domenica 25 agosto 2013

NAPOLEONE - PROCLAMI E ORDINI DEL GIORNO (Proclamations and orders of the day)



UN INVITO AL SACCHEGGIO

Al momento di assumere il comando dell'annata d'Italia, Napoleone deve riprendere in mano un esercito poco numeroso, indisciplinato e demoralizzato che manca di tutto. Il suo primo proclama (27 marzo 1796), un vero e proprio invito al saccheggio, è estremamente importante per comprendere questo generale di ventisette anni, nervoso e autoritario:

"Soldati! Siete nudi, affamati; il governo vi deve molto ma non può darvi nulla. La vostra pazienza, il coraggio che dimostrate in mezzo a queste montagne, sono degni di ammirazione, ma non vi procurano alcuna gloria, nessuna luce si riverbera su di voi. Vi voglio condurre nelle più fertili pianure del mondo. Province ricche, grandi città cadranno nelle vostre mani, vi troverete onore, gloria, ricchezza. Soldati d'Italia, mancherete forse di coraggio o di costanza?"
.

IL COLPO DI STATO DEL 18 BRUMAIO

Alla vigilia del colpo di Stato del 18 brumaio (9 novembre 1799) il generale Bonaparte fa appello alle sue truppe:

"Soldati, il decreto straordinario del consiglio degli anziani è conforme agli articoli 102 e 103 dell'atto costituzionale. Il consiglio mi ha affidato il comando della città e dell'esercito, che ho accettato per assecondare le misure che esso sta per prendere e che sono completamente favorevoli al popolo. Da due anni la Repubblica è governata male. Avete sperato che il mio ritorno avrebbe messo fine a tanti mali; questo ritorno lo avete festeggiato con un'unione che mi impone degli obblighi che io assolvo; voi assolverete i vostri, e appoggerete il vostro generale con l'energia, la fermezza e la fiducia che ho sempre visto in voi. La libertà, la vittoria e la pace rimetteranno la Repubblica francese al rango che occupava in Europa e che l'inettitudine o il tradimento le hanno fatto perdere".


L'INIZIO DELLA FINE

Dopo essere divenuto vero e proprio padrone d'Europa, Napoleone si avventurò nelle sconfinate steppe russe nel disperato tentativo di distruggere l'impero zarista. Conquistata Mosca, l'imperatore fu ben presto costretto a prendere la via del ritorno che si tramutò rapidamente in un enorme e disastro. La conclusione del 29° bollettino della Grande Armata (3 dicembre 1812) rivela la portata del disastro:

"La nostra cavalleria era appiedata al punto che si sono dovuti riunire gli ufficiali ai quali restava un cavallo per costituirne quattro compagnie di 150 uomini ciascuna. I generali vi assolvevano le funzioni di capitani, e i colonnelli quelle di sottufficiali. Questo squadrone sacro, comandato dal generale Grouchy, e sorto gli ordini del re di Napoli, non perdeva mai di vista l'Imperatore in tutti i suoi movimenti".


L'ULTIMO ATTO

Sconfitto a Waterloo Napoleone si rivolge per l'ultima volta ai suoi soldati (25 giugno 1815):

"Voi ed io siamo stati calunniati. Uomini indegni di apprezzare i vostri sforzi hanno visto, nei segni di attaccamento che mi avete dimostrato, uno zelo di cui sarei stato l'unico destinatario: che i vostri successi futuri dimostrino a costoro che obbedendomi voi servivate sopra di ogni altra cosa la patria, e che, se ho una qualche parte nel vostro affetto, lo devo al mio ardente amore per la Francia, nostra madre comune. Soldati, ancora pochi sforzi e Ia coalizione si dissolverà. Napoleone saprà riconoscervi dai colpi che state per infliggere. Salvate I'onore, I'indipendenza dei francesi, siate fino alla fine quali siete stati per vent'anni, e sarete invincibili".


VEDI ANCHE . . .







LA BATTAGLIA DI EYLAU (Battle of Eylau) - Antoine-Jean Gros


LA BATTAGLIA DI EYLAU (1808)
Antoine-Jean Gros (1771-1835)
Museo del Louvre - Parigi
Olio su tela cm 53,3 x 80
            
Già molto tempo è trascorso dall'infuriare della battaglia e sul campo regna ormai un macabro e doloroso silenzio.
Napoleone e i suoi compagni sono scesi a visitare il luogo nel quale il giorno prima hanno combattuto accanitamente contro l' armata russa vincendo l'acerrima sfida. 
Lo spettacolo che si offre ai loro occhi è terribile: il suolo è disseminato di cadaveri e di feriti che si trascinano implorando pietà.
L'imperatore, pur conscio degli orrori insiti nella guerra, è sconcertato di quanto male abbia potuto provocare il suo intervento armato e con un gesto della mano comanda ai suoi soldati di soccorrere i russi.
Nel paesaggio che si dispiega alle spalle dei soldati e che, silenzioso e totalmente privo di vegetazione, costituisce un vero e proprio sfondo psicologico alla scena fiarrala, le truppe della Grande Armata si rimettono coscienziosamente nell'ordine prestabilito, pronte a muoversi ad un nuovo comando.

Su precisa disposizione di Napoleone, Gros non ha rappresentato né l'empito della battaglia né il fulgore della vittoria, bensì la grande magnanimità e profonda bontà di chi, pur abituato a combattere, a vincere e a uccidere, non ha perduto i valori più importanti e più veri propri dell'essere umano.
L'opera trasmette dunque una visione fortemente idealizzante della sovranità in generale e, in particolare, delle doti militari ed umane di Napoleone Bonaparte.


E Il quadro, firmato e datato - Gros 1808 -  fu realizzato a seguito di un concorso apertosi l'anno precedente.
Esposto al Salon del 1808 fu acquistato dalla Direzione Generale dei Musei francesi in quell'occasione e fu collocato nel Musée Napoléon (attuale Louvre).


L'incontro di Gros con Napoleone Bonaparte

La fortuna di Gros - se fortunato può dirsi un uomo che risponde alle critiche mosse alla sua arte annegandosi nella Senna dopo una vita di sostanziale successo - si gioca a Genova dove, nel 1796, conosce Giuseppina Bonaparte giunta in Liguria per incontrare il marito impegnato nella campagna d'Italia.
Alla richiesta di eseguire il ritratto di Napoleone, Giuseppina invitò Gros a seguirla a Milano.
La timidezza con la quale I'artista fece la propria richiesta conquistò Napoleone che, soddisfatto di suscitare imbarazzate emozioni, si lasciò ritrarre. 
Da quel momento Gros divenne il suo pittore personale. Tuttavia il modello non era dei più pazienti tanto che Gros se ne lamentò in più occasioni.


VEDI ANCHE . . .




GLI APPESTATI DI JAFFA (Plague victims of Jaffa) - Antoine-Jean Gros

GLI APPESTATI DI JAFFA (1504)
Antoine-Jean Gros (1771-1835)
Museo dell'Ouvre - Parigi
Olio su tela cm 525 x 715

Il dipinto celebra il generoso atto compiuto da Napoleone nel corso della Campagna d'Egitto, quando l'11 marzo 1799 visitò i malati di peste a Jaffa. 
L'intrepido imperatore è raffigurato mentre sfiora il bubbone di un appestato, bloccato da due ufficiali che coprendosi il volto con il fazzoletto tentano di allontanarlo. 
Dalle testimonianze delI'epoca sappiamo che in realtà Napoleone non toccò nessun malato, limitandosi ad attraversare rapidamente le sale prendendo per un attimo in braccio il corpo di una vittima.

Attraverso la rappresentazione di Gros, sembra quasi che il tocco di Napoleone abbia un potere risanatorio. L'intento dell'artista è chiaramente quello di celebrare la generosità di Napoleone, a costo di non rispettare la realtà storica. Il compito di alludere al luogo dove avvenne il fatto è affidato ai costumi orientali dalle fogge variopinte che hanno poi influenzato artisti quali Delacroix, che con Il massacro di Scio pare voglia rendere omaggio al quadro di Gros.

Il capolavoro di Gros presenta una composizione molto articolata, dove prevale una drammaticità formale sostenuta da una forte violenza cromatica. Sappiamo che gli artisti del tempo erano spesso impegnati a diffondere attraverso la loro pittura le gesta di Napoleone.
  
NAPOLEONE RITORNA ALL'ISOLA DI LOBAU - Charlse Meynier
Musée du Chateau - Versailles
  
Esemplare è il caso di Charles Meynier che ritrae I'imperatore in veste di guaritore durante la visita ai feriti del suo reggimento a Lobau il 23 maggio 1809.

A differenza di Gros, Meynier adotta una composizione molto più semplice ma sicuramente più carica di retorica commemorativa.

Gli appestati di Jaffa, opera firmata da Gros, fu presentata dall'artista al Salon del 1804. 
Appartiene alla collezione del Museo del Louvre dove attualmente si trova esposta.
Dello stesso autore, sempre al Louvre, è possibile ammirare: il Ritratto di Cristina Boyer e Napoleone sul campo di Eylau.


VEDI ANCHE . . .




Afrodisiaco (1) Aglietta (1) Albani (2) Alberti (1) Alda Merini (1) Alfieri (4) Altdorfer (2) Alvaro (1) Amore (2) Anarchici (1) Andersen (1) Andrea del Castagno (3) Andrea del Sarto (4) Andrea della Robbia (1) Anonimo (2) Anselmi (1) Antonello da Messina (4) Antropologia (7) APPELLO UMANITARIO (5) Apuleio (1) Architettura (4) Arcimboldo (1) Ariosto (4) Arnolfo di Cambio (2) Arp (1) Arte (4) Assisi (1) Astrattismo (3) Astrologia (1) Astronomia (3) Attila (1) Aulenti (1) Autori (7) Avanguardia (11) Averroè (1) Baccio della Porta (2) Bacone (2) Baldovinetti (1) Balla (1) Balzac (2) Barbara (1) Barocco (1) Baschenis (1) Baudelaire (2) Bayle (1) Bazille (4) Beato Angelico (6) Beccafumi (3) Befana (1) Bellonci (1) Bergson (1) Berkeley (2) Bernini (1) Bernstein (1) Bevilacqua (1) Biografie (11) Blake (2) Boccaccio (2) Boccioni (2) Böcklin (2) Body Art (1) Boiardo (1) Boito (1) Boldini (3) Bonheur (3) Bonnard (2) Borromini (1) Bosch (4) Botanica (1) Botticelli (7) Boucher (9) Bouts (2) Boyle (1) BR (1) Bramante (2) Brancati (1) Braque (1) Breton (3) Brill (2) Brontë (1) Bronzino (4) Bruegel il Vecchio (3) Brunelleschi (1) Bruno (2) Buddhismo (1) Buonarroti (1) Byron (2) Caillebotte (2) Calcio (1) Calvino (2) Calzature (1) Camillo Prampolini (1) Campanella (4) Campin (1) Canaletto (4) Cancro (2) Canova (2) Cantù (1) Capitalismo (3) Caravaggio (19) Carlevarijs (2) Carlo Levi (3) Carmi (1) Carpaccio (3) Carrà (1) Carracci (4) Carriere (1) Carroll (1) Cartesio (3) Casati (1) Cattaneo (1) Cattolici (1) Cavalcanti (1) Cellini (2) Cervantes (3) Cézanne (19) Chagall (3) Chardin (4) Chassériau (2) Chaucer (1) CHE GUEVARA (1) Cialente (1) Cicerone (8) Cimabue (4) Cino da Pistoia (1) Città del Vaticano (3) Clarke (1) Classici (26) Classicismo (1) Cleland (1) Collins (1) COMMUNITY (2) Comunismo (28) Condillac (1) Constable (4) Copernico (2) Corano (1) Cormon (2) Corot (9) Correggio (4) Cosmesi (1) Costa (1) Courbet (9) Cousin il giovane (2) Couture (2) Cranach (3) Crepuscolari (1) Crespi (2) Crespi detto il Cerano (1) Creta (2) Crispi (1) Cristianesimo (3) Crivelli (2) Croce (1) Cronin (1) Cubismo (1) CUCINA (9) Cucina friulana (2) D'Annunzio (1) Dadaismo (1) Dalì (5) Dalle Masegne (1) Dante Alighieri (8) Darwin (2) Daumier (6) DC (1) De Amicis (1) De Champaigne (2) De Chavannes (1) De Chirico (4) De Hooch (2) De La Tour (4) De Nittis (2) De Pisis (1) De' Roberti (2) Defoe (1) Degas (16) Del Piombo (4) Delacroix (6) Delaroche (2) Delaunay (2) Deledda (1) Dell’Abate (2) Derain (2) Descartes (2) Desiderio da Settignano (1) Dickens (8) Diderot (2) Disegni (2) Disegni da colorare (10) Disegni Personali (2) Disney (1) Dix (3) Doganiere (5) Domenichino (2) Donatello (4) Donne nella Storia (42) Dossi (1) Dostoevskij (7) DOTTRINE POLITICHE (75) Dova (1) Du Maurier (1) Dufy (3) Dumas (1) Duprè (1) Dürer (9) Dylan (2) Ebrei (9) ECONOMIA (7) Edda Ciano (1) Edison (1) Einstein (2) El Greco (9) Eliot (1) Elsheimer (2) Emil Zola (3) Energia alternativa (6) Engels (10) Ensor (3) Epicuro (1) Erasmo da Rotterdam (1) Erboristeria (7) Ernst (3) Erotico (1) Erotismo (4) Esenin (1) Espressionismo (3) Etruschi (1) Evangelisti (3) Fallaci (1) Fantin-Latour (1) Fascismo (26) Fattori (4) Faulkner (1) Fautrier (1) Fauvismo (1) FAVOLE (2) Fedro (1) FELICITÀ (1) Fenoglio (2) Ferragamo (1) FIABE (6) Fibonacci (1) Filarete (1) Filosofi (1) Filosofi - A (1) Filosofi - F (1) Filosofi - M (1) Filosofi - P (1) Filosofi - R (1) Filosofi - S (1) FILOSOFIA (55) Fini (1) Finkelstein (1) Firenze (1) Fisica (5) Fitoterapia (10) Fitzgerald (1) Fiume (1) Flandrin (1) Flaubert (4) Fogazzaro (2) Fontanesi (1) Foppa (1) Foscolo (6) Fougeron (1) Fouquet (4) Fra' Galgario (2) Fra' Guglielmo da Pisa (1) Fragonard (9) Frammenti (1) Francia (2) François Clouet (2) Freud (1) Friedrich (5) FRIULI (8) Futurismo (3) Gadda (2) Gainsborough (14) Galdieri (1) Galilei (2) Galleria degli Uffizi (1) Gamberelli (1) Garcia Lorca (1) Garcìa Lorca (1) Garibaldi (2) Gassendi (1) Gauguin (17) Gennaio (1) Gentile da Fabriano (2) Gentileschi (2) Gerard (1) Gérard (1) Gérard David (2) Géricault (7) Gérôme (2) Ghiberti (1) Ghirlandaio (2) Gialli (1) Giallo (1) Giambellino (1) Giambologna (1) Gianfrancesco da Tolmezzo (1) Gilbert (1) Ginzburg (1) Gioberti (1) Giordano (3) Giorgione (15) Giotto (12) Giovanni Bellini (10) Giovanni della Robbia (1) Giovanni XXIII (8) Giustizia (1) Glossario dell'arte (19) Gnocchi-Viani (1) Gobetti (1) Goethe (9) Gogol' (2) Goldoni (1) Gončarova (2) Gorkij (3) Gotico (1) Goya (11) Gozzano (2) Gozzoli (1) Gramsci (4) Grecia (2) Greene (1) Greuze (4) Grimm (2) Gris (2) Gros (7) Grosz (3) Grünewald (5) Guadagni (1) Guardi (6) Guercino (1) Guest (1) Guglielminetti (1) Guglielmo di Occam (1) Guinizelli (1) Gutenberg (2) Guttuso (4) Hals (3) Hawthorne (1) Hayez (4) Heckel (1) Hegel (6) Heine (1) Heinrich Mann (1) Helvétius (1) Hemingway (3) Henri Rousseau (3) Higgins (1) Hikmet (1) Hobbema (2) Hobbes (1) Hodler (1) Hogarth (4) Holbein il Giovane (4) Hugo (1) Hume (2) Huxley (1) Il Ponte (2) Iliade (1) Impressionismo (85) Indiani (1) Informale (1) Ingres (7) Invenzioni (31) Islam (5) Israele (1) ITALIA (2) Italo Svevo (5) Jacopo Bellini (4) Jacques-Louis David (9) James (1) Jean Clouet (2) Jean-Jacques Rousseau (3) Johns (1) Jordaens (2) Jovine (3) Kafka (3) Kandinskij (4) Kant (9) Kautsky (1) Keplero (1) Kierkegaard (1) Kipling (1) Kirchner (4) Klee (3) Klimt (4) Kollwitz (1) Kuliscioff (1) Labriola (2) Lancret (3) Land Art (1) Larsson (1) Lavoro (2) Le Nain (3) Le Sueur (2) Léger (2) Leggende (1) Leggende epiche (1) Leibniz (1) Lenin (7) Leonardo (43) Leopardi (3) Letteratura (22) Levi Montalcini (1) Liala (1) Liberalismo (1) LIBERTA' (28) LIBRI (23) Liotard (5) Lippi (5) Locke (4) Lombroso (1) Longhi (3) Lorenzetti (3) Lorenzo il Magnifico (1) Lorrain (5) Lotto (6) Luca della Robbia (1) Lucia Alberti (1) Lucrezio (2) Luini (2) Lutero (3) Macchiaioli (1) Machiavelli (10) Maderno (1) Magnasco (1) Magritte (4) Maimeri (1) Makarenko (1) Mallarmé (2) Manet (14) Mantegna (8) Manzoni (4) Maometto (4) Marcks (1) MARGHERITA HACK (1) Marquet (2) Martini (7) Marx (17) Marxismo (9) Masaccio (7) Masolino da Panicale (1) Massarenti (1) Masson (2) Matisse (6) Matteotti (2) Maupassant (1) Mauriac (1) Mazzini (5) Mazzucchelli detto il Morazzone (1) Medicina (4) Medicina alternativa (23) Medicina naturale (17) Meissonier (2) Melozzo da Forlì (2) Melville (1) Memling (4) Merimée (1) Metafisica (4) Metalli (1) Meynier (1) Micene (2) Michelangelo (11) Mickiewicz (1) Millais (1) Millet (4) Minguzzi (1) Mino da Fiesole (1) Miró (2) Mistero (10) Modigliani (4) Molinella (1) Mondrian (4) Monet (14) Montaigne (1) Montessori (2) Monti (3) Monticelli (2) Moore (1) Morandi (4) Moreau (4) Morelli (1) Moretto da Brescia (2) Morisot (3) Moroni (2) Morse (1) Mucchi (16) Munch (2) Murillo (4) Musica (14) Mussolini (5) Mussulmani (5) Napoleone (11) Natale (8) Nazismo (17) Némirovsky (1) Neo-impressionismo (3) Neoclassicismo (1) Neorealismo (1) Neruda (2) Newton (2) Nietzseche (1) Nievo (1) Nobel (1) Nolde (2) NOTIZIE (1) Nudi nell'arte (52) Odissea (1) Olocausto (6) Omeopatia (18) Omero (2) Onorata Società (1) Ortese (1) Oudry (1) Overbeck (2) Ovidio (1) Paganesimo (1) Palazzeschi (1) Palizzi (1) Palladio (1) Palma il Vecchio (1) Panama (1) Paolo Uccello (5) Parapsicologia (1) Parini (3) Parmigianino (3) Pascal (1) Pascoli (3) Pasolini (3) Pavese (3) Pedagogia (2) Pellizza da Volpedo (2) PERSONAGGI DEL FRIULI (30) Perugino (3) Petacci (1) Petrarca (4) Piazzetta (2) Picasso (8) Piero della Francesca (8) Piero di Cosimo (2) Pietro della Cortona (1) Pila (2) Pinturicchio (2) Pirandello (2) Pisanello (2) Pisano (1) Pissarro (10) Pitagora (1) Plechanov (1) Poe (1) Poesie (4) Poesie Classiche (18) POESIE di DONNE (2) Poesie personali (16) POETI CONTRO IL RAZZISMO (1) POETI CONTRO LA GUERRA (18) Poliziano (1) Pollaiolo (4) Pomodoro (1) Pomponazzi (1) Pontano (1) Pontormo (1) Pop Art (1) Poussin (9) Pratolini (1) Premi Letterari (3) Prévost (1) Primaticcio (2) Primo Levi (1) Problemi sociali (2) Procaccini (1) PROGRAMMI PC (1) Prostituzione (1) Psicoanalisi (1) PSICOLOGIA (5) Pubblicità (1) Pulci (1) Puntitismo (3) Puvis de Chavannes (1) Quadri (2) Quadri personali (1) Quarton (2) Quasimodo (1) Rabelais (1) Racconti (1) Racconti personali (1) Raffaello (20) Rasputin (1) Rauschenberg (1) Ravera (1) Ray (1) Razzismo (1) Realismo (3) Rebreanu (1) Recensione libri (15) Redon (1) Regina Bracchi (1) Religione (7) Rembrandt (10) Reni (4) Renoir (19) Resistenza (8) Ribera (4) RICETTE (3) Rimbaud (2) Rinascimento (3) RIVOLUZIONARI (55) Rococò (1) Roma (6) Romantici (1) Romanticismo (1) Romanzi (3) Romanzi rosa (1) Rossellino (1) Rossetti (1) Rosso Fiorentino (3) Rouault (1) Rousseau (3) Rovani (1) Rubens (13) Russo (1) Sacchetti (1) SAGGI (11) Salute (16) Salvator Rosa (2) San Francesco (5) Sannazaro (2) Santi (1) Sassetta (2) Scapigliatura (1) Scheffer (1) Schiele (3) Schmidt-Rottluff (1) Sciamanesimo (1) Sciascia (2) Scienza (8) Scienziati (13) Scipione (1) Scoperte (33) Scoto (1) Scott (1) Scrittori e Poeti (24) Scultori (2) Segantini (2) Sellitti (1) Seneca (2) Sereni (1) Sérusier (2) Sessualità (5) Seurat (3) Severini (1) Shaftesbury (1) Shoah (7) Signac (3) Signorelli (2) Signorini (1) Simbolismo (2) Sindacato (1) Sinha (1) Sironi (2) Sisley (3) Smith (1) Socialismo (45) Società segrete (1) Sociologia (4) Socrate (1) SOLDI (1) Soldi Internet (1) SOLIDARIETA' (6) Solimena (2) Solženicyn (1) Somerset Maugham (3) Sondaggi (1) Sorel (2) Soulages (1) Soulanges (2) Soutine (1) Spagna (1) Spagnoletto (4) Spaventa (1) Spinoza (2) Stampa (2) Steinbeck (1) Stendhal (1) Stevenson (4) Stilista (1) STORIA (68) Storia del Pensiero (81) Storia del teatro (1) Storia dell'arte (123) Storia della tecnica (24) Storia delle Religioni (47) Stubbs (1) Subleyras (2) Superstizione (1) Surrealismo (1) Swift (3) Tacca (1) Tacito (1) Tasca (1) Tasso (2) Tassoni (1) Ter Brugghen (2) Terapia naturale (18) Terracini (1) Thomas Mann (6) Tiepolo (4) Tina Modotti (1) Tintoretto (8) Tipografia (2) Tiziano (18) Togliatti (2) Toland (1) Tolstoj (2) Tomasi di Lampedusa (3) Toulouse-Lautrec (5) Tradizioni (1) Troyon (2) Tura (2) Turati (2) Turgenev (2) Turner (6) UDI (1) Ugrešić (1) Umanesimo (1) Umorismo (1) Ungaretti (3) Usi e Costumi (1) Valgimigli (2) Van Der Goes (3) Van der Weyden (4) Van Dyck (6) Van Eyck (8) Van Gogh (15) Van Honthors (2) Van Loo (2) Vangelo (3) Velàzquez (8) Veneziano (2) Verdura (1) Verga (10) Verismo (10) Verlaine (5) Vermeer (8) Vernet (1) Veronese (4) Verrocchio (2) VIAGGI (2) Viani (1) Vico (1) Video (13) Vigée­-Lebrun (2) VINI (3) Virgilio (3) Vittorini (2) Vivanti (1) Viviani (1) Vlaminck (1) Volta (2) Voltaire (2) Vouet (4) Vuillard (3) Warhol (1) Watson (1) Watteau (9) Wells (1) Wilde (1) Winterhalter (1) Witz (2) Wright (1) X X X da fare (34) Zurbarán (3)