dell'esistenza spesa in abiette fatiche.

La "Deposizione" (Città del Vaticano, Pinacoteca), ammansí con la solidità della modellatura e con l'anima della luce balzante a sprazzi i piú aspri contradittori del maestro.

Il cadavere del Cristo emerge marmoreo, ed i suoi portatori - Nicodemo che, curvo e addolorato, rivolge il viso allo spettatore e Giovanni che interroga le immobili sembianze sono seguiti dalle donne..., tutti i personaggi occupano il breve spazio della pietra tombale, e dietro alla piangente Maria Salome, la Maddalena innalza ed agita le braccia con la frenesia del l'angoscia che vuol essere ben distinta barocca.

La "Morte della Vergine" (Parigi, Louvre), dipinta per Santa Maria della Scala in Trastevere, fu tolta dall'altare perché i censori contemporanei inorridivano dinanzi alla "imitazione d'una donna morta e gonfia".
Le parole oziose si moltiplicarono, ma la luce che si proietta sul corpo di Maria, ricercandone il valore plastico, la luce che scava dall'ombra le teste pie calve degli apostoli e la figura della Maddalena - la duale siede ed abbassa il capo con uni singhiozzo che la scuote tutta - sono indizi cosí singolari di "sovranità" espressiva, che i confronti attraverso i secoli non scemano l'ammirazione per questo realismo popolare, antiaristocratico e non plebeo.

La "Vergine di Loreto" o "Madonna del Popolo" (Roma, S. Agostino), ricavata dall'ombra con la vigoria di una luce intensa, a riflessi caldi, si appoggia allo stipite d'una porta, tiene il Bimbo fra le braccia e curva il callo ed il viso per ascoltare due pellegrini che la supplicano..., l'uomo non é un bandito, come parve ad un critico francese, e la vecchia dalle grosse mani morde le guance con le giaculatorie.

Nella "Cena in Emmaus" (Londra, Galleria Nazionale) la luce - mi sia lecito dire - entra nello spirito, e fa parlare e muove i tre seduti alla mensa.

Il "San Girolamo" (Roma, Galleria Borghese) abusa forse del metodo luministico, di cui conosce la spavalda acutezza il "David" della stessa raccolta, il quale non si sfascia interamente dall'ombra e presuppone lo studio d'altri problemi plastico-luminosi.

Per il nome di grande ritrattista sono bastevoli " Paolo V" di Principi Borghese in Roma ed "Alof de Vignacourt "(Parigi, Louvre), che chiude la serie dei condottieri dipinti e vivi, aperta da Andrea del Castagno e chiusa dal Velazquez..., si vuole che il secondo fosse pagato con una croce di cavaliere, una catena d'oro e due schiavi musulmani.

Il Caravaggio non coltiva l'insegnamento..., pittore senza maestri e senza scolari diretti, originale e poderoso, esercita un'azione preponderante su intere scuole, come la napoletana e la genovese.
Un numero incalcolabile di imitatori lo segue, lo fraintende o lo falsifica, impossessandosi con abilità delle sue scoperte tecniche..., fra critici d'oggi non cessa il fervore della riabilitazione ormai avvenuta, e c'è chi vede nel secondo Michelangelo un possibile precursore dell'impressionismo ottocentesco e perfino del senso volumetrico di Cézanne.

Dei caravaggeschi romani ricorderò i Migliori.

BARTOLOMEO MANTREDI (1575-1605), nativo di Mantova, dopo aver abbandonato la pratica manieristica del Pomarancio, studia e contraffà abilmente il grande modello..., CARLO SARACENI (I585-1625) concede molto al novatore, ma non gli sacrifica le tinte della sua tavolozza veneta..., ORAZIO BORGIANNI (1578-1616) si mantiene fedele al colorismo e cerca d'approfondire l'aspetto drammatico delle composizioni..., e, fra gli stranieri, GHERARD HONTHORST detto DELLE NOTTI (1590-1656) è un tecnico della pittura..., voglio ancora ricordare la "Fanciulla con "La lampada" (Roma, Galleria Doria-Pamphili).


VEDI ANCHE ...

CARAVAGGIO - La riforma del Caravaggio ed i caravaggeschi

La vita di Michelangelo Merisi detto CARAVAGGIO

LA MORTE DELLA VERGINE - Caravaggio

DECOLLAZIONE DEL BATTISTA - Caravaggio

BACCO - Caravaggio

SAN GIOVANNI BATTISTA - Caravaggio

SUONATORE DI LIUTO - Caravaggio

GIUDITTA E OLOFERNE - Caravaggio

SETTE OPERE DI MISERICORDIA - Caravaggio

SEPPELLIMENTO DI SANTA LUCIA (1608) - Caravaggio 


RIPOSO NELLA FUGA IN EGITTO - Caravaggio

CENA IN EMMAUS - Caravaggio

BACCHINO MALATO - Caravaggio

CANESTRO DI FRUTTA - Caravaggio

RAGAZZO MORSO DA UN RAMARRO - Caravaggio

MARTIRIO DI SAN MATTEO - Caravaggio


LUCA SIGNORELLI (1441-1523)

   
 LUCA SIGNORELLI - Autoritratto
Cappella di San Brizio - Duomo di Orvieto


Luca Signorelli (1441 circa - 1523) di Cortona, allievo di Piero della Francesca, ebbe grande importanza nello sviluppo stilistico del quindicesimo secolo fiorentino e con la sua arte suscita forze e passioni eroiche.

Subì l'influenza del Verrocchio e del Pollaiolo a Firenze.

Audace e grandioso, è il primo che violi la tradizione con l'energia drammatica e straziata del nudo e con la bravura degli scorci.

Egli sforza ed oltrepassa il vero con i più risoluti esperimenti anatomici, e la forma pura si sviluppa nelle fiere attitudini, si contorce, vola e ricade con la rapidità angustiata dal dolore e dal delirio, che può convalidare il racconto della frequenza ai cimiteri e intorno ai patiboli.

Il predecessore di Michelangelo non favorisce la statica gravità del maestro di Borgo San Sepolcro: lo spazio si ristringe di nuovo, ed i corpi lo occupano tutto con quei contorni spinosi e spezzati che Antonio Pollaiuolo ricerca con nervosità di modellatore.

In una frammentata "Crocifissione" (Morra, presso Città di Castello, San Crescentino) il giovane Luca Signorelli esordisce con la tendenza irrequieta, che non si fissa nei vecchi schemi, e che nella "Flagellazione" (Milano, Brera) - dove il naturalista decora il Pretorio con una parete di classici e maestosi riquadri marmorei - va contro la corrente e matura il proprio stile.

La "Circoncisione" (Londra, Galleria Nazionale), su cui piove abbondante la luce, segna la larghezza spaziale, e l'unità del sentimento si comunica al gruppo volumetrico delle poderose figure.

Nella "Sacra Famiglia" (Firenze, Uffizi) lo spirito congeniale del Buonarroti adatta al tondo le gagliarde forme dei personaggi..., il paese è quasi soppresso, e, fra due genitori, il piccolo Gesú, visto di profilo, parla con la coscienza della sua divinità.

Circa al 1479, hanno inizio gli affreschi di Loreto, ragguardevoli per la danza e la musica degli angeli, morbidi come fanciulle, che confortano la mediazione degli "Evangelisti" e dei "Dottori della Chiesa" negli spicchi triangolari della cupola.

Si considera il suo capolavoro il ciclo di affreschi nella cappella di San Brizio nel Duomo di Orvieto (1499-1503) - si deve all'artista ormai vicino ai sessant'anni.
Un gran tempio si leva nello sfondo dello "I fatti dell'Anticristo", ma nella "Resurrezione dei morti", nei "Supplizi dei dannati" e nella "Incoronazione degli eletti"... i paesi, le architetture e gli accessori decorativi spariscono completamente.
L'apprensione o il dolore sferza i nudi, che s'intrecciano con i demoni o che sospirano di raggiungere gli angeli..., i contrasti di luce e d'ombra rendono piú angolosa la struttura scientificamente anatomica dei corpi, e l'indifferenza al raffinamento estetico si modifica solo nei tranquilli arcangeli e nel coro dei musicanti schierati a semicerchio nell'aria.
Le scene del suo Giudizio Universale, tratte in maniera poco ortodossa, con una massa brulicante di figure abilmente disegnate, mostrano la sua padronanza delle conquiste stilistiche nell'anatomia, nel movimento, nella luce e nello spazio, in un monumentale assieme compositivo, e influenzarono poi l'opera di Piero di Cosimo e del più noto Michelangelo. 

_

VALENTINO OSTERMANN - Il primo folclorista friulano (Folklorist friulian)



VALENTINO OSTERMANN
Gemona 22 febbraio 1841 - 16 ottobre 1904
Il primo folclorista friulano


Nato da una famiglia di preti, con lontane origini straniere, fu il primo in Friuli ad occuparsi di folclore.

Anche se non laureato a Padova, dove aveva studiato legge, istituì a Gemona, dove era nato, una scuola tecnica di cui, per i dieci anni che durò, fu direttore e insegnante di italiano, storia e geografia.

A questo decennio (1868-1878) risale la sua prima pubblicazione: una nutrita raccolta di "Proverbi friulani", pubblicata da Doretti nel 1876.

Sia pure senza una precisa preparazione scientifica e con una scarsa metodologia di ricerca e di ordinamento, il lavoro presenta allo studioso una massa enorme di materiale, nella quale si trovano certo carenze di indicazioni antropologiche, imprecisioni di interpretazione e parecchie impurità linguistiche, ma nello stesso tempo riferimenti preziosi per studi comparati.

Stabilitosi a Udine, si interessò alle scoperte archeologiche del tempo, alla storia dell'arte e alle vicende dei comuni friulani e particolarmente, ma altrettanto superficialmente, al folclore con molti scritti su "Pagine Friulane".

Fu trasferito a scuole di Belluno, Cosenza, Ravenna e Treviglio.

I suoi due lavori fondamentali restano le "Villotte Friulane" (1892) e "La vita in Friuli" (1894).
Nella prima sono raccolti ben 2450 canti, di cui un migliaio allora del tutto inediti.
Nella seconda viene messa insieme una documentazione straordinariamente interessante, e fino allora inesplorata, di tradizioni folcloristiche, anche se non sempre metodologicamente corretta.

Purtroppo il suo campo di ricerca rimase limitato, spesso allo spazio umano e geografico del gemonese e riprende usi e costumi fatti rivivere non sempre con scientificità, né verificati con realismo di studioso.

Con tutti i difetti e le lacune che questi due lavori possono presentare al moderno ricercatore, la fatica di Valentino Osterrnann ha aperto la strada a molti altri studi.





VEDI ANCHE . . . .





























Afrodisiaco (1) Aglietta (1) Albani (2) Alberti (1) Alda Merini (1) Alfieri (4) Altdorfer (2) Alvaro (1) Amore (2) Anarchici (1) Andersen (1) Andrea del Castagno (3) Andrea del Sarto (4) Andrea della Robbia (1) Anonimo (2) Anselmi (1) Antonello da Messina (4) Antropologia (7) APPELLO UMANITARIO (5) Apuleio (1) Architettura (4) Arcimboldo (1) Ariosto (4) Arnolfo di Cambio (2) Arp (1) Arte (4) Assisi (1) Astrattismo (3) Astrologia (1) Astronomia (3) Attila (1) Aulenti (1) Autori (7) Avanguardia (11) Averroè (1) Baccio della Porta (2) Bacone (2) Baldovinetti (1) Balla (1) Balzac (2) Barbara (1) Barocco (1) Baschenis (1) Baudelaire (2) Bayle (1) Bazille (4) Beato Angelico (6) Beccafumi (3) Befana (1) Bellonci (1) Bergson (1) Berkeley (2) Bernini (1) Bernstein (1) Bevilacqua (1) Biografie (11) Blake (2) Boccaccio (2) Boccioni (2) Böcklin (2) Body Art (1) Boiardo (1) Boito (1) Boldini (3) Bonheur (3) Bonnard (2) Borromini (1) Bosch (4) Botanica (1) Botticelli (7) Boucher (9) Bouts (2) Boyle (1) BR (1) Bramante (2) Brancati (1) Braque (1) Breton (3) Brill (2) Brontë (1) Bronzino (4) Bruegel il Vecchio (3) Brunelleschi (1) Bruno (2) Buddhismo (1) Buonarroti (1) Byron (2) Caillebotte (2) Calcio (1) Calvino (2) Calzature (1) Camillo Prampolini (1) Campanella (4) Campin (1) Canaletto (4) Cancro (2) Canova (2) Cantù (1) Capitalismo (3) Caravaggio (19) Carlevarijs (2) Carlo Levi (3) Carmi (1) Carpaccio (3) Carrà (1) Carracci (4) Carriere (1) Carroll (1) Cartesio (3) Casati (1) Cattaneo (1) Cattolici (1) Cavalcanti (1) Cellini (2) Cervantes (3) Cézanne (19) Chagall (3) Chardin (4) Chassériau (2) Chaucer (1) CHE GUEVARA (1) Cialente (1) Cicerone (8) Cimabue (4) Cino da Pistoia (1) Città del Vaticano (3) Clarke (1) Classici (26) Classicismo (1) Cleland (1) Collins (1) COMMUNITY (2) Comunismo (28) Condillac (1) Constable (4) Copernico (2) Corano (1) Cormon (2) Corot (9) Correggio (4) Cosmesi (1) Costa (1) Courbet (9) Cousin il giovane (2) Couture (2) Cranach (3) Crepuscolari (1) Crespi (2) Crespi detto il Cerano (1) Creta (2) Crispi (1) Cristianesimo (3) Crivelli (2) Croce (1) Cronin (1) Cubismo (1) CUCINA (9) Cucina friulana (2) D'Annunzio (1) Dadaismo (1) Dalì (5) Dalle Masegne (1) Dante Alighieri (8) Darwin (2) Daumier (6) DC (1) De Amicis (1) De Champaigne (2) De Chavannes (1) De Chirico (4) De Hooch (2) De La Tour (4) De Nittis (2) De Pisis (1) De' Roberti (2) Defoe (1) Degas (16) Del Piombo (4) Delacroix (6) Delaroche (2) Delaunay (2) Deledda (1) Dell’Abate (2) Derain (2) Descartes (2) Desiderio da Settignano (1) Dickens (8) Diderot (2) Disegni (2) Disegni da colorare (10) Disegni Personali (2) Disney (1) Dix (3) Doganiere (5) Domenichino (2) Donatello (4) Donne nella Storia (42) Dossi (1) Dostoevskij (7) DOTTRINE POLITICHE (75) Dova (1) Du Maurier (1) Dufy (3) Dumas (1) Duprè (1) Dürer (9) Dylan (2) Ebrei (9) ECONOMIA (7) Edda Ciano (1) Edison (1) Einstein (2) El Greco (9) Eliot (1) Elsheimer (2) Emil Zola (3) Energia alternativa (6) Engels (10) Ensor (3) Epicuro (1) Erasmo da Rotterdam (1) Erboristeria (7) Ernst (3) Erotico (1) Erotismo (4) Esenin (1) Espressionismo (3) Etruschi (1) Evangelisti (3) Fallaci (1) Fantin-Latour (1) Fascismo (26) Fattori (4) Faulkner (1) Fautrier (1) Fauvismo (1) FAVOLE (2) Fedro (1) FELICITÀ (1) Fenoglio (2) Ferragamo (1) FIABE (6) Fibonacci (1) Filarete (1) Filosofi (1) Filosofi - A (1) Filosofi - F (1) Filosofi - M (1) Filosofi - P (1) Filosofi - R (1) Filosofi - S (1) FILOSOFIA (55) Fini (1) Finkelstein (1) Firenze (1) Fisica (5) Fitoterapia (10) Fitzgerald (1) Fiume (1) Flandrin (1) Flaubert (4) Fogazzaro (2) Fontanesi (1) Foppa (1) Foscolo (6) Fougeron (1) Fouquet (4) Fra' Galgario (2) Fra' Guglielmo da Pisa (1) Fragonard (9) Frammenti (1) Francia (2) François Clouet (2) Freud (1) Friedrich (5) FRIULI (8) Futurismo (3) Gadda (2) Gainsborough (14) Galdieri (1) Galilei (2) Galleria degli Uffizi (1) Gamberelli (1) Garcia Lorca (1) Garcìa Lorca (1) Garibaldi (2) Gassendi (1) Gauguin (17) Gennaio (1) Gentile da Fabriano (2) Gentileschi (2) Gerard (1) Gérard (1) Gérard David (2) Géricault (7) Gérôme (2) Ghiberti (1) Ghirlandaio (2) Gialli (1) Giallo (1) Giambellino (1) Giambologna (1) Gianfrancesco da Tolmezzo (1) Gilbert (1) Ginzburg (1) Gioberti (1) Giordano (3) Giorgione (15) Giotto (12) Giovanni Bellini (10) Giovanni della Robbia (1) Giovanni XXIII (8) Giustizia (1) Glossario dell'arte (19) Gnocchi-Viani (1) Gobetti (1) Goethe (9) Gogol' (2) Goldoni (1) Gončarova (2) Gorkij (3) Gotico (1) Goya (11) Gozzano (2) Gozzoli (1) Gramsci (4) Grecia (2) Greene (1) Greuze (4) Grimm (2) Gris (2) Gros (7) Grosz (3) Grünewald (5) Guadagni (1) Guardi (6) Guercino (1) Guest (1) Guglielminetti (1) Guglielmo di Occam (1) Guinizelli (1) Gutenberg (2) Guttuso (4) Hals (3) Hawthorne (1) Hayez (4) Heckel (1) Hegel (6) Heine (1) Heinrich Mann (1) Helvétius (1) Hemingway (3) Henri Rousseau (3) Higgins (1) Hikmet (1) Hobbema (2) Hobbes (1) Hodler (1) Hogarth (4) Holbein il Giovane (4) Hugo (1) Hume (2) Huxley (1) Il Ponte (2) Iliade (1) Impressionismo (85) Indiani (1) Informale (1) Ingres (7) Invenzioni (31) Islam (5) Israele (1) ITALIA (2) Italo Svevo (5) Jacopo Bellini (4) Jacques-Louis David (9) James (1) Jean Clouet (2) Jean-Jacques Rousseau (3) Johns (1) Jordaens (2) Jovine (3) Kafka (3) Kandinskij (4) Kant (9) Kautsky (1) Keplero (1) Kierkegaard (1) Kipling (1) Kirchner (4) Klee (3) Klimt (4) Kollwitz (1) Kuliscioff (1) Labriola (2) Lancret (3) Land Art (1) Larsson (1) Lavoro (2) Le Nain (3) Le Sueur (2) Léger (2) Leggende (1) Leggende epiche (1) Leibniz (1) Lenin (7) Leonardo (43) Leopardi (3) Letteratura (22) Levi Montalcini (1) Liala (1) Liberalismo (1) LIBERTA' (28) LIBRI (23) Liotard (5) Lippi (5) Locke (4) Lombroso (1) Longhi (3) Lorenzetti (3) Lorenzo il Magnifico (1) Lorrain (5) Lotto (6) Luca della Robbia (1) Lucia Alberti (1) Lucrezio (2) Luini (2) Lutero (3) Macchiaioli (1) Machiavelli (10) Maderno (1) Magnasco (1) Magritte (4) Maimeri (1) Makarenko (1) Mallarmé (2) Manet (14) Mantegna (8) Manzoni (4) Maometto (4) Marcks (1) MARGHERITA HACK (1) Marquet (2) Martini (7) Marx (17) Marxismo (9) Masaccio (7) Masolino da Panicale (1) Massarenti (1) Masson (2) Matisse (6) Matteotti (2) Maupassant (1) Mauriac (1) Mazzini (5) Mazzucchelli detto il Morazzone (1) Medicina (4) Medicina alternativa (23) Medicina naturale (17) Meissonier (2) Melozzo da Forlì (2) Melville (1) Memling (4) Merimée (1) Metafisica (4) Metalli (1) Meynier (1) Micene (2) Michelangelo (11) Mickiewicz (1) Millais (1) Millet (4) Minguzzi (1) Mino da Fiesole (1) Miró (2) Mistero (10) Modigliani (4) Molinella (1) Mondrian (4) Monet (14) Montaigne (1) Montessori (2) Monti (3) Monticelli (2) Moore (1) Morandi (4) Moreau (4) Morelli (1) Moretto da Brescia (2) Morisot (3) Moroni (2) Morse (1) Mucchi (16) Munch (2) Murillo (4) Musica (14) Mussolini (5) Mussulmani (5) Napoleone (11) Natale (8) Nazismo (17) Némirovsky (1) Neo-impressionismo (3) Neoclassicismo (1) Neorealismo (1) Neruda (2) Newton (2) Nietzseche (1) Nievo (1) Nolde (2) NOTIZIE (1) Nudi nell'arte (52) Odissea (1) Olocausto (6) Omeopatia (18) Omero (2) Onorata Società (1) Ortese (1) Oudry (1) Overbeck (2) Ovidio (1) Paganesimo (1) Palazzeschi (1) Palizzi (1) Palladio (1) Palma il Vecchio (1) Panama (1) Paolo Uccello (5) Parapsicologia (1) Parini (3) Parmigianino (3) Pascal (1) Pascoli (3) Pasolini (3) Pavese (3) Pedagogia (2) Pellizza da Volpedo (2) PERSONAGGI DEL FRIULI (30) Perugino (3) Petacci (1) Petrarca (4) Piazzetta (2) Picasso (8) Piero della Francesca (8) Piero di Cosimo (2) Pietro della Cortona (1) Pila (2) Pinturicchio (2) Pirandello (2) Pisanello (2) Pisano (1) Pissarro (10) Pitagora (1) Plechanov (1) Poe (1) Poesie (4) Poesie Classiche (18) POESIE di DONNE (2) Poesie personali (16) POETI CONTRO IL RAZZISMO (1) POETI CONTRO LA GUERRA (18) Poliziano (1) Pollaiolo (4) Pomodoro (1) Pomponazzi (1) Pontano (1) Pontormo (1) Pop Art (1) Poussin (9) Pratolini (1) Premi Letterari (3) Prévost (1) Primaticcio (2) Primo Levi (1) Problemi sociali (2) Procaccini (1) PROGRAMMI PC (1) Prostituzione (1) Psicoanalisi (1) PSICOLOGIA (5) Pubblicità (1) Pulci (1) Puntitismo (3) Puvis de Chavannes (1) Quadri (2) Quadri personali (1) Quarton (2) Quasimodo (1) Rabelais (1) Racconti (1) Racconti personali (1) Raffaello (20) Rasputin (1) Rauschenberg (1) Ravera (1) Ray (1) Razzismo (1) Realismo (3) Rebreanu (1) Recensione libri (15) Redon (1) Regina Bracchi (1) Religione (7) Rembrandt (10) Reni (4) Renoir (19) Resistenza (8) Ribera (4) RICETTE (3) Rimbaud (2) Rinascimento (3) RIVOLUZIONARI (55) Rococò (1) Roma (6) Romantici (1) Romanticismo (1) Romanzi (3) Romanzi rosa (1) Rossellino (1) Rossetti (1) Rosso Fiorentino (3) Rouault (1) Rousseau (3) Rovani (1) Rubens (13) Russo (1) Sacchetti (1) SAGGI (11) Salute (16) Salvator Rosa (2) San Francesco (5) Sannazaro (2) Santi (1) Sassetta (2) Scapigliatura (1) Scheffer (1) Schiele (3) Schmidt-Rottluff (1) Sciascia (2) Scienza (8) Scienziati (13) Scipione (1) Scoperte (33) Scoto (1) Scott (1) Scrittori e Poeti (24) Scultori (2) Segantini (2) Sellitti (1) Seneca (2) Sereni (1) Sérusier (2) Sessualità (5) Seurat (3) Severini (1) Shaftesbury (1) Shoah (7) Signac (3) Signorelli (2) Signorini (1) Simbolismo (2) Sindacato (1) Sinha (1) Sironi (2) Sisley (3) Smith (1) Socialismo (45) Società segrete (1) Sociologia (4) Socrate (1) SOLDI (1) Soldi Internet (1) SOLIDARIETA' (6) Solimena (2) Solženicyn (1) Somerset Maugham (3) Sondaggi (1) Sorel (2) Soulages (1) Soulanges (2) Soutine (1) Spagna (1) Spagnoletto (4) Spaventa (1) Spinoza (2) Stampa (2) Steinbeck (1) Stendhal (1) Stevenson (4) Stilista (1) STORIA (68) Storia del Pensiero (81) Storia del teatro (1) Storia dell'arte (123) Storia della tecnica (24) Storia delle Religioni (47) Stubbs (1) Subleyras (2) Superstizione (1) Surrealismo (1) Swift (3) Tacca (1) Tacito (1) Tasca (1) Tasso (2) Tassoni (1) Ter Brugghen (2) Terapia naturale (18) Terracini (1) Thomas Mann (6) Tiepolo (4) Tina Modotti (1) Tintoretto (8) Tipografia (2) Tiziano (18) Togliatti (2) Toland (1) Tolstoj (2) Tomasi di Lampedusa (3) Toulouse-Lautrec (5) Tradizioni (1) Troyon (2) Tura (2) Turati (2) Turgenev (2) Turner (6) UDI (1) Ugrešić (1) Umanesimo (1) Umorismo (1) Ungaretti (3) Usi e Costumi (1) Valgimigli (2) Van Der Goes (3) Van der Weyden (4) Van Dyck (6) Van Eyck (8) Van Gogh (15) Van Honthors (2) Van Loo (2) Vangelo (3) Velàzquez (8) Veneziano (2) Verdura (1) Verga (10) Verismo (10) Verlaine (5) Vermeer (8) Vernet (1) Veronese (4) Verrocchio (2) VIAGGI (2) Viani (1) Vico (1) Video (13) Vigée­-Lebrun (2) VINI (3) Virgilio (3) Vittorini (2) Vivanti (1) Viviani (1) Vlaminck (1) Volta (2) Voltaire (2) Vouet (4) Vuillard (3) Warhol (1) Watson (1) Watteau (9) Wells (1) Wilde (1) Winterhalter (1) Witz (2) Wright (1) X X X da fare (34) Zurbarán (3)