giovedì 21 agosto 2014

LA TESI DELLA CREAZIONE DEL MONDO (The thesis of the creation of the world)


È RAZIONALMENTE SOSTENIBILE LA TESI DELLA CREAZIONE DEL MONDO?

Si possono ridurre sostanzialmente a due le posizioni di coloro che affermano la tesi dell'origine del mondo per volontà divina: una posizione duramente e semplicemente fideistica, ed una che vorrebbe essere razionale.
C'è infatti chi si limita ad un semplice atto di fede (credo in Dio padre onnipotente, creatore del cielo e della terra), senza pretendere di dare una base razionale a questa convinzione - e siamo qui nel campo riservato al sentimento, nella sfera delle semplici credenze religiose non soggette quindi a obiezioni -, e c'è invece chi non si limita a fare appello alla lede e ad affidarsi alla rivelazione, ma cerca di dare una vera e propria dimostrazione di quanto asserisce.

Ecco allora, come conseguenza di questo secondo atteggiamento, le famose prove dell'esistenza di Dio e della creazione del mondo dal nulla, prove che costituiscono un capitolo celebre ma del tutto superato nella storia del pensiero. Si tratta in realtà di prove che non provano niente, come cercherò di mostrare attraverso questi rapidi cenni.

1°) Anche se in appoggio alla tesi creazionistica si potessero elaborare argomenti stringenti, forniti cioè della massima evidenza e forza logica (ma ciò, come vedremo, non è possibile), bisognerebbe pur sempre provare che ad essi corrisponde - al di là della nostra diretta esperienza - una realtà ché sta proprio come quei ragionamenti vogliono. Non si può infatti dimenticare che noi non abbiamo in questo caso nessun mezzo di controllo sperimentale. Non potendo evidentemente andare a... verificare se quanto affermano i teologi è vero, dovremmo poter essere sicuri che la nostra argomentazione ha veramente un valore oggettivo
Ma chi e che cosa ci potrà mai dare tale sicurezza?

2°) Nessuna delle molte prove escogitate nel corso della storia può essere considerata stringente, tale cioè da strappare I'assenso è da sfidare impunemente le obiezioni. E ciò, anzitutto, perchè i termini e i concetti usati - Dio, eternità, nulla, creazione ecc. - non hanno alcun significato concreto, non sono definiti e definibili con precisione. 
Quando per esempio un teologo o un filosofo spiritualista parlano di Dio, adoperano espressioni oscure e indeterminate come queste; essere supremo, puro Spirito ecc. 
Ora, se chiedete loro che cosa voglia dire esattamente essere supremo, puro Spirito ecc., e che cosa essi pensino realmente quando pronunciano queste frasi, si troveranno terribilmente imbarazzati a rispondere. Altrettanto dicasi per gli altri termini e concetti. 
In queste condizioni è chiaro che nessun ragionamento può esser€ concludente e fornito di senso.
In realtà noi sappiamo che l'idea di Dio, che non ha nessun valore logico rigoroso, ha una origine storico-psicologica facilmente rintracciabile. Si tratta di un'idea ottenuta per via antropomorfica, prendendo cioè a modello e come punto di partenza l'uomo stesso, di cui si assolutizzano arbitrariamente le qualità e la potenza. 
Ci si forma così l'idea astratta e fantastica (il mito) di un essere infinitamente potente, infinitamente capace ecc.. una specie di personaggio all'ennesima potenza.

3°) Uno degli argomenti più comuni e apparentemente più efficaci in favore della tesi creazionistica è quello secondo cui, posto che ogni cosa debba avere una causa fuori di sè, e ritenendosi impensabile e contraddittorio un regresso all'infinito dagli effetti alle cause, bisognerebbe arrestarsi ad una cosiddetta causa prima (causa quindi anche di se stessa) identificata per l'appunto con Dio, creatore del mondo. 
E' facile scorgere l'enorme ingenuità che contraddistingue questo argomento. Esso anzitutto non tiene conto delle approfondite discussioni a cui ha dato luogo, da due secoli a questa parte, il concetto di causa, il quale è molto meno semplice e ovvio di quanto non possa sembrare a prima vista (di ciò però non parlerò perchè il discorso mi porterebbe troppo lontano).
In secondo luogo basta una semplice considerazione per distruggere tutta la apparente efficacia del argomento. Si ritiene che Dio sia eterno, non creato da niente, causa di se stesso? 
Ma allora perchè non si potrebbero attribuire gli stessi requisiti al mondo stesso (semplificando così enormemente la questione)? 
Oppure: si ritiene impossibile che il mondo sia causa di se stesso, cioè che non dipenda da nulla fuori di esso? 
Ma allora perchè questo dovrebbe essere possibile per Dio? 
Insomma, se è arbitrario considerare il mondo causa di se stesso, perchè non dovrebbe esserlo per quanto riguarda Dio?

4°) Le prove dell'esistenza di un Dio creatore dovrebbero poi superare, sul terreno logico, due grossi scogli. In primo luogo spiegare come mai un puro ente spirituale possa dar luogo a qualcosa di materiale, secondo I'impostazione rigidamente dualistica che è un punto fermo per i teologi e i filosofi della Chiesa (essi affermano infatti che esiste lo spirito e che esiste la materia: due principi, due nature separate). 
Spiegare, in secondo luogo, come e perchè Dio (essere perfetto e fuori del tempo) si sarebbe determinato ad un certo momento a far sorgere l'universo materiale. 
Se è perfetto, si deve supporre che sia immobile, perchè l'aver-qualcosa-da-fare rivela sempre una esigenza e quindi una mancanza, una imperfezione.
Se è fuori dal tempo, come può aver creato ad un certo momento?

Si noti che a queste o consimili obiezioni sarebbe impossibile rispondere invocando la pretesa debolezza della mente umana (ci troviamo dinanzi al mistero, all'imperscrutabile), perchè una volta che si ha la pretesa di trovare razionalmente l'esistenza di Dio e la creazione, non si può più ripiegare sul comodo argomento della impotenza del nostro intelletto! Si devono assumere tutte le responsabilità e affrontare tutte le conseguenze che il tentativo comporta.
Da tutto questo debbo concludere che la tesi della creazione del mondo non è razionalmente sostenibile.


CANTO D'AMORE DEI LIRICI GRECI (Song of Love)


Squisite variazioni sul tema dell'amore nel canto umanissimo dei lirici greci

Di Manara Valgimigli (San Piero in Bagno, 9 luglio 1876 – Vilminore di Scalve, 28 agosto 1965,  filologo, grecista, poeta e scrittore italiano.), è uscita la ristampa di una famosa versione, Saffo e altri lirici greci.

I lirici greci qui presenti sono Saffo, Anacreonte, Archiloco, Ipponatte, Alcmane e Alceo, vissuti tra l'VIII e il VI secolo a.C.: poesia antichissima dunque, che testimonia di una civiltà, di una sensibilità e di un gusto raffinati e che succede alla grande poesia epica.

La poesia epica, l'epopea eroica era fiorita sul rigoglio di alcune forti e prosperose monarchie greche; tra cui quelle della Tessaglia, della Beozia, del Peloponneso (Argo e Micene), fino al 1000 a.C. e cioè fino alla discesa dei Dori. 
Massimo poeta epico fu Omero, nei cui poemi Iliade e Odissea agiscono dei re ed eroi nazionali.

Due secoli dopo le condizioni politiche ed economiche della Grecia erano profondamente mutate: decadute le dinastie, sviluppate le industrie e i commerci, attiva la colonizzazione. Sul terreno sociale infuriano le lotte fra democrazia e aristocrazia, e appaiono le figure dei tiranni, governanti dispotici che peraltro incoraggiano l'arte e la cultura contro i quali ci restano testimonianze anche poetiche di odi violenti (tutta la vita di Alceo è una lotta politica contro i tiranni di Lesbo).

L'apparizione della poesia lirica in questo periodo della storia greca riflette appunto il decadere dei grandi miti eroici e solenni della poesia epica, e il sostituirsi di suggestioni individuali e interiori.  Particolare interessante è che la lirica greca non andava letta, ma cantata e accompagnata da strumenti musicali.

La tematica della poesia lirica è soprattutto quella amorosa, ora passionale e squisita come in Saffo, ora giocosa come in Anacreonte: le variazioni sul tema dell'amore vanno dalla preghiera a Venere, al festoso imeneo, al pulsare tormentoso del sangue; dal dolore per un distacco alle immagini malinconiche e composte della solitudine notturna o della riviera d'Acheronte.

Saffo ha il dono particolare di intuire pudori e abbandoni, di notare teneri paesaggi, oggetti raffinati. 
"Portava nel cielo della poesia - osserva Valgimigli - illuminate e trasfigurate, anche queste minute cose di eleganza, di mollezza e di lusso del suo vivere quotidiano. E qui è, in questa effusione affettiva, in questa sottile e celere sensibilità, in questo abbandono gioioso alle cose belle, l'accento fondamentale e costante e coerente del suo poetare".

Voglio ricordare una delle più celebri saffiche, che riecheggerà, molti secoli più tardi, in un'altra celebre lirica del poeta latino Catullo, e che è una stupefacente, aperta confessione e analisi d'amore:

"Subito mi sobbalza, appena 
ti guardo, dentro nel petto il cuore  
e voce più non mi viene, 
e mi si spezza la lingua, e una fiamma sottile
mi corre sotto la pelle, 
con gli occhi più niente vedo,
rombo mi fanno gli orecchi, sudore mi bagna, 
e tremore tutta mi prende,
e più verde dell'erba divento, 
e quasi mi sento,
o Agàllide, vicina a morire".


Di Alcmane ritrovo. in questa bella traduzione italiana, la calda vena elegiaca; di lpponatte il vigore popolaresco.... 

"Tenetemi il mantello: voglio dare 
un pugno a Bùpalo nell'occhio,  
Io sono bravo, i colpi non li sbaglio"... 


Di Alceo la virile e incisiva poesia...

"Ora bisogna bere; 
ubriacarsi bisogna; 
ora che Mirsilo è morto".


Valgimigli ricorda che questi versi, ispirati alla morte di un tiranno, venivano ripetuti fra amici nel 1942, quando apparvero nella prima versione ed edizione, come un augurio.

La traduzione di Manara Valgimigli, condotta sui testi filologicamente più attendibili, è essa stessa opera di poesia: basterebbe citare i versi bellissimi di "Cèrilo" (cèrilo è I'alcione vecchio):

"...Oh, se cèrilo cèrilo fossi, 
che sopra il fiore dell'onda marina 
vola tra mezzo le alcioni,
cuore tranquillo, penne
cangianti al colore dell'acqua,
nunzio di primavera".


Dopo l'epopea omerica ed esiodea e prima dell'apparizione dei tragici, queste testimonianze poetiche, che derivano direttamente dalle canzoni popolari di antichissima tradizione, vanno considerate soprattutto come un discendere del canto nel cuore dell'uomo, per liberarne e rivelarne le vicende liete e tristi, pubbliche e private, i sentimenti, i voti: nuovo protagonista nella letteratura appare l'uomo, sullo sfondo ormai lontano di superuomini, dei, semidei, sovrani.



Afrodisiaco (1) Aglietta (1) Albani (2) Alberti (1) Alda Merini (1) Alfieri (4) Altdorfer (2) Alvaro (1) Amore (2) Anarchici (1) Andersen (1) Andrea del Castagno (3) Andrea del Sarto (4) Andrea della Robbia (1) Anonimo (2) Anselmi (1) Antonello da Messina (4) Antropologia (7) APPELLO UMANITARIO (5) Apuleio (1) Architettura (4) Arcimboldo (1) Ariosto (4) Arnolfo di Cambio (2) Arp (1) Arte (4) Assisi (1) Astrattismo (3) Astrologia (1) Astronomia (3) Attila (1) Aulenti (1) Autori (7) Avanguardia (11) Averroè (1) Baccio della Porta (2) Bacone (2) Baldovinetti (1) Balla (1) Balzac (2) Barbara (1) Barocco (1) Baschenis (1) Baudelaire (2) Bayle (1) Bazille (4) Beato Angelico (6) Beccafumi (3) Befana (1) Bellonci (1) Bergson (1) Berkeley (2) Bernini (1) Bernstein (1) Bevilacqua (1) Biografie (11) Blake (2) Boccaccio (2) Boccioni (2) Böcklin (2) Body Art (1) Boiardo (1) Boito (1) Boldini (3) Bonheur (3) Bonnard (2) Borromini (1) Bosch (4) Botanica (1) Botticelli (7) Boucher (9) Bouts (2) Boyle (1) BR (1) Bramante (2) Brancati (1) Braque (1) Breton (3) Brill (2) Brontë (1) Bronzino (4) Bruegel il Vecchio (3) Brunelleschi (1) Bruno (2) Buddhismo (1) Buonarroti (1) Byron (2) Caillebotte (2) Calcio (1) Calvino (2) Calzature (1) Camillo Prampolini (1) Campanella (4) Campin (1) Canaletto (4) Cancro (2) Canova (2) Cantù (1) Capitalismo (3) Caravaggio (19) Carlevarijs (2) Carlo Levi (3) Carmi (1) Carpaccio (3) Carrà (1) Carracci (4) Carriere (1) Carroll (1) Cartesio (3) Casati (1) Cattaneo (1) Cattolici (1) Cavalcanti (1) Cellini (2) Cervantes (3) Cézanne (19) Chagall (3) Chardin (4) Chassériau (2) Chaucer (1) CHE GUEVARA (1) Cialente (1) Cicerone (8) Cimabue (4) Cino da Pistoia (1) Città del Vaticano (3) Clarke (1) Classici (26) Classicismo (1) Cleland (1) Collins (1) COMMUNITY (2) Comunismo (28) Condillac (1) Constable (4) Copernico (2) Corano (1) Cormon (2) Corot (9) Correggio (4) Cosmesi (1) Costa (1) Courbet (9) Cousin il giovane (2) Couture (2) Cranach (3) Crepuscolari (1) Crespi (2) Crespi detto il Cerano (1) Creta (2) Crispi (1) Cristianesimo (3) Crivelli (2) Croce (1) Cronin (1) Cubismo (1) CUCINA (9) Cucina friulana (2) D'Annunzio (1) Dadaismo (1) Dalì (5) Dalle Masegne (1) Dante Alighieri (8) Darwin (2) Daumier (6) DC (1) De Amicis (1) De Champaigne (2) De Chavannes (1) De Chirico (4) De Hooch (2) De La Tour (4) De Nittis (2) De Pisis (1) De' Roberti (2) Defoe (1) Degas (16) Del Piombo (4) Delacroix (6) Delaroche (2) Delaunay (2) Deledda (1) Dell’Abate (2) Derain (2) Descartes (2) Desiderio da Settignano (1) Dickens (8) Diderot (2) Disegni (2) Disegni da colorare (10) Disegni Personali (2) Disney (1) Dix (3) Doganiere (5) Domenichino (2) Donatello (4) Donne nella Storia (42) Dossi (1) Dostoevskij (7) DOTTRINE POLITICHE (75) Dova (1) Du Maurier (1) Dufy (3) Dumas (1) Duprè (1) Dürer (9) Dylan (2) Ebrei (9) ECONOMIA (7) Edda Ciano (1) Edison (1) Einstein (2) El Greco (9) Eliot (1) Elsheimer (2) Emil Zola (3) Energia alternativa (6) Engels (10) Ensor (3) Epicuro (1) Erasmo da Rotterdam (1) Erboristeria (7) Ernst (3) Erotico (1) Erotismo (4) Esenin (1) Espressionismo (3) Etruschi (1) Evangelisti (3) Fallaci (1) Fantin-Latour (1) Fascismo (26) Fattori (4) Faulkner (1) Fautrier (1) Fauvismo (1) FAVOLE (2) Fedro (1) FELICITÀ (1) Fenoglio (2) Ferragamo (1) FIABE (6) Fibonacci (1) Filarete (1) Filosofi (1) Filosofi - A (1) Filosofi - F (1) Filosofi - M (1) Filosofi - P (1) Filosofi - R (1) Filosofi - S (1) FILOSOFIA (55) Fini (1) Finkelstein (1) Firenze (1) Fisica (5) Fitoterapia (10) Fitzgerald (1) Fiume (1) Flandrin (1) Flaubert (4) Fogazzaro (2) Fontanesi (1) Foppa (1) Foscolo (6) Fougeron (1) Fouquet (4) Fra' Galgario (2) Fra' Guglielmo da Pisa (1) Fragonard (9) Frammenti (1) Francia (2) François Clouet (2) Freud (1) Friedrich (5) FRIULI (8) Futurismo (3) Gadda (2) Gainsborough (14) Galdieri (1) Galilei (2) Galleria degli Uffizi (1) Gamberelli (1) Garcia Lorca (1) Garcìa Lorca (1) Garibaldi (2) Gassendi (1) Gauguin (17) Gennaio (1) Gentile da Fabriano (2) Gentileschi (2) Gerard (1) Gérard (1) Gérard David (2) Géricault (7) Gérôme (2) Ghiberti (1) Ghirlandaio (2) Gialli (1) Giallo (1) Giambellino (1) Giambologna (1) Gianfrancesco da Tolmezzo (1) Gilbert (1) Ginzburg (1) Gioberti (1) Giordano (3) Giorgione (15) Giotto (12) Giovanni Bellini (10) Giovanni della Robbia (1) Giovanni XXIII (8) Giustizia (1) Glossario dell'arte (19) Gnocchi-Viani (1) Gobetti (1) Goethe (9) Gogol' (2) Goldoni (1) Gončarova (2) Gorkij (3) Gotico (1) Goya (11) Gozzano (2) Gozzoli (1) Gramsci (4) Grecia (2) Greene (1) Greuze (4) Grimm (2) Gris (2) Gros (7) Grosz (3) Grünewald (5) Guadagni (1) Guardi (6) Guercino (1) Guest (1) Guglielminetti (1) Guglielmo di Occam (1) Guinizelli (1) Gutenberg (2) Guttuso (4) Hals (3) Hawthorne (1) Hayez (4) Heckel (1) Hegel (6) Heine (1) Heinrich Mann (1) Helvétius (1) Hemingway (3) Henri Rousseau (3) Higgins (1) Hikmet (1) Hobbema (2) Hobbes (1) Hodler (1) Hogarth (4) Holbein il Giovane (4) Hugo (1) Hume (2) Huxley (1) Il Ponte (2) Iliade (1) Impressionismo (85) Indiani (1) Informale (1) Ingres (7) Invenzioni (31) Islam (5) Israele (1) ITALIA (2) Italo Svevo (5) Jacopo Bellini (4) Jacques-Louis David (9) James (1) Jean Clouet (2) Jean-Jacques Rousseau (3) Johns (1) Jordaens (2) Jovine (3) Kafka (3) Kandinskij (4) Kant (9) Kautsky (1) Keplero (1) Kierkegaard (1) Kipling (1) Kirchner (4) Klee (3) Klimt (4) Kollwitz (1) Kuliscioff (1) Labriola (2) Lancret (3) Land Art (1) Larsson (1) Lavoro (2) Le Nain (3) Le Sueur (2) Léger (2) Leggende (1) Leggende epiche (1) Leibniz (1) Lenin (7) Leonardo (43) Leopardi (3) Letteratura (22) Levi Montalcini (1) Liala (1) Liberalismo (1) LIBERTA' (28) LIBRI (23) Liotard (5) Lippi (5) Locke (4) Lombroso (1) Longhi (3) Lorenzetti (3) Lorenzo il Magnifico (1) Lorrain (5) Lotto (6) Luca della Robbia (1) Lucia Alberti (1) Lucrezio (2) Luini (2) Lutero (3) Macchiaioli (1) Machiavelli (10) Maderno (1) Magnasco (1) Magritte (4) Maimeri (1) Makarenko (1) Mallarmé (2) Manet (14) Mantegna (8) Manzoni (4) Maometto (4) Marcks (1) MARGHERITA HACK (1) Marquet (2) Martini (7) Marx (17) Marxismo (9) Masaccio (7) Masolino da Panicale (1) Massarenti (1) Masson (2) Matisse (6) Matteotti (2) Maupassant (1) Mauriac (1) Mazzini (5) Mazzucchelli detto il Morazzone (1) Medicina (4) Medicina alternativa (23) Medicina naturale (17) Meissonier (2) Melozzo da Forlì (2) Melville (1) Memling (4) Merimée (1) Metafisica (4) Metalli (1) Meynier (1) Micene (2) Michelangelo (11) Mickiewicz (1) Millais (1) Millet (4) Minguzzi (1) Mino da Fiesole (1) Miró (2) Mistero (10) Modigliani (4) Molinella (1) Mondrian (4) Monet (14) Montaigne (1) Montessori (2) Monti (3) Monticelli (2) Moore (1) Morandi (4) Moreau (4) Morelli (1) Moretto da Brescia (2) Morisot (3) Moroni (2) Morse (1) Mucchi (16) Munch (2) Murillo (4) Musica (14) Mussolini (5) Mussulmani (5) Napoleone (11) Natale (8) Nazismo (17) Némirovsky (1) Neo-impressionismo (3) Neoclassicismo (1) Neorealismo (1) Neruda (2) Newton (2) Nietzseche (1) Nievo (1) Nolde (2) NOTIZIE (1) Nudi nell'arte (52) Odissea (1) Olocausto (6) Omeopatia (18) Omero (2) Onorata Società (1) Ortese (1) Oudry (1) Overbeck (2) Ovidio (1) Paganesimo (1) Palazzeschi (1) Palizzi (1) Palladio (1) Palma il Vecchio (1) Panama (1) Paolo Uccello (5) Parapsicologia (1) Parini (3) Parmigianino (3) Pascal (1) Pascoli (3) Pasolini (3) Pavese (3) Pedagogia (2) Pellizza da Volpedo (2) PERSONAGGI DEL FRIULI (30) Perugino (3) Petacci (1) Petrarca (4) Piazzetta (2) Picasso (8) Piero della Francesca (8) Piero di Cosimo (2) Pietro della Cortona (1) Pila (2) Pinturicchio (2) Pirandello (2) Pisanello (2) Pisano (1) Pissarro (10) Pitagora (1) Plechanov (1) Poe (1) Poesie (4) Poesie Classiche (18) POESIE di DONNE (2) Poesie personali (16) POETI CONTRO IL RAZZISMO (1) POETI CONTRO LA GUERRA (18) Poliziano (1) Pollaiolo (4) Pomodoro (1) Pomponazzi (1) Pontano (1) Pontormo (1) Pop Art (1) Poussin (9) Pratolini (1) Premi Letterari (3) Prévost (1) Primaticcio (2) Primo Levi (1) Problemi sociali (2) Procaccini (1) PROGRAMMI PC (1) Prostituzione (1) Psicoanalisi (1) PSICOLOGIA (5) Pubblicità (1) Pulci (1) Puntitismo (3) Puvis de Chavannes (1) Quadri (2) Quadri personali (1) Quarton (2) Quasimodo (1) Rabelais (1) Racconti (1) Racconti personali (1) Raffaello (20) Rasputin (1) Rauschenberg (1) Ravera (1) Ray (1) Razzismo (1) Realismo (3) Rebreanu (1) Recensione libri (15) Redon (1) Regina Bracchi (1) Religione (7) Rembrandt (10) Reni (4) Renoir (19) Resistenza (8) Ribera (4) RICETTE (3) Rimbaud (2) Rinascimento (3) RIVOLUZIONARI (55) Rococò (1) Roma (6) Romantici (1) Romanticismo (1) Romanzi (3) Romanzi rosa (1) Rossellino (1) Rossetti (1) Rosso Fiorentino (3) Rouault (1) Rousseau (3) Rovani (1) Rubens (13) Russo (1) Sacchetti (1) SAGGI (11) Salute (16) Salvator Rosa (2) San Francesco (5) Sannazaro (2) Santi (1) Sassetta (2) Scapigliatura (1) Scheffer (1) Schiele (3) Schmidt-Rottluff (1) Sciascia (2) Scienza (8) Scienziati (13) Scipione (1) Scoperte (33) Scoto (1) Scott (1) Scrittori e Poeti (24) Scultori (2) Segantini (2) Sellitti (1) Seneca (2) Sereni (1) Sérusier (2) Sessualità (5) Seurat (3) Severini (1) Shaftesbury (1) Shoah (7) Signac (3) Signorelli (2) Signorini (1) Simbolismo (2) Sindacato (1) Sinha (1) Sironi (2) Sisley (3) Smith (1) Socialismo (45) Società segrete (1) Sociologia (4) Socrate (1) SOLDI (1) Soldi Internet (1) SOLIDARIETA' (6) Solimena (2) Solženicyn (1) Somerset Maugham (3) Sondaggi (1) Sorel (2) Soulages (1) Soulanges (2) Soutine (1) Spagna (1) Spagnoletto (4) Spaventa (1) Spinoza (2) Stampa (2) Steinbeck (1) Stendhal (1) Stevenson (4) Stilista (1) STORIA (68) Storia del Pensiero (81) Storia del teatro (1) Storia dell'arte (123) Storia della tecnica (24) Storia delle Religioni (47) Stubbs (1) Subleyras (2) Superstizione (1) Surrealismo (1) Swift (3) Tacca (1) Tacito (1) Tasca (1) Tasso (2) Tassoni (1) Ter Brugghen (2) Terapia naturale (18) Terracini (1) Thomas Mann (6) Tiepolo (4) Tina Modotti (1) Tintoretto (8) Tipografia (2) Tiziano (18) Togliatti (2) Toland (1) Tolstoj (2) Tomasi di Lampedusa (3) Toulouse-Lautrec (5) Tradizioni (1) Troyon (2) Tura (2) Turati (2) Turgenev (2) Turner (6) UDI (1) Ugrešić (1) Umanesimo (1) Umorismo (1) Ungaretti (3) Usi e Costumi (1) Valgimigli (2) Van Der Goes (3) Van der Weyden (4) Van Dyck (6) Van Eyck (8) Van Gogh (15) Van Honthors (2) Van Loo (2) Vangelo (3) Velàzquez (8) Veneziano (2) Verdura (1) Verga (10) Verismo (10) Verlaine (5) Vermeer (8) Vernet (1) Veronese (4) Verrocchio (2) VIAGGI (2) Viani (1) Vico (1) Video (13) Vigée­-Lebrun (2) VINI (3) Virgilio (3) Vittorini (2) Vivanti (1) Viviani (1) Vlaminck (1) Volta (2) Voltaire (2) Vouet (4) Vuillard (3) Warhol (1) Watson (1) Watteau (9) Wells (1) Wilde (1) Winterhalter (1) Witz (2) Wright (1) X X X da fare (34) Zurbarán (3)