SprinTrade

Prova gratuitamente la nuova Griglia Weber!

Ciao {{First Name}},

Stiamo cercando dei profili che vogliono provare gratuitamente la nostra nuova griglia Weber GENESIS® E-310™. Sei stato selezionato come uno dei potenziali tester!

Registrati adesso e ricevi gratuitamente la nuova Griglia per barbeque Weber in cambio delle tue opinioni!

venerdì 15 novembre 2013

FAUST - Schema dell'opera di Goethe (The layout of the work of Goethe)

Faust - Rembrandt

FAUST

Prologo in Teatro

Il Direttore del teatro (che è anche impresario), l'Autore drammatico e un Attore che interpreta personaggi brillanti e comici dialogano sul terna delle contraddizioni inevitabili fra: gusti del pubblico e l’ispirazione poetica. Il Prologo si conclude con l'annuncio dello spettacolo e l'apertura del sipario.

Prologo in Cielo

Di fronte all’Onnipotente e alla corte celeste gli arcangeli celebrano le meraviglie del creato. Mefistofele esprime a Dio alcune sue considerazioni, ironiche e negative, sul genere umano. Il Signore gli parla di Faust. Mefistofele è autorizzato a tentarlo.


PRIMA PARTE DELLA TRAGEDIA

Notte

Il dottor Faust monologa sulla propria esistenza, trascorsa nella ricerca di un sapere che gli si è sempre rivelato vano o delusivo. Vorrebbe fuggire dai libri verso un diretto contatto con la natura. Sfoglia l'opera di Nostradamus; poi, mentre contempla il segno dello Spirito della Terra, questo potente Spirito gli appare, lo atterrisce e lo lascia umiliato e attonito. Sopravviene lo studioso pedante e suo discepolo Wagner; dopo una conversazione con questo ingenuo entusiasta del sapere libresco, Faust riprende a monologare. Sempre più disperato pensa non avere altra via che il suicidio. Versa in una coppa un veleno che egli stesso ebbe un tempo a distillare ed è sul punto di berlo; quando il suono delle campane di Pasqua e i cori liturgici lo arrestano, richiamandogli alla memoria i tempi dell’infanzia. Il pianto lo rende alla vita.


Fuori porta

Nel pomeriggio di Pasqua, i cittadini muovono verso la campagna. Scene episodiche di operai, servette, studenti, ragazze della borghesia, soldati. Accompagnato da Wagner, Faust esce a passeggio. Riconosciuto dai concittadini, si ferma a riceverne il rispettoso saluto. Prosegue, raccontando a Wagner dei tempi della sua giovinezza e delle ricerche alchimistiche del proprio padre. Mentre cala la sera, un can barbone trotta in cerchi sempre più stretti intorno ai due.


Studio

Accompagnato dal cane, Faust è tornato nel suo studio. Vorrebbe tradurre i primi versetti dell'Evangelo di Giovanni; ma il cane, dopo averlo disturbato con i suoi guaiti, subisce una terrificante metamorfosi. Gli esorcismi, che Faust allora pronuncia, gli rendono visibile, in veste di studente, Mefistofele. Il Diavolo vorrebbe allontanarsi, ma glielo vieta un segno cabalistico tracciato sulla soglia dello studio. Allora un coro di spiriti addormenta Faust e un topo, su ordine di Mefistofele, rode un angolo del magico pentagramma, cosi liberandogli il passo.


Studio

Mefistofele rientra nello studio in abito di giovane cavaliere e propone a Faust un patto. Lo servirà e gli procurerà ogni sorta di piaceri in questo mondo, in cambio del dominio, dopo la morte, sulla sua anima. Replicandogli, Faust scommette che i godimenti terrestri non riusciranno mai a placare in lui la tensione al mutamento e al superamento. La scommessa viene firmata con una goccia di sangue. Mentre Faust si prepara a lasciare la sua vita di studioso, una matricola ha con Mefistofele, che crede Faust, un colloquio sugli studi che vorrebbe intraprendere. Uscito lo studente, Faust e Mefistofele partono a volo sul mantello di quest’ultimo.


La taverna di Auerbach a Lipsia

Quattro studenti bevono e cantano. Sopraggiungono Faust e Mefistofele; che canta ai presenti la “Canzone della pulce” e poi li suggestiona con le sue arti magiche, se ne fa beffe e li lascia sbalorditi e sconcertati, scomparendo con Faust.


Cucina della Strega

Per procurare a Faust un filtro di giovinezza, Mefistofele lo accompagna da una strega. Nel laboratorio e cucina di colei assente c'è una famiglia di Gatti Mammoni, ovvero mostruose scimmie parlanti. Una di queste porge a Faust uno specchio dove egli può scorgere una bellissima figura di donna. La strega rientra, Mefistofele si fa riconoscere. Dopo strani esorcismi, Faust beve la pozione magica.


Una strada

Faust rivolge la parola alla giovane Margherita, mentre costei esce dal Duomo. La ragazza prosegue la sua via verso casa senza accettare la conversazione. Faust esige da Mefistofele che gli renda possibile sedurre al più presto la giovane.


Sera

Mefistofele e Faust entrano nella stanza da letto di Margherita e Mefistofele chiude nell’armadio di costei uno scrigno che contiene oggetti preziosi. I due escono. Mentre si spoglia per andare a dormire (e canta qui la canzone del “Re di Thule”) Margherita scopre il cofanetto.


Una passeggiata

Mefistofele informa Faust che la madre di Margherita, inquieta per la loro origine misteriosa, ha consegnato a un prete i gioielli trovati dalla figlia. Faust esige da Mefistofele che rinnovi il dono e gli dia la possibilità di incontrare la ragazza.


La casa della vicina

Marta, la vicina di casa di Margherita, sta parlando con costei del secondo scrigno di gioielli che la giovane ha trovato nella propria stanza, quando Mefistofele si presenta ad annunciarle la morte del marito, avvenuta in Italia. Poi, con la scusa di fornirle una testimonianza legalmente valida, ottiene di poter tornare la sera medesima insieme a Faust.


Una strada

Faust dovrà testimoniare il falso circa la morte del marito di Marta, gli dice Mefistofele. E' la condizione per poter incontrarsi con Margherita.


Giardino

Margherita e Faust, Marta e Mefistofele passeggiano nel giardino. Mentre Margherita racconta a Faust della propria esistenza e Faust le dichiara il suo amore, Marta lascia intendere a Mefistofele di non voler rimanere a lungo vedova.


Un chiosco da giardino

Primo bacio di Faust e Margherita. Il colloquio é interrotto dal sopraggiungere di Mefistofele. Le due donne rientrano nelle loro case.


Bosco e caverna

Monologo di Faust. Sconvolto dalla passione egli ha abbandonato la città per le foreste. Si rivolge allo Spirito della Terra per ringraziarlo dei suoi doni, ma anche per lamentare il proprio asservimento a Mefistofele. Quest'ultimo lo incita a lasciare gli scrupoli e a sedurre Margherita.


La stanza di Gretchen

Lavorando all’arcolaio, Margherita canta la propria pena amorosa.


Il giardino di Marta

Margherita interroga Faust sui suoi sentimenti religiosi. La risposta di Faust, che è quella di un panteista romantico, lascia assai perplessa la cristiana Margherita: d’altronde, essa avverte in Mefistofele qualcosa che le repugna. Faust le da un sonnifero perché la madre non si svegli quando, quella notte, egli verrà da lei. Uscita Margherita, sopraggiunge Mefistofele a schernire gli entusiasmi amorosi di Faust.


Alla fontana

Conversazione di Margherita e di Lieschen. Quest’ultima le parla di una comune conoscente che aspetta, fuori del matrimonio, un figlio. Margherita monologa sulla propria colpa.


Bastione

Nella sua angoscia, Margherita prega una immagine della Vergine.


Notte

Valentino, soldato, fratello di Margherita, ha saputo delle dicerie che corrono sul conto della sorella. Nella notte vengono avanti Faust e Mefistofele. Mefistofele canta, accompagnandosi con la chitarra, sotto le finestre di Margherita. Nel duello che segue, Faust, con l’aiuto di Mefistofele, ferisce a morte Valentino. Accorre gente, scendono per la via Margherita e Marta. Prima di morire Valentino maledice la sorella.


Duomo

Durante un ufficio dei morti, Margherita é tormentata dalle parole che le viene mormorando uno Spirito maligno, fino a perdere i sensi.


Notte di Valpurga

Sulle montagne dello Harz, Mefistofele e Faust, guidati da un fuoco fatuo, salgono verso la grande festa di Satana, in mezzo a una folla di streghe e stregoni. Nella tregenda, Faust balla con Lilith, Mefistofele con una vecchia strega. Improvvisamente Faust scorge una figura femminile che somiglia a Margherita, ma come se già fosse morta. Mefistofele cerca di distrarlo da quella apparizione.


Il sogno della notte di Valpurga

Intermezzo musicale. Intorno al motivo delle nozze d'oro di Oberon e Titania, al suono d’una musica di rane e di insetti, personaggi umani e animali, allegorici o simbolici, si succedono a dire le loro quartine, fino a che l’alba li dissolve.


Giornata cupa – Campagna

Faust maledice Mefistofele e gli impone di soccorrere Margherita imprigionata e condannata a morte.


Notte - Aperta campagna

Passando a cavallo presso un patibolo, Faust e Mefistofele scorgono streghe che vi eseguono loro pratiche empie.


Un carcere

Faust entra nel carcere dove Margherita, malcerta la ragione per i patimenti e l’angoscia, é in attesa della morte. Si fa riconoscere, la libera dalle catene. Ma Margherita rifiuta di seguirlo; e, quando si avvede della presenza di Mefistofele, si rimette al giudizio di Dio. Sopravviene l’alba. I due fuggono mentre, già quasi dall'oltretomba, Margherita ripete il nome dell’amato.


SECONDA PARTE DELLA TRAGEDIA

Atto primo

Luogo ameno

Nel crepuscolo, un coro di Elfi addormenta Faust. All’alba, una nuova energia 1o penetra, la contemplazione dell’iride che il sole mattutino accende dal pulviscolo di una cascata lo restituisce all'attività.


PALAZZO IMPERIALE

Sala del Trono

L’Imperatore sta per parlare al suo Consiglio di Stato, quando Mefistofele si presenta a sostituire il buffone di corte. Il Cancelliere, il Comandante supremo dell’esercito, il Grande Tesoriere e il Maresciallo di Corte lamentano l'anarchia sociale ed economica dell’Impero. E Mefistofele propone di rimediare alle difficoltà economiche col reperimento dei tesori celati nel sottosuolo. Ma l'Imperatore preferisce, per il momento, festeggiare il Carnevale con una festa mascherata.


Ampia sala

Presentati da un Araldo si succedono gruppi di maschere e figurazioni allegoriche. Guidato da un giovane, avanza su di un carro Faust mascherato da Pluto, dio della ricchezza, seguito da Mefistofele in figura di Avarizia. Mefistofele, comparso in veste di dio Pan, col suo seguito di fauni, giganti, gnomi e ninfe, suggestiona la folla e lo stesso Imperatore. Un incendio fittizio, è sedato da Faust-Pluto.


Giardino

E il giorno che segue la mascherata. Faust e Mefistofele sono vicini all’Imperatore quando il Maresciallo di Corte, il Comandante dell’esercito e il Cancelliere gli annunciano che un nuovo ritrovato, la carta moneta, garantita dai tesori sepolti nel sottosuolo dell’Impero, sta animando l'economia del paese e risolvendo molti difficili problemi di finanza. L’Imperatore dispensa carta moneta fra i suoi cortigiani.


Galleria oscura

Poiché l’Imperatore pretende l’evocazione di Elena e di Paride, dice Mefistofele a Faust, è necessario che egli affronti la discesa alle Madri, armato di chiave magica; e ne torni con un tripode che si trova in fondo all’abisso. Faust accetta e scende nel mondo delle Madri.


Sale vivamente illuminate

In attesa delle spettacolo di magia, i cortigiani si affollano intorno a Mefistofele che distribuisce buoni consigli e ironici rimedi.


Sala dei Cavalieri

L’Imperatore e il suo seguito prendono posto per assistere allo spettacolo di magia. Mefistofele fa da suggeritore all’Astrologo. Apparizione di Paride e di Elena, variamente commentata dagli spettatori. Faust tenta di impedire che Paride rapisca Elena; e dopo una esplosione tutto si dissolve in oscurità e tumulto.


Atto secondo

Una stanza gotica a volta, stretta e alta

Mentre Faust dorme, Mefistofele, indossata la vecchia pelliccia dello studioso, parla col famulus di Wagner, che è divenuto alta autorità accademica e attende sempre il ritorno di Faust. Sopraggiunge, ormai Baccalaureus, il giovane che al tempo del primo incontro tra Faust e Mefistofele, aveva parlato a quest'ultimo scambiandolo per il dottor Faust del proprio avvenire di studente. Il giovane tratta sprezzantemente quello che crede il suo vecchio maestro, poi se ne va.


Laboratorio

Wagner sta lavorando alla creazione artificiale di un essere vivente, quando sopraggiunge Mefistofele. Nella fiala si forma Homunculus che si libra su Faust addormentato, descrive quel che egli sta sognando (la scena degli amori di Leda e del Cigno) e propone a Mefistofele di raggiungere insieme a Faust le pianure di Tessaglia, dove ogni anno si celebra con una assemblea di fantasmi e di creature mitiche l’anniversario della battaglia di Farsalo. I tre partono a volo.


NOTTE DI VALPURGA CLASSICA

I campi di Farsaglia

Monologo della strega tessala Erittone, I tre viaggiatori dell’aria scendono in terra greca.


[Lungo il Peneio superiore]

Mefistofele dialoga con Grifoni, Sfingi, Sirene. Faust chiede alle Sfingi dove gli sia dato di trovare Elena.


[Lungo il Peneio inferiore]

Sul fiume Peneio, Faust crede rivedere la scena di Leda al bagno. Appare il centauro Chirone. Faust lo interroga sugli antichi eroi e su Elena. Chirone lo accompagna dalla sibilla Manto che lo avvia agli inferi, a incontrare Persefone.


[Lungo il Peneio superiore]

Episodi simbolici della disputa fra vulcanisti e nettunisti. Seismos provoca un terremoto, i Grifoni incaricano Formiche e Dattili di raccogliere i minerali d'oro che affondano nella terra sconvolta, i Pigmei combattono contro le Gru. Mefistofele si fa ingannare dai fantasmi delle Lamie e della Empusa, Homunculus si accoda ai filosofi Talete e Anassagora che disputano sulle cause dei mutamenti geologici. Mefistofele si rivolge alle Forcidi e assume l’aspetto d’una di esse.


Baie rocciose dell’Egeo

Fra i canti di Sirene, Nereidi e Tritoni si celebra la festa marina di Galatea. Homunculus, accompagnato da Talete, interroga prima il vecchio Nereo e poi Proteo per conoscere come debba fare per divenire un compiuto essere umano. Intanto avanza sulle onde notturne un corteo di figure mitologiche che accompagna la conchiglia di Galatea. La fiala di cristallo di Homunculus si spezza e il suo fuoco si fonde con le acque mentre il coro celebra Eros e i quattro elementi.


Atto terzo

Davanti al palazzo di Menelao a Sparta

Elena torna alla casa paterna e dialoga con un coro di ancelle troiane prigioniere, narrando degli ordini che Menelao suo sposo le ha impartiti. Mefistofele-Forcide, parlando come una vecchia custode della casa, rimprovera e ingiuria le Coretidi, sconvolge per un attimo, evocandone la vita trascorsa, il senno di Elena, le profetizza morte per mano di Menelao e la induce ad accettare di trasferirsi in un castello feudale che una gente nordica ha costruito non lontano da Sparta.


Cortile interno del castello

Nella corte del castello Elena si incontra con Faust in figura di cavaliere. Episodio di Linceo. Simbolico passaggio dal mondo classico a quello feudale. Faust assegna in feudo ai suoi compagni le terre di Grecia. Evocazione dell’Arcadia.


La scena si trasforma completamente

Nelle grotte d'Arcadia, dagli amori di Elena e Faust è nato Euforione che, in brevissimo tempo, percorre una impetuosa esperienza, tenta il volo, e muore mentre - assunto a simbolo di G. Byron - tenta aiutare la lotta del popolo greco per l’indipendenza. Elena si dissolve fra le braccia di Faust, le sue vesti lo trasportano in aria. Mentre la corifea Pantalide raggiunge Elena nell’Ade, le Coretidi cantano il loro dissolversi in elementi naturali. L’atto si conclude con l’evocazione di un baccanale. Mefistofele depone le vesti di Forcide.


Atto quarto

Alta montagna

Monologo di Faust, che una nuvola ha lasciato su di uno sperone alpino. Sopraggiunge, su di un paio di stivali delle sette leghe, Mefistofele, che espone a Faust i propri desideri di borghese ricco e libertino atteggiato a monarca del Settecento. Faust gli replica proponendogli di aiutarlo in un progetto destinato a sottrarre al mare, con un sistema di dighe, una nuova terra. Musica guerriera da notizia del passaggio di un esercito. E Mefistofele spiega che l’Imperatore sta marciando contro le forze di un usurpatore, un Antimperatore, che le lotte di fazione gli hanno concitato contro; se loro due gli porgeranno aiuto, l’Imperatore potrà concedere a Faust, in feudo, la terra che egli progetta di strappare al mare. Tre combattenti demoniaci si presentano, agli ordini di Mefistofele, a dare man forte.


Sui contrafforti

L’Imperatore, insieme al suo Generalissimo, osserva la disposizione delle truppe per la battaglia imminente. Faust si presenta e propone l’aiuto dei suoi poteri magici. Iniziata la battaglia, Mefistofele fa intervenire i suoi tre soldati demoniaci, provoca allucinazioni fra i nemici e spinge all’attacco delle loro schiere un’armata di fantasmi che animano antiche armature.


Tenda dell’Antimperatore

Dopo una scena di saccheggio, interrotta dal sopravvenire di guardie imperiali che lo svolgimento della battaglia ha sconcertate e turbate, l’Imperatore procede a conferire ai suoi fedeli feudatari le maggiori cariche della corte imperiale. L'arcivescovo esige poi che tutte le terre dove sorsero gli accampamenti imperiali siano date alla Chiesa; e che un tempio vi sia eretto in espiazione dell’ausilio fornito dalle forze diaboliche. Anche sulle terre che Faust, seppure ancora sommerse, ha avuto in feudo, la Chiesa pretende l'esercizio di futuri diritti.


Atto quinto

Aperta campagna

Un viandante torna dopo molto tempo a salutare una coppia di vecchi coniugi, Filemone e Bauci, che lo salvarono, naufrago su quelle rive. Ma il mare è stato allontanato dalle dighe erette per iniziativa di Faust, gli spiegano i due vecchi; e non senza soccorso diabolico. Campi ora si stendono dov'erano le onde.


Palazzo

Faust, ormai vegliardo, assiste all’arrivo di molte navi cariche di merci preziose che Mefistofele, datosi alla pirateria, ha assalito viaggiando i mari. Ma Faust vuole sloggiare i due vecchi dalla loro casetta e far suoi i vecchi tigli che la ombreggiano; autorizza ormai Mefistofele ad agire.


Notte profonda

Linceo, la vedetta, vede e lamenta l'incendio della casupola. Mefistofele, tornato dall'impresa con i suoi tre scherani, descrive brevemente l’uccisione dei due vecchi e del Viandante, intervenuto a loro difesa. Faust maledice gli assassini.


Mezzanotte

Quattro figure femminili, simboliche di miseria e affanno, si avvicinano alla casa di Faust. La Cura vi penetra. Faust riesce a resisterle senza far uso di formule magiche, riconfermando invece la propria fiducia nella ragione e nell'azione. La Cura acceca Faust; ma Faust rifiuta di lasciarsi abbattere anzi ordina di riprendere i grandiosi lavori già progettati.


Grande cortile antistante il palazzo

Mefistofele guida i Lemuri a scavare la fossa per Faust. Faust crede che i colpi delle vanghe dei Lemuri siano quelli dei suoi operai al lavoro. Immagina che nelle nuove terre milioni d’uomini potranno vivere uniti e liberi e, presentendo la gioia di quel momento, muore.


Sepoltura

Mentre i Lemuri interrano il corpo di Faust, Mefistofele spia l’uscita dell’anima per trascinarla nell'inferno e da ordine ai suoi diavoli di tenersi pronti ad afferrarla. Ma schiere angeliche scendono dall’alto e spargono rose che inutilmente i diavoli cercano di distruggere. Mefistofele si distrae ad ammirare voglioso le forme degli angeli adolescenti; e intanto la parte immortale di Faust è portata verso l'alto dagli angeli lasciando il diavolo a lamentare la propria sconfitta.


Gole montane

In un paesaggio di rupi e foreste, santi anacoreti, tra cori di infanti e di angeli. Voci di peccatori pregano la Vergine per il perdono della parte immortale di Faust. Fra quelle, l’essere che fu Margherita lo guiderà ad una nuova vita.



1 commento:

sergio celle ha detto...

...riassunto ben descritto...ciao Loris..

Afrodisiaco (1) Aglietta (1) Albani (2) Alberti (1) Alda Merini (1) Alfieri (4) Altdorfer (2) Alvaro (1) Amore (2) Anarchici (1) Andersen (1) Andrea del Castagno (3) Andrea del Sarto (4) Andrea della Robbia (1) Anonimo (2) Anselmi (1) Antonello da Messina (4) Antropologia (7) APPELLO UMANITARIO (5) Apuleio (1) Architettura (4) Arcimboldo (1) Ariosto (4) Arnolfo di Cambio (2) Arp (1) Arte (4) Assisi (1) Astrattismo (3) Astrologia (1) Astronomia (3) Attila (1) Aulenti (1) Autori (7) Avanguardia (11) Averroè (1) Baccio della Porta (2) Bacone (2) Baldovinetti (1) Balla (1) Balzac (2) Barbara (1) Barocco (1) Baschenis (1) Baudelaire (2) Bayle (1) Bazille (4) Beato Angelico (6) Beccafumi (3) Befana (1) Bellonci (1) Bergson (1) Berkeley (2) Bernini (1) Bernstein (1) Bevilacqua (1) Biografie (11) Blake (2) Boccaccio (2) Boccioni (2) Böcklin (2) Body Art (1) Boiardo (1) Boito (1) Boldini (3) Bonheur (3) Bonnard (2) Borromini (1) Bosch (4) Botanica (1) Botticelli (7) Boucher (9) Bouts (2) Boyle (1) BR (1) Bramante (2) Brancati (1) Braque (1) Breton (3) Brill (2) Brontë (1) Bronzino (4) Bruegel il Vecchio (3) Brunelleschi (1) Bruno (2) Buddhismo (1) Buonarroti (1) Byron (2) Caillebotte (2) Calcio (1) Calvino (2) Calzature (1) Camillo Prampolini (1) Campanella (4) Campin (1) Canaletto (4) Cancro (2) Canova (2) Cantù (1) Capitalismo (3) Caravaggio (19) Carlevarijs (2) Carlo Levi (3) Carmi (1) Carpaccio (3) Carrà (1) Carracci (4) Carriere (1) Carroll (1) Cartesio (3) Casati (1) Cattaneo (1) Cattolici (1) Cavalcanti (1) Cellini (2) Cervantes (3) Cézanne (19) Chagall (3) Chardin (4) Chassériau (2) Chaucer (1) CHE GUEVARA (1) Cialente (1) Cicerone (8) Cimabue (4) Cino da Pistoia (1) Città del Vaticano (3) Clarke (1) Classici (26) Classicismo (1) Cleland (1) Collins (1) COMMUNITY (2) Comunismo (28) Condillac (1) Constable (4) Copernico (2) Corano (1) Cormon (2) Corot (9) Correggio (4) Cosmesi (1) Costa (1) Courbet (9) Cousin il giovane (2) Couture (2) Cranach (3) Crepuscolari (1) Crespi (2) Crespi detto il Cerano (1) Creta (2) Crispi (1) Cristianesimo (3) Crivelli (2) Croce (1) Cronin (1) Cubismo (1) CUCINA (9) Cucina friulana (2) D'Annunzio (1) Dadaismo (1) Dalì (5) Dalle Masegne (1) Dante Alighieri (8) Darwin (2) Daumier (6) DC (1) De Amicis (1) De Champaigne (2) De Chavannes (1) De Chirico (4) De Hooch (2) De La Tour (4) De Nittis (2) De Pisis (1) De' Roberti (2) Defoe (1) Degas (16) Del Piombo (4) Delacroix (6) Delaroche (2) Delaunay (2) Deledda (1) Dell’Abate (2) Derain (2) Descartes (2) Desiderio da Settignano (1) Dickens (8) Diderot (2) Disegni (2) Disegni da colorare (10) Disegni Personali (2) Disney (1) Dix (3) Doganiere (5) Domenichino (2) Donatello (4) Donne nella Storia (42) Dossi (1) Dostoevskij (7) DOTTRINE POLITICHE (75) Dova (1) Du Maurier (1) Dufy (3) Dumas (1) Duprè (1) Dürer (9) Dylan (2) Ebrei (9) ECONOMIA (7) Edda Ciano (1) Edison (1) Einstein (2) El Greco (9) Eliot (1) Elsheimer (2) Emil Zola (3) Energia alternativa (6) Engels (10) Ensor (3) Epicuro (1) Erasmo da Rotterdam (1) Erboristeria (7) Ernst (3) Erotico (1) Erotismo (4) Esenin (1) Espressionismo (3) Etruschi (1) Evangelisti (3) Fallaci (1) Fantin-Latour (1) Fascismo (26) Fattori (4) Faulkner (1) Fautrier (1) Fauvismo (1) FAVOLE (2) Fedro (1) FELICITÀ (1) Fenoglio (2) Ferragamo (1) FIABE (6) Fibonacci (1) Filarete (1) Filosofi (1) Filosofi - A (1) Filosofi - F (1) Filosofi - M (1) Filosofi - P (1) Filosofi - R (1) Filosofi - S (1) FILOSOFIA (55) Fini (1) Finkelstein (1) Firenze (1) Fisica (5) Fitoterapia (10) Fitzgerald (1) Fiume (1) Flandrin (1) Flaubert (4) Fogazzaro (2) Fontanesi (1) Foppa (1) Foscolo (6) Fougeron (1) Fouquet (4) Fra' Galgario (2) Fra' Guglielmo da Pisa (1) Fragonard (9) Frammenti (1) Francia (2) François Clouet (2) Freud (1) Friedrich (5) FRIULI (8) Futurismo (3) Gadda (2) Gainsborough (14) Galdieri (1) Galilei (2) Galleria degli Uffizi (1) Gamberelli (1) Garcia Lorca (1) Garcìa Lorca (1) Garibaldi (2) Gassendi (1) Gauguin (17) Gennaio (1) Gentile da Fabriano (2) Gentileschi (2) Gerard (1) Gérard (1) Gérard David (2) Géricault (7) Gérôme (2) Ghiberti (1) Ghirlandaio (2) Gialli (1) Giallo (1) Giambellino (1) Giambologna (1) Gianfrancesco da Tolmezzo (1) Gilbert (1) Ginzburg (1) Gioberti (1) Giordano (3) Giorgione (15) Giotto (12) Giovanni Bellini (10) Giovanni della Robbia (1) Giovanni XXIII (8) Giustizia (1) Glossario dell'arte (19) Gnocchi-Viani (1) Gobetti (1) Goethe (9) Gogol' (2) Goldoni (1) Gončarova (2) Gorkij (3) Gotico (1) Goya (11) Gozzano (2) Gozzoli (1) Gramsci (4) Grecia (2) Greene (1) Greuze (4) Grimm (2) Gris (2) Gros (7) Grosz (3) Grünewald (5) Guadagni (1) Guardi (6) Guercino (1) Guest (1) Guglielminetti (1) Guglielmo di Occam (1) Guinizelli (1) Gutenberg (2) Guttuso (4) Hals (3) Hawthorne (1) Hayez (4) Heckel (1) Hegel (6) Heine (1) Heinrich Mann (1) Helvétius (1) Hemingway (3) Henri Rousseau (3) Higgins (1) Hikmet (1) Hobbema (2) Hobbes (1) Hodler (1) Hogarth (4) Holbein il Giovane (4) Hugo (1) Hume (2) Huxley (1) Il Ponte (2) Iliade (1) Impressionismo (85) Indiani (1) Informale (1) Ingres (7) Invenzioni (31) Islam (5) Israele (1) ITALIA (2) Italo Svevo (5) Jacopo Bellini (4) Jacques-Louis David (9) James (1) Jean Clouet (2) Jean-Jacques Rousseau (3) Johns (1) Jordaens (2) Jovine (3) Kafka (3) Kandinskij (4) Kant (9) Kautsky (1) Keplero (1) Kierkegaard (1) Kipling (1) Kirchner (4) Klee (3) Klimt (4) Kollwitz (1) Kuliscioff (1) Labriola (2) Lancret (3) Land Art (1) Larsson (1) Lavoro (2) Le Nain (3) Le Sueur (2) Léger (2) Leggende (1) Leggende epiche (1) Leibniz (1) Lenin (7) Leonardo (43) Leopardi (3) Letteratura (22) Levi Montalcini (1) Liala (1) Liberalismo (1) LIBERTA' (28) LIBRI (23) Liotard (5) Lippi (5) Locke (4) Lombroso (1) Longhi (3) Lorenzetti (3) Lorenzo il Magnifico (1) Lorrain (5) Lotto (6) Luca della Robbia (1) Lucia Alberti (1) Lucrezio (2) Luini (2) Lutero (3) Macchiaioli (1) Machiavelli (10) Maderno (1) Magnasco (1) Magritte (4) Maimeri (1) Makarenko (1) Mallarmé (2) Manet (14) Mantegna (8) Manzoni (4) Maometto (4) Marcks (1) MARGHERITA HACK (1) Marquet (2) Martini (7) Marx (17) Marxismo (9) Masaccio (7) Masolino da Panicale (1) Massarenti (1) Masson (2) Matisse (6) Matteotti (2) Maupassant (1) Mauriac (1) Mazzini (5) Mazzucchelli detto il Morazzone (1) Medicina (4) Medicina alternativa (23) Medicina naturale (17) Meissonier (2) Melozzo da Forlì (2) Melville (1) Memling (4) Merimée (1) Metafisica (4) Metalli (1) Meynier (1) Micene (2) Michelangelo (11) Mickiewicz (1) Millais (1) Millet (4) Minguzzi (1) Mino da Fiesole (1) Miró (2) Mistero (10) Modigliani (4) Molinella (1) Mondrian (4) Monet (14) Montaigne (1) Montessori (2) Monti (3) Monticelli (2) Moore (1) Morandi (4) Moreau (4) Morelli (1) Moretto da Brescia (2) Morisot (3) Moroni (2) Morse (1) Mucchi (16) Munch (2) Murillo (4) Musica (14) Mussolini (5) Mussulmani (5) Napoleone (11) Natale (8) Nazismo (17) Némirovsky (1) Neo-impressionismo (3) Neoclassicismo (1) Neorealismo (1) Neruda (2) Newton (2) Nietzseche (1) Nievo (1) Nolde (2) NOTIZIE (1) Nudi nell'arte (52) Odissea (1) Olocausto (6) Omeopatia (18) Omero (2) Onorata Società (1) Ortese (1) Oudry (1) Overbeck (2) Ovidio (1) Paganesimo (1) Palazzeschi (1) Palizzi (1) Palladio (1) Palma il Vecchio (1) Panama (1) Paolo Uccello (5) Parapsicologia (1) Parini (3) Parmigianino (3) Pascal (1) Pascoli (3) Pasolini (3) Pavese (3) Pedagogia (2) Pellizza da Volpedo (2) PERSONAGGI DEL FRIULI (30) Perugino (3) Petacci (1) Petrarca (4) Piazzetta (2) Picasso (8) Piero della Francesca (8) Piero di Cosimo (2) Pietro della Cortona (1) Pila (2) Pinturicchio (2) Pirandello (2) Pisanello (2) Pisano (1) Pissarro (10) Pitagora (1) Plechanov (1) Poe (1) Poesie (4) Poesie Classiche (18) POESIE di DONNE (2) Poesie personali (16) POETI CONTRO IL RAZZISMO (1) POETI CONTRO LA GUERRA (18) Poliziano (1) Pollaiolo (4) Pomodoro (1) Pomponazzi (1) Pontano (1) Pontormo (1) Pop Art (1) Poussin (9) Pratolini (1) Premi Letterari (3) Prévost (1) Primaticcio (2) Primo Levi (1) Problemi sociali (2) Procaccini (1) PROGRAMMI PC (1) Prostituzione (1) Psicoanalisi (1) PSICOLOGIA (5) Pubblicità (1) Pulci (1) Puntitismo (3) Puvis de Chavannes (1) Quadri (2) Quadri personali (1) Quarton (2) Quasimodo (1) Rabelais (1) Racconti (1) Racconti personali (1) Raffaello (20) Rasputin (1) Rauschenberg (1) Ravera (1) Ray (1) Razzismo (1) Realismo (3) Rebreanu (1) Recensione libri (15) Redon (1) Regina Bracchi (1) Religione (7) Rembrandt (10) Reni (4) Renoir (19) Resistenza (8) Ribera (4) RICETTE (3) Rimbaud (2) Rinascimento (3) RIVOLUZIONARI (55) Rococò (1) Roma (6) Romantici (1) Romanticismo (1) Romanzi (3) Romanzi rosa (1) Rossellino (1) Rossetti (1) Rosso Fiorentino (3) Rouault (1) Rousseau (3) Rovani (1) Rubens (13) Russo (1) Sacchetti (1) SAGGI (11) Salute (16) Salvator Rosa (2) San Francesco (5) Sannazaro (2) Santi (1) Sassetta (2) Scapigliatura (1) Scheffer (1) Schiele (3) Schmidt-Rottluff (1) Sciascia (2) Scienza (8) Scienziati (13) Scipione (1) Scoperte (33) Scoto (1) Scott (1) Scrittori e Poeti (24) Scultori (2) Segantini (2) Sellitti (1) Seneca (2) Sereni (1) Sérusier (2) Sessualità (5) Seurat (3) Severini (1) Shaftesbury (1) Shoah (7) Signac (3) Signorelli (2) Signorini (1) Simbolismo (2) Sindacato (1) Sinha (1) Sironi (2) Sisley (3) Smith (1) Socialismo (45) Società segrete (1) Sociologia (4) Socrate (1) SOLDI (1) Soldi Internet (1) SOLIDARIETA' (6) Solimena (2) Solženicyn (1) Somerset Maugham (3) Sondaggi (1) Sorel (2) Soulages (1) Soulanges (2) Soutine (1) Spagna (1) Spagnoletto (4) Spaventa (1) Spinoza (2) Stampa (2) Steinbeck (1) Stendhal (1) Stevenson (4) Stilista (1) STORIA (68) Storia del Pensiero (81) Storia del teatro (1) Storia dell'arte (123) Storia della tecnica (24) Storia delle Religioni (47) Stubbs (1) Subleyras (2) Superstizione (1) Surrealismo (1) Swift (3) Tacca (1) Tacito (1) Tasca (1) Tasso (2) Tassoni (1) Ter Brugghen (2) Terapia naturale (18) Terracini (1) Thomas Mann (6) Tiepolo (4) Tina Modotti (1) Tintoretto (8) Tipografia (2) Tiziano (18) Togliatti (2) Toland (1) Tolstoj (2) Tomasi di Lampedusa (3) Toulouse-Lautrec (5) Tradizioni (1) Troyon (2) Tura (2) Turati (2) Turgenev (2) Turner (6) UDI (1) Ugrešić (1) Umanesimo (1) Umorismo (1) Ungaretti (3) Usi e Costumi (1) Valgimigli (2) Van Der Goes (3) Van der Weyden (4) Van Dyck (6) Van Eyck (8) Van Gogh (15) Van Honthors (2) Van Loo (2) Vangelo (3) Velàzquez (8) Veneziano (2) Verdura (1) Verga (10) Verismo (10) Verlaine (5) Vermeer (8) Vernet (1) Veronese (4) Verrocchio (2) VIAGGI (2) Viani (1) Vico (1) Video (13) Vigée­-Lebrun (2) VINI (3) Virgilio (3) Vittorini (2) Vivanti (1) Viviani (1) Vlaminck (1) Volta (2) Voltaire (2) Vouet (4) Vuillard (3) Warhol (1) Watson (1) Watteau (9) Wells (1) Wilde (1) Winterhalter (1) Witz (2) Wright (1) X X X da fare (34) Zurbarán (3)