SprinTrade

Prova gratuitamente la nuova Griglia Weber!

Ciao {{First Name}},

Stiamo cercando dei profili che vogliono provare gratuitamente la nostra nuova griglia Weber GENESIS® E-310™. Sei stato selezionato come uno dei potenziali tester!

Registrati adesso e ricevi gratuitamente la nuova Griglia per barbeque Weber in cambio delle tue opinioni!

venerdì 17 maggio 2013

I MARTIRI DI BELFIORE

I martiri di Belfiore (Edoardo Matania)
   
Il nome e la propaganda di Mazzini hanno ancora una notevole autorità dopo la caduta della Repubblica Romana, vasta è la rete di legami organizzativi che il 1848 non aveva distrutto nelle località soprattutto in cui esistevano ancora gli uomini, che avevano partecipato all'attività della Giovine Italia.
Quando, quindi, Mazzini dall'esilio cerca di riprendere le fila della cospirazione, organizzando I'Associazione Nazionale Italiana, non gli riesce difficile, soprattutto in alcune regioni, ritrovare collegamenti e punti di appoggio.

Uno dei centri del movimento mazziniano di questi anni è Mantova, la città che durante e dopo il Risorgimento, con l'organizzazione delle prime associazioni operaie e socialiste, ha avuto grande parte nella storia d'Italia. Mantova, che era stata nel periodo napoleonico centro attivo di vita politica, dopo il 1815 sente più che mai pesante la cappa di piombo dell'assolutismo austriaco. 
Dal 1821 al 1828 parecchi mantovani sono condannati allo Spielberg; altre condanne sono pronunciate dopo i moti del 1831 contro suoi cittadini che avevano tentato di far fuggire Ciro Menotti dal castello della città; e sempre dopo il '31 si iniziano i primi collegamenti con la Giovine Italia. 

Nel '48 Mantova è l'unica città della Lombardia che, dopo i moti di marzo, non riesce a liberarsi dagli Austriaci, anche per il rapido concentramento della loro resistenza nel Quadrilatero (Il Quadrilatero fu, tra il 1815 e il 1866, un sistema difensivo austriaco nel Lombardo-veneto che si dispiegava su un quadrilatero i cui vertici erano le fortezze di Peschiera del Garda, Mantova, Legnago e Verona, comprese fra il Mincio, il Po, l'Adige e, dal 1850 circa, la ferrovia Milano-Venezia, tramite la quale erano garantiti i rifornimenti. Difficilmente aggirabile, ostacolava i movimenti di truppe nemiche nella pianura padana): molti patrioti però si allontanano dalla città e costituiscono un Corpo franco di volontari, che, dopo Custoza, andrà a difendere la Repubblica Romana.

La situazione si aggrava come dovunque dopo il '49: viene allora costituito un attivo comitato diretto da don Enrico Tazzoli, professore del seminario mantovano, che nel 1851 prende contatti diretti con Mazzini.
Una delle attività più importanti è quella della vendita di cartelle del prestito nazionale, attraverso il quale si volevano raccogliere fondi per finanziare le spese cospirative e per acquistare armi per i ritenuti prossimi moti insurrezionali.
Tazzoli si dà da fare per raccogliere adesioni numerose ma, in una attività, che era per se stessa compromettente perchè non regolata dalle dovute norme cospirative, commette l'ingenuità di registrare, per motivi di onestà, in un quaderno gli incassi e le spese, sia pure con
un cifrario abbastanza elaborato., basato sulle lettere del Pater noster.

Il comitato svolge anche attività di propaganda; acquista un torchio per la stampa di manifesti e si mette in collegamento con la famosa tipografia, di Capolago presso Lugano.
All'abile polizia austriaca, che si appoggiava, come sempre accade, su una rete di confidenti e di spie, non sfugge la notizia del risorgere di centri cospirativi: cominciano i primi arresti e le prime gravi condanne a morte, alle quali il governo austriaco non era mai ricorso prima del '48, consapevole come era della loro impopolarità; ma le vicende del '48, i moti di ribellione delle molte nazionalità oppresse dal potente impero avevano spinto i suoi metodi oppressivi in una direzione diversa, che in fondo denunciava la consapevolezza della prossima fine.
  
Tito Speri, Angelo Fattori, il pittore Boldrini, Angelo Giacomelli, Antonio Lazzati, Francesco Montanari... detenuti nelle carceri di Mantova (1853) 
  
Viene arrestato in un primo momento il patriota Luigi Dottesio, che viene giustiziato nell'ottobre del '51. Quasi contemporaneamente, a Milano è arrestato, mentre incollava manifesti anti-austriaci, l'operaio Amatore Sciesa.
Nel febbraio 1853 viene arrestato don Giovanni Grioli, parroco di Cerese, sotto l'accusa di aver dato dei danari a un soldato ungherese per indurlo a disertare; in casa sua vengono scoperte alcune copie di un bollettino mazziniano che aveva ricevuto da Tazzoli; Grioli però non confessa, anche dietro la promessa della libertà, e per il momento l'episodio si chiude con la sua condanna a morte, eseguita il 5 novembre sugli spalti di Belfiore.
Ma la polizia è stata messa sul chi va là: in gennaio a Castiglione delle Stiviere viene arrestato un impiegato in possesso di una cartella del prestito: le rivelazioni da lui e da altri fatte portano all'arresto nel gennaio 1852 di Tazzoli e nel giugno di molti altri patrioti tra cui Grazioli e Poma di Mantova, Tito Speri di Brescia, Canal, Zambelli e Scarsellini di Venezia, Montanari di Verona, città i cui comitati mazziniani avevano legami diretti con Mantova.

Il cifrario, trovato in casa di Tazzoli, era stato inviato a Vienna ed era stato facilmente decifrato da esperti tecnici: ma non tanto di questa scoperta si valsero gli inquirenti per allargare le fila degli arresti e delle accuse quanto del tradimento di un cospiratore, Luigi Castellazzo, figlio di un impiegato della polizia, che denuncia nomi e fatti, anche inesistenti, come risulta dal verbale conservato nelI'Archivìo di stato di Vienna.
Le sue deposizioni rendono nulla la linea di difesa, che, per sè e per gli elencati nel registro, Tazzoli aveva preparato; esse allargano inoltre il numero degli arresti e pregiudicano gravemente la situazione di alcuni, soprattutto di Tito Speri, accusato falsamente di aver organizzato un attentato a un alto funzionario austriaco.

La situazione degli arrestati, tenuti a regime di carcere duro, è gravissima: Speri in uno scritto denuncia i tristi metodi degli austriaci, che sono simili a quelli che hanno sempre usato gli oppressori di tutti i tempi per far sì che gli uomini in loro balia tradiscano il bene più alto, la loro dignità umana.
Il processo, dopo le ultime rivelazioni, è condotto rapidamente; le condanne a morte sono già state decise a Vienna prima che le sedute siano terminate. Siccome tra i futuri condannati vi sono due sacerdoti, si iniziano trattative con la Santa Sede per ottenere la sconsacrazione, come si trattasse di colpevoli di gravi delitti comuni; in tal modo Tazzoli e Grazioli non hanno il diritto di affrontare dignitosamente la morte, indossando l'abito a loro particolarmente caro: la cerimonia, che deve servire di ammonimento a quanti volessero seguire la loro strada, viene compiuta prima della condanna.

La prima tornata del processo si chiude il 13 novembre 1852; sono chieste 10 condanne a morte che sono poi confermate per cinque patrioti.
La mattina del 7 dicembre, sugli spalti di Belfiore, un secondo gruppo di 5 martiri affronta serenamente e dignitosamente la morte: sono don Enrico Tazzoli, Carlo Poma, Giovanni Zambelli, Angelo Scarsellini, Bernardo Canal.
Ma il governo austriaco, impaurito per la sua impopolarità sempre più crescente (che si tradurrà dopo due mesi nei moti del 6 febbraio di Milano) accelera a conclusione della seconda tornata del processo: il 20 febbraio del 1853 a Belfiore per la terza volta si erigono le forche: salgono il patibolo Tito Speri, Carlo Montanari, don Bartolomeo Grazioli.

Dopo neanche un mese, con un processo rapidissimo, che si vuole concludere prima di pubblicare l'ipocrita amnistia del 19 marzo, viene per ultimo condannato e impiccato a Belfiore Pietro Frattini, un'altra vittima delle delazioni del Castellazzo.

Tutti i martiri sono sepolti nella nuda terra in una fossa scavata ai piedi delle forche, secondo un'usanza che anche i carnefici nazisti hanno seguito perchè ai cadaveri siano sottratti anche quegli onori che la pietà umana ha loro riservato da secoli .

Ma come se tutto questo sangue versato non bastasse, due anni dopo un'altra vittima delI'odio cieco dell'Austria, Pier Fortunato Calvi, viene giustiziato in questo luogo, divenuto, come dice il Carducci, da "oscura fossa d'austriache forche.... fulgente ara di martiri".
Come già i fratelli Bandi era egli ha cospirato nelle file stesse dell'esercito austriaco; nel 1848 si mette al servizio della Repubblica di Venezia, che lo manda a dirigere l'eroica resistenza partigiana del Cadore; un corpo di 500 montanari, fra queste aspre montagne, sotto la sua guida, per diversi mesi dà molto filo da torcere alle truppe austriache.

Dopo che I'insurrezione viene stroncata, Calvi riesce a fuggire in Svizzera dove accetta dai gruppi mazziniani l'incarico di ritornare nel Cadore ad organizzate una nuova resistenza.
Arrestato nel Trentino per il tradimento di una guida, ai primi di settembre del 1853 , viene portato nel triste castello di Mantova; anche per lui prima e durante il processo si rinnovano le solite minacce e lusinghe, ma dignitosamente egli afferma davanti ai giudici:

"Voi non udrete nulla da me che possa coinvolgere altri nella mia rovina. Non ho temuto le baionette, non temo le vostre misure di rigore; ponetemi alla tortura, non decamperò dalle leggi dell'onore che mi dicono essere infamia tradire i fratelli".

Alla lettura della sentenza di condanna a morte, come un eroe dantesco Calvi "non mosse collo nè piegò sua costa" e, ultimo del numeroso drappello, viene impiccato a Belfiore il 4 luglio 1855.
  
Mantova, lapide ai Martiri di Belfiore posta in Via Acerbi
     
Undici sono dunque stati i patrioti italiani che, in questo ultimò tragico periodo della dominazione austriaca, hanno dato la vita per a causa della libertà e dell'indipendenza d'Italia, sugli spalti di Belfiore: del loro eroismo testimoniano non solo la vita e l'atteggiamento di fronte alla morte ma documenti e lettere, scritti nel carcere, che ci ricordano la grandezza della loro fede e nelle cui pagine risuonano accenti, che circa cento anni dopo ritroveremo nelle lettere dei condannati a morte della Resistenza.

Si possono citare alcune di queste testimonianze: 

Bernardo Canal scrive lapidariamente allo zio: "Confido che saprò morire". 

Carlo Poma nei tristi giorni del carcere cerca conforto nella lettura della Divina Commedia.

Tito Speri, afferma in una lettera ad una amica: "Io non vado alla forca ma a nozze".

A queste parole si ispirò certamente il poeta Marradi che, ricordando la sua morte (e implicitamente, direi, quella di tutti gli undici martiri), scrisse questi versi, in cui campeggia la eroica figura del patriota che diresse animosamente le Dieci Giornate di Brescia:

Ultimo nel fiore
dei suoi ventisette anni, vestito,
come a chi nozze va, meravigliando
di sua letizia esecutori e astanti,
sali la forca Tito Speri. I gioghi
di monte Baldo e le pianure e l'acque
de la dolente patria, sopita
nel velo delle nebbie mattutine,
anche una volta salutò d'un riso
di ineffabile addio. Poggiò sicuro
la bruna testa al palo e fra mille occhi
che intorno Io guardavano in silenzio
fissò con gli occhi scintillanti il cielo.
   
Piazza Martiri di Belfiore - Mantova
              

Monumento ai Martiri di Belfiore - Giardini di Belfiore - Mantova
     









Nessun commento:

Afrodisiaco (1) Aglietta (1) Albani (2) Alberti (1) Alda Merini (1) Alfieri (4) Altdorfer (2) Alvaro (1) Amore (2) Anarchici (1) Andersen (1) Andrea del Castagno (3) Andrea del Sarto (4) Andrea della Robbia (1) Anonimo (2) Anselmi (1) Antonello da Messina (4) Antropologia (7) APPELLO UMANITARIO (5) Apuleio (1) Architettura (4) Arcimboldo (1) Ariosto (4) Arnolfo di Cambio (2) Arp (1) Arte (4) Assisi (1) Astrattismo (3) Astrologia (1) Astronomia (3) Attila (1) Aulenti (1) Autori (7) Avanguardia (11) Averroè (1) Baccio della Porta (2) Bacone (2) Baldovinetti (1) Balla (1) Balzac (2) Barbara (1) Barocco (1) Baschenis (1) Baudelaire (2) Bayle (1) Bazille (4) Beato Angelico (6) Beccafumi (3) Befana (1) Bellonci (1) Bergson (1) Berkeley (2) Bernini (1) Bernstein (1) Bevilacqua (1) Biografie (11) Blake (2) Boccaccio (2) Boccioni (2) Böcklin (2) Body Art (1) Boiardo (1) Boito (1) Boldini (3) Bonheur (3) Bonnard (2) Borromini (1) Bosch (4) Botanica (1) Botticelli (7) Boucher (9) Bouts (2) Boyle (1) BR (1) Bramante (2) Brancati (1) Braque (1) Breton (3) Brill (2) Brontë (1) Bronzino (4) Bruegel il Vecchio (3) Brunelleschi (1) Bruno (2) Buddhismo (1) Buonarroti (1) Byron (2) Caillebotte (2) Calcio (1) Calvino (2) Calzature (1) Camillo Prampolini (1) Campanella (4) Campin (1) Canaletto (4) Cancro (2) Canova (2) Cantù (1) Capitalismo (3) Caravaggio (19) Carlevarijs (2) Carlo Levi (3) Carmi (1) Carpaccio (3) Carrà (1) Carracci (4) Carriere (1) Carroll (1) Cartesio (3) Casati (1) Cattaneo (1) Cattolici (1) Cavalcanti (1) Cellini (2) Cervantes (3) Cézanne (19) Chagall (3) Chardin (4) Chassériau (2) Chaucer (1) CHE GUEVARA (1) Cialente (1) Cicerone (8) Cimabue (4) Cino da Pistoia (1) Città del Vaticano (3) Clarke (1) Classici (26) Classicismo (1) Cleland (1) Collins (1) COMMUNITY (2) Comunismo (28) Condillac (1) Constable (4) Copernico (2) Corano (1) Cormon (2) Corot (9) Correggio (4) Cosmesi (1) Costa (1) Courbet (9) Cousin il giovane (2) Couture (2) Cranach (3) Crepuscolari (1) Crespi (2) Crespi detto il Cerano (1) Creta (2) Crispi (1) Cristianesimo (3) Crivelli (2) Croce (1) Cronin (1) Cubismo (1) CUCINA (9) Cucina friulana (2) D'Annunzio (1) Dadaismo (1) Dalì (5) Dalle Masegne (1) Dante Alighieri (8) Darwin (2) Daumier (6) DC (1) De Amicis (1) De Champaigne (2) De Chavannes (1) De Chirico (4) De Hooch (2) De La Tour (4) De Nittis (2) De Pisis (1) De' Roberti (2) Defoe (1) Degas (16) Del Piombo (4) Delacroix (6) Delaroche (2) Delaunay (2) Deledda (1) Dell’Abate (2) Derain (2) Descartes (2) Desiderio da Settignano (1) Dickens (8) Diderot (2) Disegni (2) Disegni da colorare (10) Disegni Personali (2) Disney (1) Dix (3) Doganiere (5) Domenichino (2) Donatello (4) Donne nella Storia (42) Dossi (1) Dostoevskij (7) DOTTRINE POLITICHE (75) Dova (1) Du Maurier (1) Dufy (3) Dumas (1) Duprè (1) Dürer (9) Dylan (2) Ebrei (9) ECONOMIA (7) Edda Ciano (1) Edison (1) Einstein (2) El Greco (9) Eliot (1) Elsheimer (2) Emil Zola (3) Energia alternativa (6) Engels (10) Ensor (3) Epicuro (1) Erasmo da Rotterdam (1) Erboristeria (7) Ernst (3) Erotico (1) Erotismo (4) Esenin (1) Espressionismo (3) Etruschi (1) Evangelisti (3) Fallaci (1) Fantin-Latour (1) Fascismo (26) Fattori (4) Faulkner (1) Fautrier (1) Fauvismo (1) FAVOLE (2) Fedro (1) FELICITÀ (1) Fenoglio (2) Ferragamo (1) FIABE (6) Fibonacci (1) Filarete (1) Filosofi (1) Filosofi - A (1) Filosofi - F (1) Filosofi - M (1) Filosofi - P (1) Filosofi - R (1) Filosofi - S (1) FILOSOFIA (55) Fini (1) Finkelstein (1) Firenze (1) Fisica (5) Fitoterapia (10) Fitzgerald (1) Fiume (1) Flandrin (1) Flaubert (4) Fogazzaro (2) Fontanesi (1) Foppa (1) Foscolo (6) Fougeron (1) Fouquet (4) Fra' Galgario (2) Fra' Guglielmo da Pisa (1) Fragonard (9) Frammenti (1) Francia (2) François Clouet (2) Freud (1) Friedrich (5) FRIULI (8) Futurismo (3) Gadda (2) Gainsborough (14) Galdieri (1) Galilei (2) Galleria degli Uffizi (1) Gamberelli (1) Garcia Lorca (1) Garcìa Lorca (1) Garibaldi (2) Gassendi (1) Gauguin (17) Gennaio (1) Gentile da Fabriano (2) Gentileschi (2) Gerard (1) Gérard (1) Gérard David (2) Géricault (7) Gérôme (2) Ghiberti (1) Ghirlandaio (2) Gialli (1) Giallo (1) Giambellino (1) Giambologna (1) Gianfrancesco da Tolmezzo (1) Gilbert (1) Ginzburg (1) Gioberti (1) Giordano (3) Giorgione (15) Giotto (12) Giovanni Bellini (10) Giovanni della Robbia (1) Giovanni XXIII (8) Giustizia (1) Glossario dell'arte (19) Gnocchi-Viani (1) Gobetti (1) Goethe (9) Gogol' (2) Goldoni (1) Gončarova (2) Gorkij (3) Gotico (1) Goya (11) Gozzano (2) Gozzoli (1) Gramsci (4) Grecia (2) Greene (1) Greuze (4) Grimm (2) Gris (2) Gros (7) Grosz (3) Grünewald (5) Guadagni (1) Guardi (6) Guercino (1) Guest (1) Guglielminetti (1) Guglielmo di Occam (1) Guinizelli (1) Gutenberg (2) Guttuso (4) Hals (3) Hawthorne (1) Hayez (4) Heckel (1) Hegel (6) Heine (1) Heinrich Mann (1) Helvétius (1) Hemingway (3) Henri Rousseau (3) Higgins (1) Hikmet (1) Hobbema (2) Hobbes (1) Hodler (1) Hogarth (4) Holbein il Giovane (4) Hugo (1) Hume (2) Huxley (1) Il Ponte (2) Iliade (1) Impressionismo (85) Indiani (1) Informale (1) Ingres (7) Invenzioni (31) Islam (5) Israele (1) ITALIA (2) Italo Svevo (5) Jacopo Bellini (4) Jacques-Louis David (9) James (1) Jean Clouet (2) Jean-Jacques Rousseau (3) Johns (1) Jordaens (2) Jovine (3) Kafka (3) Kandinskij (4) Kant (9) Kautsky (1) Keplero (1) Kierkegaard (1) Kipling (1) Kirchner (4) Klee (3) Klimt (4) Kollwitz (1) Kuliscioff (1) Labriola (2) Lancret (3) Land Art (1) Larsson (1) Lavoro (2) Le Nain (3) Le Sueur (2) Léger (2) Leggende (1) Leggende epiche (1) Leibniz (1) Lenin (7) Leonardo (43) Leopardi (3) Letteratura (22) Levi Montalcini (1) Liala (1) Liberalismo (1) LIBERTA' (28) LIBRI (23) Liotard (5) Lippi (5) Locke (4) Lombroso (1) Longhi (3) Lorenzetti (3) Lorenzo il Magnifico (1) Lorrain (5) Lotto (6) Luca della Robbia (1) Lucia Alberti (1) Lucrezio (2) Luini (2) Lutero (3) Macchiaioli (1) Machiavelli (10) Maderno (1) Magnasco (1) Magritte (4) Maimeri (1) Makarenko (1) Mallarmé (2) Manet (14) Mantegna (8) Manzoni (4) Maometto (4) Marcks (1) MARGHERITA HACK (1) Marquet (2) Martini (7) Marx (17) Marxismo (9) Masaccio (7) Masolino da Panicale (1) Massarenti (1) Masson (2) Matisse (6) Matteotti (2) Maupassant (1) Mauriac (1) Mazzini (5) Mazzucchelli detto il Morazzone (1) Medicina (4) Medicina alternativa (23) Medicina naturale (17) Meissonier (2) Melozzo da Forlì (2) Melville (1) Memling (4) Merimée (1) Metafisica (4) Metalli (1) Meynier (1) Micene (2) Michelangelo (11) Mickiewicz (1) Millais (1) Millet (4) Minguzzi (1) Mino da Fiesole (1) Miró (2) Mistero (10) Modigliani (4) Molinella (1) Mondrian (4) Monet (14) Montaigne (1) Montessori (2) Monti (3) Monticelli (2) Moore (1) Morandi (4) Moreau (4) Morelli (1) Moretto da Brescia (2) Morisot (3) Moroni (2) Morse (1) Mucchi (16) Munch (2) Murillo (4) Musica (14) Mussolini (5) Mussulmani (5) Napoleone (11) Natale (8) Nazismo (17) Némirovsky (1) Neo-impressionismo (3) Neoclassicismo (1) Neorealismo (1) Neruda (2) Newton (2) Nietzseche (1) Nievo (1) Nolde (2) NOTIZIE (1) Nudi nell'arte (52) Odissea (1) Olocausto (6) Omeopatia (18) Omero (2) Onorata Società (1) Ortese (1) Oudry (1) Overbeck (2) Ovidio (1) Paganesimo (1) Palazzeschi (1) Palizzi (1) Palladio (1) Palma il Vecchio (1) Panama (1) Paolo Uccello (5) Parapsicologia (1) Parini (3) Parmigianino (3) Pascal (1) Pascoli (3) Pasolini (3) Pavese (3) Pedagogia (2) Pellizza da Volpedo (2) PERSONAGGI DEL FRIULI (30) Perugino (3) Petacci (1) Petrarca (4) Piazzetta (2) Picasso (8) Piero della Francesca (8) Piero di Cosimo (2) Pietro della Cortona (1) Pila (2) Pinturicchio (2) Pirandello (2) Pisanello (2) Pisano (1) Pissarro (10) Pitagora (1) Plechanov (1) Poe (1) Poesie (4) Poesie Classiche (18) POESIE di DONNE (2) Poesie personali (16) POETI CONTRO IL RAZZISMO (1) POETI CONTRO LA GUERRA (18) Poliziano (1) Pollaiolo (4) Pomodoro (1) Pomponazzi (1) Pontano (1) Pontormo (1) Pop Art (1) Poussin (9) Pratolini (1) Premi Letterari (3) Prévost (1) Primaticcio (2) Primo Levi (1) Problemi sociali (2) Procaccini (1) PROGRAMMI PC (1) Prostituzione (1) Psicoanalisi (1) PSICOLOGIA (5) Pubblicità (1) Pulci (1) Puntitismo (3) Puvis de Chavannes (1) Quadri (2) Quadri personali (1) Quarton (2) Quasimodo (1) Rabelais (1) Racconti (1) Racconti personali (1) Raffaello (20) Rasputin (1) Rauschenberg (1) Ravera (1) Ray (1) Razzismo (1) Realismo (3) Rebreanu (1) Recensione libri (15) Redon (1) Regina Bracchi (1) Religione (7) Rembrandt (10) Reni (4) Renoir (19) Resistenza (8) Ribera (4) RICETTE (3) Rimbaud (2) Rinascimento (3) RIVOLUZIONARI (55) Rococò (1) Roma (6) Romantici (1) Romanticismo (1) Romanzi (3) Romanzi rosa (1) Rossellino (1) Rossetti (1) Rosso Fiorentino (3) Rouault (1) Rousseau (3) Rovani (1) Rubens (13) Russo (1) Sacchetti (1) SAGGI (11) Salute (16) Salvator Rosa (2) San Francesco (5) Sannazaro (2) Santi (1) Sassetta (2) Scapigliatura (1) Scheffer (1) Schiele (3) Schmidt-Rottluff (1) Sciascia (2) Scienza (8) Scienziati (13) Scipione (1) Scoperte (33) Scoto (1) Scott (1) Scrittori e Poeti (24) Scultori (2) Segantini (2) Sellitti (1) Seneca (2) Sereni (1) Sérusier (2) Sessualità (5) Seurat (3) Severini (1) Shaftesbury (1) Shoah (7) Signac (3) Signorelli (2) Signorini (1) Simbolismo (2) Sindacato (1) Sinha (1) Sironi (2) Sisley (3) Smith (1) Socialismo (45) Società segrete (1) Sociologia (4) Socrate (1) SOLDI (1) Soldi Internet (1) SOLIDARIETA' (6) Solimena (2) Solženicyn (1) Somerset Maugham (3) Sondaggi (1) Sorel (2) Soulages (1) Soulanges (2) Soutine (1) Spagna (1) Spagnoletto (4) Spaventa (1) Spinoza (2) Stampa (2) Steinbeck (1) Stendhal (1) Stevenson (4) Stilista (1) STORIA (68) Storia del Pensiero (81) Storia del teatro (1) Storia dell'arte (123) Storia della tecnica (24) Storia delle Religioni (47) Stubbs (1) Subleyras (2) Superstizione (1) Surrealismo (1) Swift (3) Tacca (1) Tacito (1) Tasca (1) Tasso (2) Tassoni (1) Ter Brugghen (2) Terapia naturale (18) Terracini (1) Thomas Mann (6) Tiepolo (4) Tina Modotti (1) Tintoretto (8) Tipografia (2) Tiziano (18) Togliatti (2) Toland (1) Tolstoj (2) Tomasi di Lampedusa (3) Toulouse-Lautrec (5) Tradizioni (1) Troyon (2) Tura (2) Turati (2) Turgenev (2) Turner (6) UDI (1) Ugrešić (1) Umanesimo (1) Umorismo (1) Ungaretti (3) Usi e Costumi (1) Valgimigli (2) Van Der Goes (3) Van der Weyden (4) Van Dyck (6) Van Eyck (8) Van Gogh (15) Van Honthors (2) Van Loo (2) Vangelo (3) Velàzquez (8) Veneziano (2) Verdura (1) Verga (10) Verismo (10) Verlaine (5) Vermeer (8) Vernet (1) Veronese (4) Verrocchio (2) VIAGGI (2) Viani (1) Vico (1) Video (13) Vigée­-Lebrun (2) VINI (3) Virgilio (3) Vittorini (2) Vivanti (1) Viviani (1) Vlaminck (1) Volta (2) Voltaire (2) Vouet (4) Vuillard (3) Warhol (1) Watson (1) Watteau (9) Wells (1) Wilde (1) Winterhalter (1) Witz (2) Wright (1) X X X da fare (34) Zurbarán (3)