lunedì 30 giugno 2014

NATURA MORTA CON PENNELLO (Still Life with a brush) - Gabriele Mucchi

Natura morta con un pennello (1967) 
Collezione privata - Olio su tela cm 65 x 60 

La pittura di nature morte, meno frequente negli anni dopo la guerra, 
non è mai stata tralasciata da Gabriele Mucchi. 
La pratica dell'impianto geometrico e dell'uso della sezione aurea, e del loro controllo durante la stesura pittorica sono palesi in questa tela eseguita in Germania.


OCCUPAZIONE DELLE TERRE (Occupation of land) - Gabriele Mucchi

Occupazione delle terre (1950)
Museo di Magdeburgo
Olio su tela cm 52 x 76

L'occupazione delle terre incolte fu una delle più importanti azioni intraprese dal bracciantato italiano del Sud a difesa del lavoro. 
In questi anni Mucchi dipinse questo quadro dominato dal rosso delle bandiere che i contadini alzano nella loro marcia verso il latifondo.



ASTRATTISMO DI EUGENIO CARMI (Abstractism)



Eugenio Carmi (Genova, 17 febbraio 1920) è un pittore italiano. Esponente dell'astrattismo italiano, nel 1966 ha esposto alla Biennale di Venezia.

Dei "segnali immaginari" di Eugenio Carmi si sono occupati non soltanto i più autorevoli esponenti della critica d'arte internazionale, ma anche psicologi e studiosi della percezione visiva. Solitamente dipinti su tela, prevalentemente in grandi dimensioni, sono formati da sequenze di bande di colori o tonalità variabili, disposte e intersecate, con straordinaria sensibilità cromatica e compositiva, in cerchi, quadrati, triangoli.
La semplicità delle forme è quella dei segnali visuali che esigono, per essere percepiti da tutti, un vocabolario elementare. Ma i segnali di Carmi non vogliono comunicare alcuna informazione obbligata. Al contrario, trasmettono messaggi liberatori, inviti all'immaginazione. 
Di questa segnaletica immaginaria molti critici hanno sottolineato la componente gioiosa e la felicità creativa. 
"Carmi - ha scritto Umberto Eco - è ossessionato dall'immagine, ma mai ossessione è stata così gaia, piena di gioia". 
Jacques Rouiller aggiunge che questi segnali "si pongono per associazione di idee in una nuova relazione tra i segnali tradizionali e il postulato creativo". 
Secondo Pierre Restany, che ha presentato le opere di Carmi a Parigi in una grande mostra tenuta nel 1970 al Musée d'art moderne, "essi non portano alcun messaggio coercitivo e repressivo. Esistono per affermare, nella loro totale gratuità, il diritto all'essenziale libertà del non senso".

La biografia di Carmi è piena di questi gesti salutari di liberazione dalla convenzionalità del buon senso. Nel '62 a Spoleto è tra gli inventori e animatori della mostra ormai storica Sculture nella città. Nel '66, dopo una parentesi di insegnamento in alcune università americane, inventa con Cathy Berberian ed Eco il libro Stripsody, che traduce in immagini i rumori dei fumetti. Nello stesso anno, invitato alla Biennale di Venezia, fa presentare le proprie opere - a centinaia - da una macchina che elabora elettronicamente le immagini programmate. 
Altre opere elettroniche presenta in Svezia all'esposizione Superlund e a Londra alla mostra Cybernetic Serendipity. I segnali immaginari elettrici di plexiglas e luce fluorescente sono esposti in musei e gallerie di tutto il mondo.
Nel 1973 compie le prime esperienze di pittura elettronica con l'uso esclusivo di telecamere e mixer. La televisione italiana gli dedica un'ora di trasmissione. Nello stesso anno viene pubblicato presso I'editore Prearo di Milano il volume di Umberto Eco Eugenio Carmi, una pittura di paesaggio?.
Nel 1974 realizza la prima esperienza televisiva a colori di 25 minuti eseguita nell'ambito delle ricerche compiute per conto del Servizio Programmi Sperimentali della televisione italiana, con musiche elettroniche di Angelo Paccagnini. Il lavoro è presentato al I Congresso Internazionale di Semiologia e al Premio Italia, a Firenze. 
A Carmi viene assegnato, sempre nel'74, il primo premio alla Triennale Internazionale di Wroclaw, in Polonia. Nell'aprile 1975 la Città di Ferrara gli ha dedicato una mostra antologica. Nel giugno 1976 una mostra antologica dell'opera grafica gli viene dedicata dalla Biennale di Cracovia. Opere di Carmi si trovano nei maggiori musei e collezioni del mondo.


SOGNO (1974) Galerie Suzanne Bollag, Zurigo
Acrilico su tela cm 64 x 81


SPAZIO DELL'IMMAGINAZIONE 1 (1974) Galleria E, Bolzano
Acrilico su tela cm 100 x 100

 
IL PRESENTE (1974) Collezione Go-Edizioni, Bassano del Grappa
Acrilico su tela cm 81 x 100


L'OCCHIO DI DIO IMMAGINARIO (1976)
Acrilico su tela cm 100 x 100


PROBABILMENTE (1976) 
Acrilico su tela cm 140 x 140

PASSAGGIO (1976) Galerie Liatowitsch, Basilea
Acrilico su tela cm 50 x 50





LA VITA DI LEONARDO IN BREVE (Leonardo's life)

Autoritratto - Leonardo


1452 - Leonardo nasce il 15 aprile a Vinci. E figlio naturale di Piero di Antonio, notaio.

1469 - Entra, secondo I'opinione della maggioranza dei critici, nella bottega di Andrea del Verrocchio.

1472 - Risulta iscritto alla Compagnia di San Luca, che raccoglieva i pittori. Comincia a eseguire le sue prime opere.

1473 - Esegue, datandolo 5 agosto, il disegno raffigurante un Paesaggio con la valle dell'Arno.

1476 - E' accusato di sodomia; nello stesso anno è assolto dall'accusa.

1478 - Riceve l'incarico per una pala da collocare in Palazzo della Signoria. Porta a termine due dipinti raffiguranti la Vergine, uno dei quali è identificato nella Madonna Benois.

1481 - Firma il contratto per l'Adorazione dei Magi.

1482 -  Si trasferisce a Milano.

1483 -  Nella città lombarda e incaricato di eseguire la Vergine delle rocce insieme a Evangelista e Ambrogio De Predis.

1489 - Esegue appunti scenografici per festeggiare le nozze tra Giangaleazzo Sforza e Isabella d'Aragona. Comincia a lavorare alla colossale statua equestre per Francesco Sforza.

1492 - Disegna costumi in occasione del matrimonio tra Ludovico il Moro e Beatrice d'Este.

1495 - Comincia l'esecuzione dell'Ultima cena e la decorazione dei camerini del Castello Sforzesco.

1498 - Conclude la decorazione della Sala delle Asse nel Castello Sforzesco.

1499 - In compagnia di Luca Pacioli, lascia Milano trasferendosi prima a Vaprio, poi a Mantova.

1500 - In marzo è a Venezia; poi rientra a Firenze, alloggiando presso il convento dei Serviti alla Santissima Annunziata.

1502 -  Segue le campagne militari in Romagna di Cesare Borgia, che lo ha assunto come architetto e ingegnere.

1503 - E di nuovo a Firenze, dove esegue la Gioconda. È incaricato di dipingere la Battaglia di Anghiari.

1506 - Lascia di nuovo Firenze per Milano.

1509 -  Studia la geologia delle valli lombarde. Comincia a interessarsi all'anatomia umana.

1513 - Si trasferisce a Roma dove resterà per tre anni, sotto la protezione di Giuliano de' Medici, dedicandosi a studi scientifici.

1517 - Si trasferisce ad Amboise, in Francia, alla corte di Francesco I.

1519 - Muore il 2 maggio, lasciando l'amico Francesco Melzi esecutore testamentario.



VEDI ANCHE . . .

LEONARDO DA VINCI - Artista e scienziato

OPERE DI LEONARDO, DOVE SONO?

BATTESIMO DI CRISTO - Verrocchio e Leonardo

ANNUNCIAZIONE - Leonardo da Vinci

ANNUNCIAZIONE 598 - Leonardo da Vinci

RITRATTO DI GINEVRA BENCI - Leonado da Vinci

MADONNA DEL GAROFANO (Alte Pinakothek, Monaco) - Leonardo da Vinci

MADONNA DEL GAROFANO - Leonardo da Vinci 

MADONNA BENOIS (Prima versione) - Leonardo da Vinci

MADONNA BENOIS - Leonardo da Vinci 

ADORAZIONE DEI MAGI (Adoration of the Magi) - Leonardo

SAN GEROLAMO - Leonardo da Vinci 

LA VERGINE DELLE ROCCE - Leonardo 

LA VERGINE DELLE ROCCE (Louvre, Parigi) - Leonardo da Vinci

RITRATTO DI MUSICO - Leonardo da Vinci

LA DAMA CON ERMELLINO - Leonardo da Vinci

RITRATTO DI DONNA (LA BELLE FERRONIÈRE) - Leonardo da Vinci

L'ULTIMA CENA (Cenacolo) - Leonardo

SALA DELLE ASSE - Castello Sforzesco, Milano - Leonardo

RITRATTO DI ISABELLA D'ESTE - Leonardo da Vinci

TESTA DI FANCIULLA - LA SCAPILIATA - Leonardo da Vinci

domenica 29 giugno 2014

OPERE DI LEONARDO, DOVE? - Works of Leonardo, where?

Leonardo da Vinci, statua nel piazzale degli Uffizi - Firenze


Qui di seguito sono riportate le schede delle principali opere di Leonardo, conservate presso musei e collezioni pubbliche italiani e stranieri. L'ordine è alfabetico: per città e per opera.
Ciascuna scheda contiene: titolo, datazione, tecnica e supporto, misure (in centimetri).


CRACOVIA (Polonia)
LA DAMA CON ERMELLINO, 1489-90; olio su tavola, cm 54 x 39 -  Czartoryski Muzeum.


FIRENZE
ADORAZIONE DEI MAGI, 1481-82; abbozzo su tavola, cm 246 x 243 -  Galleria degli Uffizi.

Annunciazione, 1475 circa; olio su tavola, cm 98 x 217 -  Galleria degli Uffizi.

Battesimo di Cristo di Andrea del Verrocchio, 1472-75; olio su tavola, cm 177 x 151 - Galleria degli Uffizi. A Leonardo è attribuita la testa dell'angelo a sinistra.

Paesaggio di Santa Maria della Neve, 1473; disegno a penna, cm 19,6 x 28 - Galleria
degli Uffizi, Gabinetto dei disegni e delle stampe.


LONDRA (Gran Bretagna)
Sant'Anna con la Vergine, il Bambino e San Giovannino, 1508; cartone a carboncino,biacca e sfumo, cm 139 x 10 -  National Gallery.

Studio per il monumento equestre di Gian Giacomo Trivulzio, 1510 circa; disegno a punta d'argento su carta, cm 18,9 x 14,5 -  Windsor, Royal Library.

LA VERGINE DELLE ROCCE, 1493-1508; olio su tavola, 189,5 x 120 - National Gallery.


MILANO
Intrecci vegetali della sala detta delle Asse, 1498-99; pittura murale -  Sala delle Asse, Castello Sforzesco.

Ritratto di Beatrice d'Este (?), 1485 circa.; olio su tavola, cm 51 x 34 - Pinacoteca Ambrosiana.

Ritratto di musico, 1487 circa; olio su tavola,cm  43 x 31 - Pinacoteca Ambrosiana.


MONACO (Germania)
MADONNA DEL GAROFANO,1472 circa; olio su tavola, cm 62 x 47 - Alte Pinakothek.


PARIGI (Francia) 
Annunciazione, 1478; tempera su tavola, cm 74 x 59 - Louvre.

Bacco, dopo il 1510; tempera e olio su tavola trasferita su tela,cm 177 x 115 - Louvre.

La Belle Ferronnière, 1495 circa; olio su tavola, cm 63 x 45 - Louvre.

Ritratto di Isabella d'Este, 1499; matita nera, sanguigna e pastello su carta, cm 63 x 46 - Louvre.

LA GIOCONDA (Ritratto di Monna Lisa del Giocondo), 1503-10; olio su tavola, cm 77 x 53 - Louvre.

San Giovanni Battista, 1510-14; olio su tavola, cm 69 x 57 - Louvre.

SACRA FAMIGLIA (Sant'Anna, la Madonna e il Bambino con l'agnello), 1510; olio su tavola, cm 168 x 112 - Louvre.

LA VERGINE DELLE ROCCE, 1483-86; olio su tavola trasferito su tela, cm 199 x 122 - Louvre.


PARMA
La scapigliata, 1506-08; terra-ombra, terra inverdita e biacca su tavola, cm 24,7 x 21 - Pinacoteca nazionale.


ROMA
SAN GEROLAMO, 1480-82; tempera e olio su tavola, cm 103 x 75 -  Pinacoteca Vaticana.


SAN PIETROBURGO (Russia)
MADONNA BENOIS o del fiore, 1478 circa; olio su tavola trasferito su tela, cm 48 x 31 - Ermitage.

MADONNA LITTA, 1478-80; olio su tavola trasferita su tela, cm 42 x 33; Ermitage.


TORINO
AUTORITRATTO, 1515 circa; disegno a sanguigna, cm 33,3 x 21,3 -  Biblioteca Reale.

Carri falcati, 1490 circa, disegno - Biblioteca Reale.


WASHINGTON (Stati Uniti)
Madonna Dreyfus, 1470 circa; olio su tavola, cm 15,5 x 12,7 -  National Gallery of Art.

Ritratto di donna, 1474; olio su tavola, cm 42 x 37 - National Gallery of Art.



VEDI ANCHE . . .

LEONARDO DA VINCI - Artista e scienziato

OPERE DI LEONARDO, DOVE SONO?

BATTESIMO DI CRISTO - Verrocchio e Leonardo

ANNUNCIAZIONE - Leonardo da Vinci

ANNUNCIAZIONE 598 - Leonardo da Vinci

RITRATTO DI GINEVRA BENCI - Leonado da Vinci

MADONNA DEL GAROFANO (Alte Pinakothek, Monaco) - Leonardo da Vinci

MADONNA DEL GAROFANO - Leonardo da Vinci 

MADONNA BENOIS (Prima versione) - Leonardo da Vinci

MADONNA BENOIS - Leonardo da Vinci 

ADORAZIONE DEI MAGI (Adoration of the Magi) - Leonardo

SAN GEROLAMO - Leonardo da Vinci 

LA VERGINE DELLE ROCCE - Leonardo 

LA VERGINE DELLE ROCCE (Louvre, Parigi) - Leonardo da Vinci

RITRATTO DI MUSICO - Leonardo da Vinci

LA DAMA CON ERMELLINO - Leonardo da Vinci

RITRATTO DI DONNA (LA BELLE FERRONIÈRE) - Leonardo da Vinci

L'ULTIMA CENA (Cenacolo) - Leonardo

SALA DELLE ASSE - Castello Sforzesco, Milano - Leonardo

RITRATTO DI ISABELLA D'ESTE - Leonardo da Vinci

TESTA DI FANCIULLA - LA SCAPILIATA - Leonardo da Vinci

sabato 28 giugno 2014

CREPUSCOLARI - La prosa poetica (The poetic prose)

Melancolia, Edvard Munch,  1894-1895
Collezione Rasmus Meyer, Bergen
Olio su tela cm 81 x 100,5

Dal Pascoli e dal D'Annunzio dei momenti di stanchezza (Poema paradisiaco) prendono le mosse i crepuscolari, i quali, peraltro, assorbono anche profondamente la lezione di Verlaine e di alcuni altri poeti decadenti fiamminghi e francesi, come Maeterlinck, Rodenback, Samain, Laforgue e acquistano rapidamente una loro fisionomia autonoma. 
Il termine crepuscolare venne usato per la prima volta da G.A. Borgese in una recensione alle liriche di Marino Moretti, Fausto Maria Martini e Carlo Chiaves e tendeva a definire il tono spento, grigio e sommesso di quelle poesie. E in realtà i crepuscolari elevano a materia della loro poesia la vita quotidiana nei suoi aspetti più umili e banali, togliendo però alle piccole cose quel valore simbolico che era proprio del Pascoli. 
Così in essi il ritmo della vita quotidiana si presenta in tutto il suo grigiore sonnolento, stanco, vuoto di ogni ideale superiore, privo di ogni slancio ed entusiasmo. L'aridità, la sfiducia, la noia, l'incapacità di dare un significato alla vita: ecco gli stati d'animo che ispirano la rappresentazione del mondo di ogni giorno. Su di essi può innestarsi talvolta il sogno di qualcosa per cui valga la pena di vivere, accompagnato però sempre dalla coscienza che si tratta di un sogno. 
L'ironia, dunque, come continua consapevolezza della vanità delle illusioni e, insieme, della vacuità della vita quotidiana, diviene uno degli elementi fondamentali di questa scuola.
A tale contenuto corrisponde anche una consapevole rivoluzione formale: i crepuscolari, infatti, tendono alla riduzione della poesia a prosa e il loro verso tende a una poesia che - al limite - rompe con la metrica tradizionale e, pur conservando ritmi poetici, si mantenga nell'ambito della prosa. 
Questo comporta una scarnificazione della parola poetica, una sua liberazione dall'alone suggestivo e letterario che le veniva attribuito anche da D'Annunzio e da Pascoli, una sua riduzione a significati più quotidiani. Sia i contenuti che le forme dei crepuscolari - dunque - tendono alla demistificazione del falso sublime della poesia ottocentesca, che rispecchiava i miti bugiardi e retorici della borghesia nella sua involuzione imperialistica (i miti, per intenderci, del superuomo, del progresso, della potenza, del-la gloria, dei sentimenti eccezionali ed unici), e, nello stesso tempo, tendono a rappresentare il vuoto ideale, la mancanza di valori, la condizione di sradicati e di condannati alla solitudine e all'incomunicabilità che è stata determinata per gli uomini proprio da quella involuzione.

Il poeta più autentico nell'ambito dei crepuscolari è senza dubbio Guido Gozzano.


Così all'eroe romantico sostituisce la figura di Totò Merumeni, del tutto incapace di aderire al ritmo dell'esistenza:

Totò ha venticinque anni, tempra sdegnosa, 
molta cultura e gusto in opere d'inchiostro, 
scarso cervello, scarsa morale, spaventosa 
chiaroveggenza: è il vero figlio del tempo nostro. 
Non ricco, giunta I'ora di "vender parolette"
(il suo Petrarca!..,) e farsi baratto o gazzettiere,
Totò scelse l'esilio. E in libertà riflette 
ai suoi trascorsi che sarà bello tacere. 
Non è cattivo. Manda soccorso di danaro 
al povero, all'amico un cesto di primizie; 
non è cattivo. A lui ricorre, lo scolaro 
pel tema, l'emigrante per le commendatizie. 
Gelido, consapevole di sé e dei suoi torti, 
non è cattivo. E' il buono che derideva il Nietzsche
" ...in verità derido I'inetto. che si dice
buono, perchè non ha I'ugne abbastanza forti...". 
Dopo lo studio grave, scende in giardino, gioca 
coi suoi dolci compagni sull'erba che l'invita; 
i suoi compagni sono: una ghiandaia roca, 
un micio, una bertuccia che ha nome Makakita... 
Totò non può sentire. Un lento male indomo 
inaridì le fonti prime del sentimento; 
l'analisi e il sofisma fecero di quest'uomo 
ciò che le fiamme fanno d'un edificio al vento. 
Ma come le ruine che già seppero il fuoco 
esprimono i giaggioli dai bei vividi fiori, 
quell'anima riarsa esprime a poco a poco 
una fiorita d'esili versi consolatori... . 
Così Totò Merumeni, dopo tristi vicende,
quasi è felice. Alterna I'indagine e la rima. 
Chiuso in sé stesso, medita, s'accresce, esplora, intende 
la vita dello Spirito che non intese prima. 
Perchè la voce è poca, e I'arte prediletta 
immensa, perchè il Tempo - mentre ch'io parlo! - va, 
Totò opra in disparte, sorride, e meglio aspetta. 
E vive. Un giorno è nato. Un giorno morirà.

Di qui anche la valutazione ironica dei valori ideali e sentimentali dell'Ottocento ("le buone cose di pessimo gusto"), valutazione ironica che nasconde, però, la nostalgia per un mondo ideale in cui non è più possibile credere.

Accanto al Gozzano, ma su un piano nettamente inferiore quanto a resa artistica, bisognerà porre Sergio Corazzini, nato a Roma nel 1887 e morto tisico nella stessa città nel 1907, che fu assai pieno di fervore nella sua breve vita, ma che morì forse troppo presto per raggiungere nelle sue Liriche una piena maturità.
E, ancora, oltre al già ricordato Fausto Maria Martini (1886-1931), Marino Moretti, nato a Cesenatico nel 1885, noto soprattutto per le Poesie scritte col lapis e, dopo la prima guerra mondiale, per una abbondante produzione narrativa.


VERLAINE Paul (1844-1896), poeta lirico francese dalla vita tormentata e tempestosa. 
Opere principali: Romanze senza parole (1874)...., Saggezza (1881)... e, in prosa,  I poeti maledetti (1884-88)... e Confessioni (1895).

MAETERLINK Mauriee (1892-1949), scrittore e drammaturgo belga di lingua francese; Premio Nobel 1911 per la Letteratura. 
Opere principali : Pelleas et Melisande..., L'uccello azzurro..., Il tesoro degli umili..,  ecc.

RODENBACH Georges Costantin (1855-1898), poeta e letterato belga. Appartenne al movimento Giovane Belgio
Opere principali: La tomba..., Le vergini..., L'albero..,  ecc.

SAMAIN Albert Victor (1858-1900), poeta francese simbolista ma tradizionale nella forma. 
Opere principali : Nel giardino dell'Infante...., Ai bordi del vaso..., Racconti..., Polifemo.

LAFORGUE Jules (1860-1887), poeta francese d'avanguardia, creatore del verso libero. 
Opere principali : Lamenti (1885)..., Fior di buona volontà (1887).


VEDI ANCHE . . .


Afrodisiaco (1) Aglietta (1) Albani (2) Alberti (1) Alda Merini (1) Alfieri (4) Altdorfer (2) Alvaro (1) Amore (2) Anarchici (1) Andersen (1) Andrea del Castagno (3) Andrea del Sarto (4) Andrea della Robbia (1) Anonimo (2) Anselmi (1) Antonello da Messina (4) Antropologia (7) APPELLO UMANITARIO (5) Apuleio (1) Architettura (4) Arcimboldo (1) Ariosto (4) Arnolfo di Cambio (2) Arp (1) Arte (4) Assisi (1) Astrattismo (3) Astrologia (1) Astronomia (3) Attila (1) Aulenti (1) Autori (7) Avanguardia (11) Averroè (1) Baccio della Porta (2) Bacone (2) Baldovinetti (1) Balla (1) Balzac (2) Barbara (1) Barocco (1) Baschenis (1) Baudelaire (2) Bayle (1) Bazille (4) Beato Angelico (6) Beccafumi (3) Befana (1) Bellonci (1) Bergson (1) Berkeley (2) Bernini (1) Bernstein (1) Bevilacqua (1) Biografie (11) Blake (2) Boccaccio (2) Boccioni (2) Böcklin (2) Body Art (1) Boiardo (1) Boito (1) Boldini (3) Bonheur (3) Bonnard (2) Borromini (1) Bosch (4) Botanica (1) Botticelli (7) Boucher (9) Bouts (2) Boyle (1) BR (1) Bramante (2) Brancati (1) Braque (1) Breton (3) Brill (2) Brontë (1) Bronzino (4) Bruegel il Vecchio (3) Brunelleschi (1) Bruno (2) Buddhismo (1) Buonarroti (1) Byron (2) Caillebotte (2) Calcio (1) Calvino (2) Calzature (1) Camillo Prampolini (1) Campanella (4) Campin (1) Canaletto (4) Cancro (2) Canova (2) Cantù (1) Capitalismo (3) Caravaggio (19) Carlevarijs (2) Carlo Levi (3) Carmi (1) Carpaccio (3) Carrà (1) Carracci (4) Carriere (1) Carroll (1) Cartesio (3) Casati (1) Cattaneo (1) Cattolici (1) Cavalcanti (1) Cellini (2) Cervantes (3) Cézanne (19) Chagall (3) Chardin (4) Chassériau (2) Chaucer (1) CHE GUEVARA (1) Cialente (1) Cicerone (8) Cimabue (4) Cino da Pistoia (1) Città del Vaticano (3) Clarke (1) Classici (26) Classicismo (1) Cleland (1) Collins (1) COMMUNITY (2) Comunismo (28) Condillac (1) Constable (4) Copernico (2) Corano (1) Cormon (2) Corot (9) Correggio (4) Cosmesi (1) Costa (1) Courbet (9) Cousin il giovane (2) Couture (2) Cranach (3) Crepuscolari (1) Crespi (2) Crespi detto il Cerano (1) Creta (2) Crispi (1) Cristianesimo (3) Crivelli (2) Croce (1) Cronin (1) Cubismo (1) CUCINA (9) Cucina friulana (2) D'Annunzio (1) Dadaismo (1) Dalì (5) Dalle Masegne (1) Dante Alighieri (8) Darwin (2) Daumier (6) DC (1) De Amicis (1) De Champaigne (2) De Chavannes (1) De Chirico (4) De Hooch (2) De La Tour (4) De Nittis (2) De Pisis (1) De' Roberti (2) Defoe (1) Degas (16) Del Piombo (4) Delacroix (6) Delaroche (2) Delaunay (2) Deledda (1) Dell’Abate (2) Derain (2) Descartes (2) Desiderio da Settignano (1) Dickens (8) Diderot (2) Disegni (2) Disegni da colorare (10) Disegni Personali (2) Disney (1) Dix (3) Doganiere (5) Domenichino (2) Donatello (4) Donne nella Storia (42) Dossi (1) Dostoevskij (7) DOTTRINE POLITICHE (75) Dova (1) Du Maurier (1) Dufy (3) Dumas (1) Duprè (1) Dürer (9) Dylan (2) Ebrei (9) ECONOMIA (7) Edda Ciano (1) Edison (1) Einstein (2) El Greco (9) Eliot (1) Elsheimer (2) Emil Zola (3) Energia alternativa (6) Engels (10) Ensor (3) Epicuro (1) Erasmo da Rotterdam (1) Erboristeria (7) Ernst (3) Erotico (1) Erotismo (4) Esenin (1) Espressionismo (3) Etruschi (1) Evangelisti (3) Fallaci (1) Fantin-Latour (1) Fascismo (26) Fattori (4) Faulkner (1) Fautrier (1) Fauvismo (1) FAVOLE (2) Fedro (1) FELICITÀ (1) Fenoglio (2) Ferragamo (1) FIABE (6) Fibonacci (1) Filarete (1) Filosofi (1) Filosofi - A (1) Filosofi - F (1) Filosofi - M (1) Filosofi - P (1) Filosofi - R (1) Filosofi - S (1) FILOSOFIA (55) Fini (1) Finkelstein (1) Firenze (1) Fisica (5) Fitoterapia (10) Fitzgerald (1) Fiume (1) Flandrin (1) Flaubert (4) Fogazzaro (2) Fontanesi (1) Foppa (1) Foscolo (6) Fougeron (1) Fouquet (4) Fra' Galgario (2) Fra' Guglielmo da Pisa (1) Fragonard (9) Frammenti (1) Francia (2) François Clouet (2) Freud (1) Friedrich (5) FRIULI (8) Futurismo (3) Gadda (2) Gainsborough (14) Galdieri (1) Galilei (2) Galleria degli Uffizi (1) Gamberelli (1) Garcia Lorca (1) Garcìa Lorca (1) Garibaldi (2) Gassendi (1) Gauguin (17) Gennaio (1) Gentile da Fabriano (2) Gentileschi (2) Gerard (1) Gérard (1) Gérard David (2) Géricault (7) Gérôme (2) Ghiberti (1) Ghirlandaio (2) Gialli (1) Giallo (1) Giambellino (1) Giambologna (1) Gianfrancesco da Tolmezzo (1) Gilbert (1) Ginzburg (1) Gioberti (1) Giordano (3) Giorgione (15) Giotto (12) Giovanni Bellini (10) Giovanni della Robbia (1) Giovanni XXIII (8) Giustizia (1) Glossario dell'arte (19) Gnocchi-Viani (1) Gobetti (1) Goethe (9) Gogol' (2) Goldoni (1) Gončarova (2) Gorkij (3) Gotico (1) Goya (11) Gozzano (2) Gozzoli (1) Gramsci (4) Grecia (2) Greene (1) Greuze (4) Grimm (2) Gris (2) Gros (7) Grosz (3) Grünewald (5) Guadagni (1) Guardi (6) Guercino (1) Guest (1) Guglielminetti (1) Guglielmo di Occam (1) Guinizelli (1) Gutenberg (2) Guttuso (4) Hals (3) Hawthorne (1) Hayez (4) Heckel (1) Hegel (6) Heine (1) Heinrich Mann (1) Helvétius (1) Hemingway (3) Henri Rousseau (3) Higgins (1) Hikmet (1) Hobbema (2) Hobbes (1) Hodler (1) Hogarth (4) Holbein il Giovane (4) Hugo (1) Hume (2) Huxley (1) Il Ponte (2) Iliade (1) Impressionismo (85) Indiani (1) Informale (1) Ingres (7) Invenzioni (31) Islam (5) Israele (1) ITALIA (2) Italo Svevo (5) Jacopo Bellini (4) Jacques-Louis David (9) James (1) Jean Clouet (2) Jean-Jacques Rousseau (3) Johns (1) Jordaens (2) Jovine (3) Kafka (3) Kandinskij (4) Kant (9) Kautsky (1) Keplero (1) Kierkegaard (1) Kipling (1) Kirchner (4) Klee (3) Klimt (4) Kollwitz (1) Kuliscioff (1) Labriola (2) Lancret (3) Land Art (1) Larsson (1) Lavoro (2) Le Nain (3) Le Sueur (2) Léger (2) Leggende (1) Leggende epiche (1) Leibniz (1) Lenin (7) Leonardo (43) Leopardi (3) Letteratura (22) Levi Montalcini (1) Liala (1) Liberalismo (1) LIBERTA' (28) LIBRI (23) Liotard (5) Lippi (5) Locke (4) Lombroso (1) Longhi (3) Lorenzetti (3) Lorenzo il Magnifico (1) Lorrain (5) Lotto (6) Luca della Robbia (1) Lucia Alberti (1) Lucrezio (2) Luini (2) Lutero (3) Macchiaioli (1) Machiavelli (10) Maderno (1) Magnasco (1) Magritte (4) Maimeri (1) Makarenko (1) Mallarmé (2) Manet (14) Mantegna (8) Manzoni (4) Maometto (4) Marcks (1) MARGHERITA HACK (1) Marquet (2) Martini (7) Marx (17) Marxismo (9) Masaccio (7) Masolino da Panicale (1) Massarenti (1) Masson (2) Matisse (6) Matteotti (2) Maupassant (1) Mauriac (1) Mazzini (5) Mazzucchelli detto il Morazzone (1) Medicina (4) Medicina alternativa (23) Medicina naturale (17) Meissonier (2) Melozzo da Forlì (2) Melville (1) Memling (4) Merimée (1) Metafisica (4) Metalli (1) Meynier (1) Micene (2) Michelangelo (11) Mickiewicz (1) Millais (1) Millet (4) Minguzzi (1) Mino da Fiesole (1) Miró (2) Mistero (10) Modigliani (4) Molinella (1) Mondrian (4) Monet (14) Montaigne (1) Montessori (2) Monti (3) Monticelli (2) Moore (1) Morandi (4) Moreau (4) Morelli (1) Moretto da Brescia (2) Morisot (3) Moroni (2) Morse (1) Mucchi (16) Munch (2) Murillo (4) Musica (14) Mussolini (5) Mussulmani (5) Napoleone (11) Natale (8) Nazismo (17) Némirovsky (1) Neo-impressionismo (3) Neoclassicismo (1) Neorealismo (1) Neruda (2) Newton (2) Nietzseche (1) Nievo (1) Nobel (1) Nolde (2) NOTIZIE (1) Nudi nell'arte (52) Odissea (1) Olocausto (6) Omeopatia (18) Omero (2) Onorata Società (1) Ortese (1) Oudry (1) Overbeck (2) Ovidio (1) Paganesimo (1) Palazzeschi (1) Palizzi (1) Palladio (1) Palma il Vecchio (1) Panama (1) Paolo Uccello (5) Parapsicologia (1) Parini (3) Parmigianino (3) Pascal (1) Pascoli (3) Pasolini (3) Pavese (3) Pedagogia (2) Pellizza da Volpedo (2) PERSONAGGI DEL FRIULI (30) Perugino (3) Petacci (1) Petrarca (4) Piazzetta (2) Picasso (8) Piero della Francesca (8) Piero di Cosimo (2) Pietro della Cortona (1) Pila (2) Pinturicchio (2) Pirandello (2) Pisanello (2) Pisano (1) Pissarro (10) Pitagora (1) Plechanov (1) Poe (1) Poesie (4) Poesie Classiche (18) POESIE di DONNE (2) Poesie personali (16) POETI CONTRO IL RAZZISMO (1) POETI CONTRO LA GUERRA (18) Poliziano (1) Pollaiolo (4) Pomodoro (1) Pomponazzi (1) Pontano (1) Pontormo (1) Pop Art (1) Poussin (9) Pratolini (1) Premi Letterari (3) Prévost (1) Primaticcio (2) Primo Levi (1) Problemi sociali (2) Procaccini (1) PROGRAMMI PC (1) Prostituzione (1) Psicoanalisi (1) PSICOLOGIA (5) Pubblicità (1) Pulci (1) Puntitismo (3) Puvis de Chavannes (1) Quadri (2) Quadri personali (1) Quarton (2) Quasimodo (1) Rabelais (1) Racconti (1) Racconti personali (1) Raffaello (20) Rasputin (1) Rauschenberg (1) Ravera (1) Ray (1) Razzismo (1) Realismo (3) Rebreanu (1) Recensione libri (15) Redon (1) Regina Bracchi (1) Religione (7) Rembrandt (10) Reni (4) Renoir (19) Resistenza (8) Ribera (4) RICETTE (3) Rimbaud (2) Rinascimento (3) RIVOLUZIONARI (55) Rococò (1) Roma (6) Romantici (1) Romanticismo (1) Romanzi (3) Romanzi rosa (1) Rossellino (1) Rossetti (1) Rosso Fiorentino (3) Rouault (1) Rousseau (3) Rovani (1) Rubens (13) Russo (1) Sacchetti (1) SAGGI (11) Salute (16) Salvator Rosa (2) San Francesco (5) Sannazaro (2) Santi (1) Sassetta (2) Scapigliatura (1) Scheffer (1) Schiele (3) Schmidt-Rottluff (1) Sciamanesimo (1) Sciascia (2) Scienza (8) Scienziati (13) Scipione (1) Scoperte (33) Scoto (1) Scott (1) Scrittori e Poeti (24) Scultori (2) Segantini (2) Sellitti (1) Seneca (2) Sereni (1) Sérusier (2) Sessualità (5) Seurat (3) Severini (1) Shaftesbury (1) Shoah (7) Signac (3) Signorelli (2) Signorini (1) Simbolismo (2) Sindacato (1) Sinha (1) Sironi (2) Sisley (3) Smith (1) Socialismo (45) Società segrete (1) Sociologia (4) Socrate (1) SOLDI (1) Soldi Internet (1) SOLIDARIETA' (6) Solimena (2) Solženicyn (1) Somerset Maugham (3) Sondaggi (1) Sorel (2) Soulages (1) Soulanges (2) Soutine (1) Spagna (1) Spagnoletto (4) Spaventa (1) Spinoza (2) Stampa (2) Steinbeck (1) Stendhal (1) Stevenson (4) Stilista (1) STORIA (68) Storia del Pensiero (81) Storia del teatro (1) Storia dell'arte (123) Storia della tecnica (24) Storia delle Religioni (47) Stubbs (1) Subleyras (2) Superstizione (1) Surrealismo (1) Swift (3) Tacca (1) Tacito (1) Tasca (1) Tasso (2) Tassoni (1) Ter Brugghen (2) Terapia naturale (18) Terracini (1) Thomas Mann (6) Tiepolo (4) Tina Modotti (1) Tintoretto (8) Tipografia (2) Tiziano (18) Togliatti (2) Toland (1) Tolstoj (2) Tomasi di Lampedusa (3) Toulouse-Lautrec (5) Tradizioni (1) Troyon (2) Tura (2) Turati (2) Turgenev (2) Turner (6) UDI (1) Ugrešić (1) Umanesimo (1) Umorismo (1) Ungaretti (3) Usi e Costumi (1) Valgimigli (2) Van Der Goes (3) Van der Weyden (4) Van Dyck (6) Van Eyck (8) Van Gogh (15) Van Honthors (2) Van Loo (2) Vangelo (3) Velàzquez (8) Veneziano (2) Verdura (1) Verga (10) Verismo (10) Verlaine (5) Vermeer (8) Vernet (1) Veronese (4) Verrocchio (2) VIAGGI (2) Viani (1) Vico (1) Video (13) Vigée­-Lebrun (2) VINI (3) Virgilio (3) Vittorini (2) Vivanti (1) Viviani (1) Vlaminck (1) Volta (2) Voltaire (2) Vouet (4) Vuillard (3) Warhol (1) Watson (1) Watteau (9) Wells (1) Wilde (1) Winterhalter (1) Witz (2) Wright (1) X X X da fare (34) Zurbarán (3)